Pianificazione di Bacino

La Giunta Regionale del Veneto con DGR 135 del 15 febbraio 2022 ha approvato le linee guida per l’aggiornamento e ridefinizione della pericolosità da valanga . L’adozione di queste linee guida permette di ridefinire la pericolosità da valanga secondo i più aggiornati metodi tecnici e scientifici. Le linee guida nascono dall’esigenza di indicare ai soggetti pubblici e privati i contenuti tecnici necessari per aggiornare la pericolosità da valanga nei Piani di Assetto idrogeologici - PAI che interessano il territorio regionale, secondo le procedure previste nelle norme di attuazione del PAI nel Distretto delle Alpi Orientali. Le linee guida definiscono e regolamentano, inoltre, le attività in capo alla Direzione regionale Difesa del Suolo e della Costa e ad ARPAV – Centro valanghe di Arabba e i reciproci rapporti in tema di pericolosità da valanga. In particolare stabiliscono che alla presentazione di una domanda di revisione del PAI, Arpav esprima su richiesta della Direzione Difesa del Suolo e della Costa, un parere tecnico sul tema nivometeorologico e valanghivo che divene parte integrante di quello regionale.
DGR n. 1337 del 05 ottobre 2021. Convocazione della Conferenza Programmatica ai sensi dell’art. 68, c. 3, del D.Lgs. n. 152/2006, relativa al Progetto di 3^ Variante e relative misure di salvaguardia - Pericolosità geologica nella zona omogenea Valle dell'Adige - Monte Baldo e pericolosità da valanga. 
Il Progetto di 3^ Variante del PAI è caratterizzato da un approfondimento conoscitivo ed un aggiornamento della pericolosità geologica per l’area della Val d’Adige, con individuazione e perimetrazione di ulteriori aree soggette a pericolosità geologica; inoltre è costituito da un’integrazione delle previsioni del PAI con l'individuazione e la perimetrazione delle aree soggette a pericolosità valanghiva con un adeguamento delle previsioni delle Norme di Attuazione del piano rispetto a questa disciplina.
Eventuali osservazioni potranno essere presentate esclusivamente dai soggetti pubblici, anche a nome di soggetti privati (i privati faranno riferimento al Comune territorialmente competente), utilizzando l’allegato modulo, da trasmettere entro 30 giorni  alla casella di posta elettronica certificata  difesasuolo@pec.regione.veneto.it.

Il territorio della Regione del Veneto ricade nell’ambito di competenza delle Autorità di bacino distrettuali delle Alpi orientali e del bacino del fiume Po istituite con l’art. 64 del D.lgs 152/2006 che ha accorpato le precedenti Autorità di bacino di livello Interregionale e regionale a quelle di livello nazionale istituite con Legge 183/89, ora abrogata, nel seguente modo:

Autorità di bacino distrettuale delle Alpi orientali  (http://www.alpiorientali.it/)

  • Autorità di Bacino Nazionale dei Fiumi dell'Alto Adriatico
  • Autorità di Bacino Nazionale del Fiume Adige
  • Autorità di Bacino Interregionale del Fiume Lemene
  • Autorità di Bacino Regionale del Sile e della Pianura tra Piave e Livenza
  • Autorità di Bacino Scolante nella Laguna di Venezia

 
Autorità di bacino distrettuale del fiume Po (https://adbpo.gov.it/)

  • Autorità di Bacino Nazionale del Po
  • Autorità di Bacino Interregionale del Fiume Fissero-Tartaro-Canalbianco 

Le competenza delle Regioni nell’attività di pianificazione di bacino distrettuale sono individuate dal D.lgs 152/2006 all’art 61 rispettivamente alle: 

  • lettera a ) “collaborano nel rilevamento e nell'elaborazione dei piani di bacino dei distretti idrografici secondo le direttive assunte dalla Conferenza istituzionale permanente di cui all'articolo 63, comma 4, ed adottano gli atti di competenza “
  • lettera b) “formulano proposte per la formazione dei programmi e per la redazione di studi e di progetti relativi ai distretti idrografici”
  • lettera d) “per la parte di propria competenza, dispongono la redazione e provvedono all'approvazione e all'esecuzione dei progetti, degli interventi e delle opere da realizzare nei distretti idrografici, istituendo, ove occorra, gestioni comuni” 

Negli effetti, quindi, l’attività pianificatoria dell’ Autorità di bacino distrettuale si attua nel seguente modo:

  • Aggiornando gli stralci funzionali dei piani di bacino adottati dalle Autorità precedenti: 
    • Piani di Assetto Idrogeologico (PAI)
       
  • Sviluppando e coordinando le attività per i Piani disposti da Direttive comunitarie quali:
    • Piano di Gestione delle acque disposto con la Direttiva Quadro Acque 2000/60/CE e del Piano del Bilancio Idrico 
    • Piano di Gestione del Rischio alluvioni disposto con la Direttiva Alluvioni 2007/60/CE

 

Struttura di riferimento

  • Per i Piani di Assetto Idrogeologico (PAI) e i Piani di Gestione del Rischio Alluvioni (PGRA):

Area Tutela e Sicurezza del Territorio
Direzione Difesa Suolo e della Costa
Segreteria: tel. 041 279 2130 - 2357 - fax. 041 279 2234 - email: difesasuolo@regione.veneto.it - PEC: difesasuolo@pec.regione.veneto.it

  • Per il Piano di Gestione delle Acque (PdG):

Area Tutela e Sicurezza del Territorio
Direzione Ambiente
Segreteria: tel. 041 279 2143 - 2357 - fax. 041 279 2445 - email: ambiente@regione.veneto.it - PEC: ambiente@pec.regione.veneto.it

 

 



Data ultimo aggiornamento: 15 marzo 2022