Emergenza Coronavirus Emergenza Coronavirus

Viaggiatori

Ritorniamo a viaggiare in sicurezza. Di seguito riportiamo le norme e gli adempimenti previsti per gli Spostamenti su  territorio Nazionale e da/per l’Estero.

In questa sezione troverai le seguenti informazioni:

> Riferimenti Nazionali - Spostamenti su territorio nazionale

> Certificazioni Verdi, Digital green pass, Passenger Locator Form

> Spostamenti da/per Estero

> Riferimenti Regionali e dove effettuare il test molecolare/antigenico

 

Riferimenti Nazionali - Spostamenti su territorio nazionale

Il Consiglio dei Ministri, con decreto-legge 22 Aprile 2021, n.52, ha deliberato la proroga dello stato di emergenza sul territorio nazionale fino al 31 Luglio 2021, disciplinando, inoltre gli spostamenti su territorio nazionale.

Gli spostamenti su territorio nazionale, regolati dal dpcm 2 marzo 2021, sono caratterizzati da misure differenziate da Regione a Regione, articolate in base a quattro fasce di rischio (bianca, gialla, arancione, rossa). L'appartenenza di una Regione a una o all'altra fascia è soggetta a revisione periodica. Le misure previste, in linea generale, per ciascuna fascia di rischio, sono indicate QUI.

A partire dal 26 aprile 2021 sono consentiti gli spostamenti in entrata e in uscita dai territori delle Regioni e delle Province autonome che si collocano nelle zone bianca e gialla.

Gli spostamenti in entrata e in uscita dai territori delle Regioni e delle Province autonome collocati in zona arancione o rossa sono consentiti ai soggetti muniti delle certificazioni verdi, a meno che non siano giustificati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute, oppure rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

TORNA SU

 

Certificazioni Verdi

 
 
 

Dal 26 aprile 2021, gli spostamenti nazionali in entrata e in uscita dai territori delle Regioni e delle Province autonome collocati in zona arancione o rossa sono consentiti ai soggetti muniti di certificazione verde.

Come posso ottenere una certificazione verde?

La certificazione verde viene rilasciata nei seguenti tre casi:

  • VACCINO: certificato comprovante lo stato di avvenuta vaccinazione contro il COVID-19, con validità 9 mesi a far data dal completamento del ciclo vaccinale. La certificazione verde viene rilasciata anche a chi ha ricevuto la somministrazione della prima dose di vaccino ma attenzione ha validità solo a partire dal quindicesimo giorno successivo dalla prima dose e sino alla somministrazione della seconda. Esempio: se hai fatto la prima dose il primo giugno (ed il vaccino prevede la somministrazione di due dosi) il tuo certificato sarà valido dal 16 giugno al giorno in cui ti verrà somministrata la seconda dose.
  • GUARIGIONE DA COVID-19: certificato comprovante lo stato di avvenuta guarigione dall’infezione da COVID-19, con validità 6 mesi a far data dall’avvenuta guarigione. Viene rilasciato dalla struttura ospedaliera presso cui si è effettuato un ricovero, dalla ASL competente, dai medici di medicina generale.
  • TAMPONE: certificato comprovante l’effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo al virus COVID-19, con validità 48 ore dall’esecuzione del test.

Digital green pass

La certificazione verde Covid-19 e il Digital Green Certificate Europeo sono la stessa cosa?

No. I certificati verdi sono rilasciati in ambito regionale e sono validi solo sul territorio nazionale e fino all’entrata in vigore del Digital Green Certificate, che verrà invece emesso da una piattaforma nazionale. Sarà necessario per muoversi in Unione Europea oltre a valere sul territorio nazionale per gli spostamenti e le attività per i quali è richiesta certificazione. 

La certificazione verde mi consente anche di recarmi negli altri Paesi europei?

La certificazione verde Covid-19 è valida solo sul territorio nazionale, in quanto al momento il sistema e le regole del Digital Green Certificate non sono entrati in vigore. Per recarsi all’estero si è soggetti alle normative dei singoli Paesi, consultare i siti istituzionali degli altri Paesi prima di mettersi in viaggio.

Per ulteriori approfondimenti clicca QUI.

 

Passenger Locator Form

Stai per arrivare in Italia da un viaggio all’Estero? 

Compila il Modulo di localizzazione passeggero Digital PLF - Passenger Locator Form. I Passenger Locator Forms sono dei moduli per la localizzazione dei passeggeri da presentare al vettore o a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli. La compilazione è obbligatoria, a partire dal 24 maggio 2021, per chiunque faccia ingresso in Italia dall’estero (da qualsiasi Paese) per una qualsiasi durata e a bordo di qualunque mezzo di trasporto. Per conoscere i dettagli sulla compilazione clicca QUI. Altrimenti clicca QUI per procedere direttamente alla compilazione del modulo. Consulta inoltre la sezione dedicata agli Spostamenti da/per l’Estero per sapere gli adempimenti previsti per il Paese dal quale provieni o verso il quale ti vuoi recare.

 

TORNA SU

Spostamenti da/per Estero

Gli spostamenti da e verso l’Estero sono regolati dal DPCM del 2 marzo 2021. Il DPCM prevede Elenchi di Paesi per i quali sono in vigore differenti misure restrittive ed adempimenti.

Di seguito sono riportati gli elenchi di Paesi (consultabili cliccando su ciascun elenco) e le disposizioni relative a ingresso in Italia e spostamenti dall’Italia. Cerca il Paese dal quale vuoi rientrare o presso il quale ti vuoi recare per sapere cosa bisogna fare.

  
ELENCO A  
 

Quali Paesi ne fanno  parte? San Marino, Città del Vaticano.

Quali sono le disposizioni previste? nessuna limitazione.

 

Quali Paesi ne fanno  parte? Gli Stati e i territori a basso rischio epidemiologico individuati con ordinanza ministeriale tra quelli di cui all' Elenco C. Al momento, nessuno Stato è ricompreso in questo elenco.

 

Quali Paesi ne fanno  parte? Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca (incluse isole Faer Oer e Groenlandia), Estonia, Finlandia, Francia, (inclusi Guadalupa, Martinica, Guyana, Riunione, Mayotte ed esclusi altri territori situati al di fuori del continente europeo), Germania, Grecia, Irlanda, Israele, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi (esclusi territori situati al di fuori del continente europeo), Polonia, Portogallo (incluse Azzorre e Madeira), Regno Unito di Gran Bretagna ed Irlanda del Nord, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna (inclusi territori nel continente africano), Svezia, Ungheria, Islanda, Norvegia, Liechtenstein, Svizzera, Andorra, Principato di Monaco

Sono consentiti gli spostamenti da/per i Paese dell’Elenco C? Gli spostamenti da/per questi Paesi sono consentiti senza necessità di motivazione

Quali sono le disposizioni previste? Per tutti coloro che hanno soggiornato o transitato nei quattordici giorni antecedenti all’ingresso in Italia in uno o più Stati e territori di cui all’Elenco C sono previsti i seguenti adempimenti:

  • presentare al vettore all’atto dell’imbarco e a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli, la certificazione verde da cui risulti che ci si sia sottoposti a tampone molecolare o antigenico effettuato nelle 48 ore prima dell’ingresso in Italia con esito negativo
  • compilare il Passenger Locator Form digitale a questo link https://app.euplf.eu/ prima dell’ingresso in Italia, in sostituzione dell’autodichiarazione

Se non sei in possesso della certificazione verde devi rispettare le seguenti disposizioni:

  • isolamento sanitario per dieci giorni presso l’indirizzo indicato nel modulo di localizzazione digitale e comunicazione al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio il proprio ingresso
  • tampone al termine dell’isolamento di dieci giorni

Sono previste eccezioni a tali obblighi. Clicca QUI per conoscere le eccezioni.

Le disposizioni sono valide dal 16 maggio al 30 luglio 2021.

ELENCO D  
 

Quali Paesi ne fanno  parte? Australia, Canada, Giappone, Nuova Zelanda, Ruanda, Repubblica di Corea, Singapore, Stati Uniti, Tailandia

Sono consentiti gli spostamenti da/per i Paese dell’Elenco D? Gli spostamenti da/per questi Paesi sono consentiti senza necessità di motivazione

Quali sono le disposizioni previste? Per tutti coloro che hanno soggiornato o transitato nei quattordici giorni antecedenti all’ingresso in Italia in uno o più Stati e territori di cui all’Elenco D sono previsti i seguenti adempimenti:

  • obbligo di compilare il Passenger Locator Form digitale a questo link https://app.euplf.eu/ prima dell’ingresso in Italia, o autodichiarazione da consegnare al vettore all’atto dell’imbarco e a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli alla frontiera
  • obbligo di presentazione della certificazione di essersi sottoposti ad un test molecolare o antigenico effettuato nelle 72 ore antecedenti l’ingresso con risultato negativo
  • a prescindere dall’esito del test devono dare comunicazione del proprio ingresso nel territorio nazionale al Dipartimento di prevenzione dell’Azienda ULSS competente per territorio
  • raggiungere la propria destinazione finale in Italia solo con mezzo privato
  • devono sottoporsi a isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria. Il periodo di sorveglianza è ridotto a dieci (10) giorni per coloro che fanno ingresso in Italia dal 18 aprile 2021
  • devono effettuare un ulteriore test molecolare o antigenico al termine dei dieci giorni di isolamento fiduciario

Sono previste eccezioni a tali obblighi. Clicca QUI per conoscere le eccezioni.

Le disposizioni sono valide dal 16 maggio al 30 luglio 2021.

ELENCO E  
 

Quali Paesi ne fanno parte? Tutti gli Stati e territori non espressamente indicati in altro elenco

Sono consentiti gli spostamenti da/per i Paese dell’Elenco E? Gli spostamenti da/per il resto del mondo sono consentiti solo in presenza di precise motivazioni, quali: lavoro, motivi di salute, motivi di studio, assoluta urgenza, rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. Non sono quindi consentiti spostamenti per turismo.

Quali sono le disposizioni previste? Per tutti coloro che hanno soggiornato o transitato nei quattordici giorni antecedenti all’ingresso in Italia in uno o più Stati e territori di cui all’Elenco E sono previsti i seguenti adempimenti:

  • obbligo di compilare il modulo Passenger Locator Form digitale a questo link https://app.euplf.eu/ prima dell’ingresso in Italia. Il modulo, che sostituisce l’autodichiarazione, va presentata su richiesta al vettore all’atto dell’imbarco e a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli alla frontiera
  • obbligo di presentazione della certificazione di essersi sottoposti ad un test molecolare o antigenico effettuato nelle 72 ore antecedenti l’ingresso con risultato negativo
  • a prescindere dall’esito del test devono dare comunicazione del proprio ingresso nel territorio nazionale al Dipartimento di prevenzione dell’Azienda ULSS competente per territorio
  • raggiungere la propria destinazione finale in Italia solo con mezzo privato
  • devono sottoporsi a isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria. Il periodo di sorveglianza è ridotto a dieci (10) giorni per coloro che fanno ingresso in Italia dal 18 aprile 2021
  • devono effettuare un ulteriore test molecolare o antigenico al termine dei dieci giorni di isolamento fiduciario

Sono previste eccezioni a tali obblighi.  Clicca QUI per conoscere le eccezioni.

Le disposizioni sono valide dal 16 maggio al 30 luglio 2021.

 

Attenzione -  Regole specifiche sono state adottate per i seguenti Paesi:

 

> INDIA BANGLADESH e SRI LANKA

Sono consentiti gli spostamenti da/per India, Bangladesh e Sri Lanka? No. L’ingresso e il transito nel territorio nazionale alle persone che nei quattordici giorni antecedenti hanno soggiornato o transitato in India, Bangladesh e Sri Lanka non sono consentiti ad eccezione:

  • dei cittadini italiani con residenza anagrafica in Italia da prima del 29 aprile 2021;
  • cittadini italiani iscritti all’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (AIRE);
  • o a seguito di espressa autorizzazione del Ministero della Salute, se, indipendentemente dalla nazionalità, si hanno ragioni umanitarie o sanitarie non differibili.

Quali sono le disposizioni previste?  L’ingresso delle categorie di cui sopra avviene esclusivamente nel rispetto dei seguenti adempimenti:

  • obbligo di presentazione della certificazione di essersi sottoposti ad un test molecolare o antigenico effettuato nelle 72 ore antecedenti l’ingresso con risultato negativo
  • obbligo di sottoporsi ad un test molecolare o antigenico all’arrivo in aeroporto
  • obbligo di sottoporsi, a prescindere dall’esito negativo del test, all’isolamento presso un COVID Hotel o altro luogo indicato dall’autorità sanitaria o dalla protezione civile per un periodo di dieci giorni
  • obbligo di sottoporsi ad un ulteriore test molecolare o antigenico dopo il periodo di quarantena di dieci giorni
  • obbligo di compilare il Passenger Locator Form digitale a questo link https://app.euplf.eu/ prima dell’ingresso in Italia

Le disposizioni sono valide dal 16 maggio al 21 giugno 2021

 

> BRASILE

Sono consentiti gli spostamenti da/per il Brasile? No. L’ingresso e il transito nel territorio nazionale alle persone che nei quattordici giorni antecedenti hanno soggiornato o transitato in Brasile non sono consentiti ad eccezione:

  • dei cittadini con residenza anagrafica in Italia da prima del 13 febbraio 2021 (con autodichiarazione, senza autorizzazione del Ministero della Salute);

  • dei cittadini che devono raggiungere domicilio, abitazione o residenza dei figli minori, del coniuge o della parte di unione di civile (con autodichiarazione, senza autorizzazione del Ministero della Salute);

  • dei soggetti in condizione di assoluta necessità autorizzati dal Ministero della Salute.

Quali sono le disposizioni previste?  L’ingresso delle categorie di cui sopra avviene esclusivamente nel rispetto dei seguenti adempimenti:

  • obbligo di presentazione della certificazione di essersi sottoposti ad un test molecolare o antigenico effettuato nelle 72 ore antecedenti l’ingresso con risultato negativo

  • obbligo di sottoporsi ad un test molecolare o antigenico all’arrivo in aeroporto, oppure entro le 48 ore presso l’azienda sanitaria locale di riferimento

  • obbligo di sottoporsi, a prescindere dall’esito negativo del test, alla sorveglianza sanitaria e all’isolamento fiduciario per un periodo di dieci giorni, presso l’abitazione o altro luogo con comunicazione del proprio ingresso nel territorio nazionale a Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria locale di riferimento

  • obbligo di sottoporsi ad un ulteriore test molecolare o antigenico dopo il periodo di quarantena di dieci giorni

Le disposizioni sono valide dal 16 maggio al 30 luglio 2021.

Per ulteriori approfondimenti cliccare QUI

(Fonte: Ministero della Salute)
  

Per rimanere aggiornati, consulta le schede Paese, disponibili nella sezione Viaggiare Sicuri del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

 

VIAGGIARE SICURI – QUESTIONARIO  INFORMATIVO

Sul portale della Farnesina Viaggiare Sicuri è, inoltre, disponibile un questionario dal carattere meramente informativo ed anonimo per chi è in partenza per l’estero o deve rientrare in Italia, basato sulla normativa italiana attualmente in vigore.

“Devi uscire dall’Italia o entrare nel nostro Paese dall’estero? Compila online il questionario dell’Unità di Crisi e informati sulla normativa italiana che si applica al tuo caso” è l’invito della Farnesina ai connazionali.

Clicca sull’immagine in basso per accedere al questionario:

 

 

TORNA SU

Riferimenti Regionali e dove effettuare il test molecolare/antigenico

Riferimenti e contatti

Per ulteriori informazioni, e per le dovute comunicazioni in caso di rientro dall’estero da paesi per i quali è previsto l’obbligo di dichiarazione dell’ingresso nel territorio nazionale, si rimanda al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda ULSS territorialmente competente (vedi contatti sotto riportati). Si informa che è attivo anche il numero verde regionale 800 462340. 

 

ULSS 1 DOLOMITI

ULSS 2 MARCA TREVIGIANA

ULSS 3 SERENISSIMA

ULSS 4 VENETO ORIENTALE

  • Recapiti telefonici: 0421 228382, orario feriale dalle 8.30 alle 13.00, orario festivi dalle 9.00 alle 13.00
  • Mail: rientrosorv@aulss4.veneto.it

ULSS 5 POLESANA

ULSS 6 EUGANEA

ULSS 7 PEDEMONTANA

ULSS 8 BERICA

  • Recapiti telefonici: 800 277 067, per chi telefona dall'estero 0039 0444 935505, ldal lunedi al venerdi dalle 9.00 alle 19.00 - sabato e domenica dalle 9.00 alle 14.00
  • Mail: rientro.estero@aulss8.veneto.it

ULSS 9 SCALIGERA

TORNA SU

Data ultimo aggiornamento: 17 giu 2021