Province del Veneto Province del Veneto



Data ultimo aggiornamento: 06 febbraio 2020

Contenimento del Consumo di Suolo

EMERGENZA COVID-19
In considerazione dei provvedimenti adottati in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, la nostra Amministrazione si è impegnata a ricorrere al lavoro agile come modalità ordinaria di svolgimento della prestazione lavorativa. Vi segnaliamo pertanto che gli uffici, compatibilmente con la straordinarietà della situazione, sono comunque raggiungibili
telefonicamente o attraverso la posta elettronica.

La legge regionale 6 giugno 2017, n. 14, pubblicata sul BUR del 9 maggio 2017, ed entrata in vigore il 24 giugno 2017, promuove un processo di revisione sostanziale della disciplina urbanistica ispirata ad una nuova coscienza delle risorse territoriali ed ambientali; in particolare la nuova disciplina mira a ridurre progressivamente il consumo di suolo non ancora urbanizzato, in coerenza con l'obiettivo europeo di azzerarlo entro il 2050.

La legge regionale mette in atto le azioni per un contenimento di consumo di suolo, stabilendo che tale obiettivo sarà gradualmente raggiunto nel corso del tempo e sarà soggetto a programmazione regionale e comunale.

Particolare rilievo nell’impianto normativo della legge rivestono le previsioni volte alla riqualificazione edilizia ed ambientale e alla rigenerazione urbana, che prevedono forme ed azioni quali la demolizione di opere incongrue o di elementi di degrado, il recupero, la riqualificazione del patrimonio edilizio esistente e lo sviluppo di tipologie edilizie urbane a basso impatto energetico e ambientale. A tal fine viene istituito un fondo regionale per la rigenerazione urbana e per le spese di progettazione e demolizione delle opere incongrue.

Con provvedimento n. 668 del 15 maggio 2018, la Giunta regionale del Veneto ha approvato la definizione, ai sensi dall’art. 4 della legge regionale n. 14/2017, della quantità massima di consumo di suolo ammesso nel territorio regionale e la sua ripartizione per ambiti comunali o sovracomunali omogenei
Con provvedimento n. 1325 del 10 settembre 2018, la Giunta regionale del Veneto ha definito, ai sensi dell’art. 4 della legge regionale n. 14/2017, la quantità massima di consumo di suolo ammesso per i ventinove comuni che hanno trasmesso tardivamente i dati e per i comuni inadempienti.

I termini previsti dal comma 10 dell'articolo 13 della LR 14/2017 per l'adeguamento degli strumenti urbanistici generali dei Comuni (PRG o PAT) sono stati in seguito posticipati al 31 dicembre 2019, dal comma 7 dell'articolo 17 della legge regionale n. 14/2019 "Veneto 2050"  e successivamente rideterminati al 30 settmbre 2020 con llegge regionale n. 49 del 23 dicembre 2019.

Nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 98 del 28 settembre 2018 è stata pubblicata la Deliberazione n. 1366 del 18 settembre 2018 con la quale la Giunta regionale ha approvato le "Precisazioni ed integrazioni in materia di Valutazione Ambientale Strategica (VAS) alla deliberazione di Giunta Regionale n. 668 del 15 maggio 2018 recante: Individuazione della quantità massima di consumo di suolo ammesso nel territorio regionale ai sensi dell'articolo 4, comma 2, lettera a) della legge regionale 6 giugno 2017" 

Nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 9 del 29 gennaio 2019 è stata pubblicata la Deliberazione n. 30 del 15 gennaio 2019 con la quale la Giunta regionale ha approvato le "Rideterminazione della quantità massima di consumo di suolo per alcuni Comuni. Integrazioni e modifiche alle deliberazioni della Giunta regionale n. 668/2018 e n. 1325/2018. Legge regionale 6 giugno 2017, n. 14" 

Nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 30 del 29 marzo 2019 è stata pubblicata la Deliberazione n. 355 del 26 marzo 2019 con la quale la Giunta regionale ha approvato le "Rideterminazione della quantità massima di consumo di suolo per alcuni Comuni. Integrazioni e modifiche alle deliberazioni della Giunta regionale n. 668/2018 e n. 1325/2018. Legge regionale 6 giugno 2017, n. 14" 

Nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 127 del 8 novembre 2019 è stata pubblicata la Deliberazione n. 1596 del 29 ottobre 2019 con la quale la Giunta regionale ha approvato le "Rideterminazione della quantità massima di consumo di suolo per alcuni Comuni. Integrazioni e modifiche alle deliberazioni della Giunta regionale n. 668/2018 e n. 1325/2018. Legge regionale 6 giugno 2017, n. 14" 

Nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 151 del 31 dicembre 2019 è stata pubblicata la Deliberazione n. 1911 del 17 dicembre 2019 con la quale la Giunta regionale ha approvato i "Criteri di utilizzo della quantità di “riserva” del suolo regionale consumabile di cui alla DGR n. 668/2018".
[scarica il file Indice Relazione e Schede.zip in formato editabile]

Nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 14 del 31 gennaio 2020 è stata pubblicata la Deliberazione n. 92 del 27 gennaio 2020 con la quale la Giunta regionale ha approvato le "Rideterminazione della quantità massima di consumo di suolo per alcuni Comuni. Integrazioni e modifiche alle deliberazioni della Giunta regionale n. 668/2018 e n. 1325/2018. Legge regionale 6 giugno 2017, n. 14" 


Pagine collegate

Riassegnazione della quantità di consumo di suolo per i Comuni ai quali era stata assegnata la quantità di consumo di suolo pari ai valori medi dell’ASO di appartenenza

Scheda informativa - art. 4

Bandi Finanziamento demolizione opere incongrue - elementi di degrado 

Vedi anche > Monitoraggio della pianificazione territoriale e urbanistica

Con riferimento ai frequenti quesiti tecnico-giuridici che le Amministrazioni comunali rivolgono alla Direzione Pianificazione Territoriale, si comunica che, al fine di rispettare le competenze istituzionalmente attribuite alle Province ed alla Città metropolitana di Venezia, l'attività consultiva in materia urbanistica può essere resa solo previo coinvolgimento dei competenti uffici provinciali o della Città Metropolitana. 
Parimenti, qualora venga richiesto un incontro su argomenti attinenti le funzioni in materia urbanistica attribuite alle Province o alla Città Metropolitana di Venezia, deve essere assicurata la partecipazione dei rispettivi uffici territorialmente competenti


Data ultimo aggiornamento: 18 marzo 2020