Emergenza Coronavirus Emergenza Coronavirus

Viaggiatori

 

Ritorniamo a viaggiare in sicurezza. Di seguito riportiamo le norme e gli adempimenti previsti per gli Spostamenti su  territorio Nazionale e da/per l’Estero.

In questa sezione troverai le seguenti informazioni:

> Riferimenti Nazionali - Spostamenti su territorio nazionale

> Certificazioni Verdi, Digital green pass, Passenger Locator Form

> Spostamenti da/per Estero

> Riferimenti Regionali e Contatti utili 

 

Riferimenti Nazionali - Spostamenti su territorio nazionale

Il Consiglio dei Ministri, con decreto-legge 23 Luglio 2021, n.105, ha deliberato la proroga dello stato di emergenza sul territorio nazionale fino al 31 Dicembre 2021.

Gli spostamenti su territorio nazionale, regolati dal dpcm 2 marzo 2021, sono caratterizzati da misure differenziate da Regione a Regione, articolate in base a quattro fasce di rischio (bianca, gialla, arancione, rossa). L'appartenenza di una Regione a una o all'altra fascia è soggetta a revisione periodica. Le misure previste, in linea generale, per ciascuna fascia di rischio, sono indicate QUI.

A partire dal 26 aprile 2021 sono consentiti gli spostamenti in entrata e in uscita dai territori delle Regioni e delle Province autonome che si collocano nelle zone bianca e gialla.

Gli spostamenti in entrata e in uscita dai territori delle Regioni e delle Province autonome collocati in zona arancione o rossa sono consentiti ai soggetti muniti delle certificazioni verdi, a meno che non siano giustificati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute, oppure rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

TORNA SU

 

La Certificazione verde COVID-19 / EU digital COVID certificate

                      

Che cos'è la Certificazione verde COVID-19?

È una certificazione digitale e stampabile (cartacea) gratuita, che contiene un codice a barre bidimensionale (QR Code) e un sigillo elettronico qualificato. In Italia, viene emessa soltanto attraverso la piattaforma nazionale del Ministero della Salute.

La certificazione attesta una delle seguenti condizioni:

VACCINO: aver effettuato la vaccinazione contro il COVID-19. Sia per chi ha completato il ciclo vaccinale (con due dosi) o ha ricevuto la prima dose o il vaccino monodose da almeno 15 giorni;

GUARIGIONE DA COVID-19: essere guariti dal COVID-19 negli ultimi sei mesi 

TAMPONE: essere negativi al test molecolare o antigenico rapido nelle ultime 48 ore

La Certificazione verde COVID-19 / EU digital COVID certificate viene rilasciata dal Ministero della Salute, scopri come fare per ottenerla cliccando QUI

 

Cosa posso fare con la certificazione?

ITALIA: La Certificazione verde COVID-19 in ITALIA permette di partecipare a cerimonie civili e religiose, di accedere per le visite alle residenze sanitarie assistenziali o altre strutture ospedaliere, di spostarsi in entrata e in uscita da territori classificati in "zona rossa" o "zona arancione".

Dal 6 agosto servirà, inoltre, per accedere a qualsiasi tipo di servizio di ristorazione al tavolo al chiuso, spettacoli, eventi e competizioni sportive, musei, istituti e luoghi di cultura, piscine, palestre, centri benessere, fiere, sagre, convegni e congressi, centri termali, parchi tematici e di divertimento, centri culturali e ricreativi, sale da gioco e casinò, concorsi pubblici. 

Dal 1 settembre il personale scolastico e universitario e gli studenti universitari dovranno esibire il Green Pass. Sempre dal primo di settembre, il Green Pass, oltre che per i servizi sopraindicati, servirà anche per l'accesso e l'utilizzo dei seguenti mezzi di trasporto:

- aeromobili adibiti a servizi commerciali di trasporto di persone;
- navi e traghetti adibiti a servizi di trasporto interregionale, ad esclusione di quelli impiegati per i collegamenti marittimi nello Stretto di Messina;
- treni impiegati nei servizi di trasporto ferroviario passeggeri di tipo Inter City, Inter City Notte e Alta Velocità;
- autobus adibiti a servizi di trasporto di persone, ad offerta indifferenziata, effettuati su strada in modo continuativo o periodico su un percorso che collega più di due regioni ed aventi itinerari, orari, frequenze e prezzi prestabiliti; autobus adibiti a servizi di noleggio con conducente, ad esclusione di quelli impiegati nei servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale e regionale.
L’utilizzo degli altri mezzi di trasporto può avvenire anche senza green pass, fatta salva l’osservanza delle misure anti contagio.

Dal 15 ottobre e fino al 31 dicembre 2021 l’utilizzo della Certificazione verde Covid-19 verrà esteso a tutto il mondo del lavoro pubblico e privato. È quanto prevede il decreto legge approvato dal Consiglio dei ministri il 16 settembre 2021.

 

Le disposizioni di cui sopra non si applicano ai soggetti esclusi per età dalla campagna vaccinale (bambini al di sotto dei 12 anni) e ai soggetti esenti sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della Salute, clicca QUI per saperne di più.

EUROPA: Dal 1 luglio la Certificazione verde COVID-19 sarà valida come EU digital COVID certificate e renderà più semplice viaggiare da e per tutti i Paesi dell'Unione europea e dell’area Schengen.  In attesa che tutti i Paesi attivino l’EU digital COVID certificate fino al 12/08/2021 è possibile viaggiare in Europa anche senza Certificazione verde Covid-19 esibendo le certificazioni di completamento del ciclo vaccinale, di guarigione o di avvenuto test rilasciate dalle strutture sanitarie, dai medici e dalle farmacie autorizzate. Per tali certificazioni valgono gli stessi criteri di validità e durata della Certificazione verde.

Si invita a consultare, prima di mettersi in viaggio, il sito http://www.viaggiaresicuri.it/home, per conoscere le disposizioni vigenti nel Paese presso il quale ci si vuole recare.

 

La Certificazione verde COVID-19 / EU digital COVID certificate corrisponde al certificato che è rilasciato dopo il vaccino/tampone/guarigione?

No. I certificati rilasciati a seguito di avvenuta vaccinazione (prima/seconda dose o dose unica), o i certificati di guarigione, o quelli rilasciati a seguito di tampone, sono certificati rilasciati  in ambito regionale e non corrispondono alla Certificazione verde digitale (EU digital COVID certificate) la quale invece viene emessa da una piattaforma nazionale. La Certificazione verde COVID-19  / EU digital COVID certificate viene difatti rilasciata dal Ministero della Salute, scopri come fare per ottenerla cliccando QUI.

La Certificazione verde COVID-19 / EU digital COVID certificate mi consente anche di recarmi negli altri Paesi europei?

La Certificazione verde COVID-19 / EU digital COVID certificate dal 1 Luglio sarà valida anche per spostarsi  in tutti i Paesi dell'Unione europea e dell’area Schengen. Prima di metterti in viaggio consulta il sito http://www.viaggiaresicuri.it/home per conoscere le disposizioni vigenti nel Paese presso il quale ti vuoi recare.

 

Stai per arrivare in Italia da un viaggio all’Estero? Ecco cosa bisogna fare

Passenger Locator Form

Ricordati che è obbligatoria la compilazione del Modulo di localizzazione passeggero Digital PLF - Passenger Locator Form. I Passenger Locator Forms sono dei moduli per la localizzazione dei passeggeri da presentare al vettore o a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli. La compilazione è obbligatoria, a partire dal 24 maggio 2021, per chiunque faccia ingresso in Italia dall’estero (da qualsiasi Paese) per una qualsiasi durata e a bordo di qualunque mezzo di trasporto. Per conoscere i dettagli sulla compilazione clicca QUI. Altrimenti clicca QUI per procedere direttamente alla compilazione del modulo. Consulta inoltre la sezione dedicata agli Spostamenti da/per l’Estero per sapere gli adempimenti previsti per il Paese dal quale provieni o verso il quale ti vuoi recare.

Dopo aver compilato il Passenger Locator Form consulta la sezione successiva per conoscere le ulteriori disposizioni previste per il Paese di provenienza.

TORNA SU

 

Spostamenti da/per Estero

Gli spostamenti da e verso l’Estero sono regolati dal DPCM del 2 marzo 2021. Il DPCM prevede Elenchi di Paesi per i quali sono in vigore differenti misure restrittive ed adempimenti.

Di seguito sono riportati gli elenchi di Paesi (consultabili cliccando su ciascun elenco) e le disposizioni relative a ingresso in Italia e spostamenti dall’Italia. Cerca il Paese dal quale vuoi rientrare o presso il quale ti vuoi recare per sapere cosa bisogna fare.

  
ELENCO A  
 

Quali Paesi ne fanno  parte? San Marino, Città del Vaticano.

Quali sono le disposizioni previste? nessuna limitazione. 

Le certificazioni di vaccinazione e guarigione emesse dalle rispettive autorità sanitarie competenti sono a tutti gli effetti equivalenti a quelle Italiane e quindi possono essere usate, qualora necessario, sul territorio Italiano. Tali certificazioni possono essere esibite in formato cartaceo o digitale. Per i residenti nella Repubblica di San Marino, già sottoposti a un ciclo vaccinale, non si applicano le disposizioni relative al Green Pass fino al 31 dicembre 2021.

 

 

Quali Paesi ne fanno  parte? Al momento, nessuno Stato è ricompreso in questo elenco.

 

 

Quali Paesi ne fanno parte? Austria, Belgio, Bulgaria,  Cipro,  Croazia,  Danimarca  (incluse isole Faer Oer e Groenlandia), Estonia, Finlandia,  Francia  (inclusi Guadalupa, Martinica, Guyana,  Riunione,  Mayotte  ed  esclusi  altri territori situati al di  fuori  del  continente  europeo),  Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi  Bassi (esclusi territori situati  al  di  fuori  del  continente  europeo), Polonia, Portogallo (incluse Azzorre  e  Madeira),  Repubblica  Ceca, Romania,  Slovacchia,  Slovenia,  Spagna   (inclusi   territori   nel continente  africano),  Svezia,  Ungheria,  Islanda,   Liechtenstein, Norvegia, Svizzera, Andorra, Principato di Monaco.

Sono consentiti gli spostamenti da/per i Paese dell’Elenco C? Gli spostamenti da/per questi Paesi sono consentiti senza necessità di motivazione, anche per turismo, a patto che non si abbia soggiornato o transitato in uno dei Paesi in elenco E nei 14 giorni prima dell’ingresso in Italia. In tal caso seguire le disposizioni all'elenco D e/o E.

Quali sono le disposizioni previste? Per tutti coloro che hanno soggiornato o transitato nei quattordici giorni antecedenti all’ingresso in Italia in uno o più Stati e territori di cui all’Elenco C sono previsti i seguenti adempimenti:

1. presentare al vettore all’atto dell’imbarco e a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli, la  Certificazione verde COVID-19 / EU digital COVID certificate da cui risulti una delle condizioni:

- VACCINO: aver completato il ciclo vaccinale prescritto anti-SARS-CoV-2 .

oppure

- GUARIGIONE DA COVID 19: esser guariti da COVID-19 (la validità del certificato di guarigione è pari a 180 giorni dalla data del primo tampone positivo)

oppure

- TAMPONE: essersi sottoposti a tampone molecolare o antigenico effettuato nelle 48 ore prima dell’ingresso in Italia con esito negativo. I minori al di sotto dei 6 anni sono esentati dall’effettuare il tampone pre-partenza

2. compilare il Passenger Locator Form digitale a questo link https://app.euplf.eu/ prima dell’ingresso in Italia, in sostituzione dell’autodichiarazione

La mancata presentazione della Certificazione verde COVID-19 / EU digital COVID certificate (punto 1) comporta che il soggetto sia sottoposto a isolamento fiduciario per 5 giorni, al termine dei quali verrà effettuato un tampone antigenico o molecolare.

Si precisa che: le certificazioni devono essere presentate in una delle seguenti lingue: italiana, inglese, francese o spagnola. La certificazione relativamente al completamento del ciclo vaccinale deve riferirsi ad uno dei quattro vaccini approvati dall’Agenzia europea per i medicinali: Comirnaty di Pfizer-BioNtech, Moderna, Vaxzevria, Janssen (Johnson & Johnson).

Deroghe: sono previste eccezioni a tali obblighi.  Clicca QUI per conoscere le eccezioni.

Attenzione: Regole specifiche sono state adottate per chi ha soggiornato o transitato nel Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord (compresi Gibilterra, Isola di Man, Isole del Canale e basi britanniche nell’isola di Cipro ed esclusi i territori non appartenenti al continente Europeo). Consulta la sezione dedicata ai paesi dell'Elenco D.

Validità: le disposizioni sono valide sino al 15 dicembre 2021.

 

ELENCO D  

Quali Paesi ne fanno parte? 

Arabia Saudita, Australia, Bahrein, Canada, Cile, Emirati  Arabi Uniti, Giappone, Giordania, Kosovo, Israele, Kuwait, Nuova  Zelanda, Qatar, Ruanda, Regno Unito  di  Gran  Bretagna  e  Irlanda  del  nord (compresi  Gibilterra,  Isola  di  Man,  Isole  del  Canale  e   basi britanniche  nell'isola  di  Cipro  ed  esclusi   i   territori   non appartenenti al continente europeo), Repubblica di Corea,  Singapore, Stati   Uniti  d'America,  Ucraina,  Uruguay,  Taiwan,  Regioni amministrative speciali di Hong Kong e di Macao.

Sono consentiti gli spostamenti da/per i Paese dell’Elenco D? Gli spostamenti da/per questi Paesi sono consentiti senza necessità di motivazione.

Quali sono le disposizioni previste? Per tutti coloro che hanno soggiornato o transitato nei quattordici giorni antecedenti all’ingresso in Italia in uno o più Stati e territori di cui all’Elenco D sono previsti i seguenti adempimenti:

1. presentare la certificazione verde COVID-19 o certificato equivalente che attesti l'avvenuta vaccinazione del soggetto. Le persone che hanno soggiornato o transitato, nei quattordici giorni antecedenti all'ingresso nel territorio nazionale, in Canada, Giappone e Stati Uniti d'America, possono, in alternativa, esibire la Certificazione verde COVID-19 di avvenuta guarigione ovvero la certificazione rilasciata dalle autorità sanitarie competenti attestante l'avvenuta guarigione. Tali certificazioni possono essere esibite in formato digitale o cartaceo.

2. obbligo di presentazione della certificazione di essersi sottoposti ad un test molecolare o antigenico effettuato nelle 72 ore antecedenti l’ingresso con risultato negativo. Nel caso di ingressi da UK e Irlanda del Nord (compresi Gibilterra, Isola di Man, Isole del Canale e basi britanniche nell’isola di Cipro ed esclusi i territori non appartenenti al continente Europeo) il tampone deve essere fatto entro le 48 ore dall’ingresso in Italia

3. obbligo di compilare il Passenger Locator Form digitale a questo link https://app.euplf.eu/ prima dell’ingresso in Italia, o autodichiarazione da consegnare al vettore all’atto dell’imbarco e a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli

Se non sei in possesso del certificato di avvenuta vaccinazione (punto 1) e del test molecolare o antigenico (punto 2) sono previste le seguenti disposizioni:

​- comunicare il proprio ingresso in Italia al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio

- raggiungere la propria destinazione finale in Italia solo con mezzo privato

- sottoporsi ad isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria per 5 giorni presso l’indirizzo indicato nel Passenger Locator Form

- sottoporsi al termine dell’isolamento di 5 giorni ad un ulteriore tampone molecolare o antigenico.

Si precisa che: le certificazioni devono essere presentate in una delle seguenti lingue: italiana, inglese, francese o spagnola. La certificazione relativamente al completamento del ciclo vaccinale deve riferirsi ad uno dei quattro vaccini approvati dall’Agenzia europea per i medicinali: Comirnaty di Pfizer-BioNtech, Moderna, Vaxzevria, Janssen (Johnson & Johnson).

Deroghe: Sono previste eccezioni a tali obblighi. Clicca QUI per conoscere le eccezioni.

Validità: le disposizioni sono valide sino al 15 dicembre 2021.

 

ELENCO E  
 

Quali Paesi ne fanno parte? Tutti gli Stati e territori non espressamente indicati in altro elenco

Sono consentiti gli spostamenti da/per i Paese dell’Elenco E? Gli spostamenti da/per il resto del mondo sono consentiti solo in presenza di precise motivazioni, quali: lavoro, motivi di salute, motivi di studio, assoluta urgenza, rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. Non sono quindi consentiti spostamenti per turismo.

Quali sono le disposizioni previste? Per tutti coloro che hanno soggiornato o transitato nei quattordici giorni antecedenti all’ingresso in Italia in uno o più Stati e territori di cui all’Elenco E sono previsti i seguenti adempimenti:

  • obbligo di compilare il modulo Passenger Locator Form digitale a questo link https://app.euplf.eu/ prima dell’ingresso in Italia. Il modulo, che sostituisce l’autodichiarazione, va presentata su richiesta al vettore all’atto dell’imbarco e a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli alla frontiera
  • obbligo di presentazione della certificazione di essersi sottoposti ad un test molecolare o antigenico effettuato nelle 72 ore antecedenti l’ingresso con risultato negativo
  • a prescindere dall’esito del test devono dare comunicazione del proprio ingresso nel territorio nazionale al Dipartimento di prevenzione dell’Azienda ULSS competente per territorio
  • raggiungere la propria destinazione finale in Italia solo con mezzo privato
  • devono sottoporsi a isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria per un periodo di dieci giorni

  • devono effettuare un ulteriore test molecolare o antigenico al termine dei dieci giorni di isolamento fiduciario

Deroghe: sono previste eccezioni a tali obblighi.  Clicca QUI per conoscere le eccezioni.

Validità: le disposizioni sono valide sino al 15 dicembre 2021.

 

Corridoi turistici Covid-free 

Con ordinanza del 28 settembre 2021 sono istituiti in via sperimentale, e con precisi protocolli di sicurezza, dei corridoi turistici Covid-free per mete turistiche extra Ue. I corridoi turistici sono operativi verso Aruba, Maldive, Mauritius, Seychelles, Repubblica Dominicana, Egitto (limitatamente alle zone turistiche di Sharm El Sheikh e Marsa Alam). Clicca QUI per saperne di più.

 

Contatti:

dall'Italia numero di pubblica utilità 1500
dall'estero  i numeri +39 0232008345 - +39 0283905385

 

Per ulteriori approfondimenti cliccare QUI

(Fonte: Ministero della Salute)
  

Per rimanere aggiornati, consulta le schede Paese, disponibili nella sezione Viaggiare Sicuri del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

 

Pianifica il tuo viaggio in tutta sicurezza

Riportiamo di seguito due link utili per potersi orientare tra le disposizioni vigenti nei differenti Paesi e per poter organizzare al meglio il proprio viaggio.

 

VIAGGIARE SICURI – QUESTIONARIO  INFORMATIVO

Sul portale della Farnesina Viaggiare Sicuri è, inoltre, disponibile un questionario dal carattere meramente informativo ed anonimo per chi è in partenza per l’estero o deve rientrare in Italia, basato sulla normativa italiana attualmente in vigore.

“Devi uscire dall’Italia o entrare nel nostro Paese dall’estero? Compila online il questionario dell’Unità di Crisi e informati sulla normativa italiana che si applica al tuo caso” è l’invito della Farnesina ai connazionali.

Clicca sull’immagine in basso per accedere al questionario:

 

 

RE - OPEN EU

Riaprire l'UE è un sito ed un'APP, costantemente aggiornati, che forniscono informazioni sulle varie misure in vigore ed requisiti per l'accesso nei vari Paesi nell'Unione Europea. Su questa piattaforma è, inoltre, possibile consultare una mappa dell'Europa che mostra, con colori differenti, la situazione dei contagi da COVID-19 nei singoli Paesi e le relative misure restrittive.

Clicca QUI per accedere alla piattaforma RE - OPEN.

 

TORNA SU

Riferimenti Regionali e Contatti utili

Riferimenti e contatti

Per ulteriori informazioni, e per le dovute comunicazioni in caso di rientro dall’estero da paesi per i quali è previsto l’obbligo di dichiarazione dell’ingresso nel territorio nazionale, si rimanda al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda ULSS territorialmente competente (vedi contatti sotto riportati). Si informa che è attivo anche il numero verde regionale 800 462340. 

 

ULSS 1 DOLOMITI

ULSS 2 MARCA TREVIGIANA

ULSS 3 SERENISSIMA

ULSS 4 VENETO ORIENTALE

  • Recapiti telefonici: 0421 228382, orario feriale dalle 8.30 alle 13.00, orario festivi dalle 9.00 alle 13.00
  • Mail: rientrosorv@aulss4.veneto.it

ULSS 5 POLESANA

ULSS 6 EUGANEA

ULSS 7 PEDEMONTANA

ULSS 8 BERICA

  • Recapiti telefonici: 800 277 067, per chi telefona dall'estero 0039 0444 935505, ldal lunedi al venerdi dalle 9.00 alle 19.00 - sabato e domenica dalle 9.00 alle 14.00
  • Mail: rientro.estero@aulss8.veneto.it

ULSS 9 SCALIGERA

TORNA SU

è inoltre raccomandata, con ordinanza regionale n.112 del 19 luglio 2021 valida dal 20 luglio al 31 agosto 2021, l’esecuzione di un test molecolare o antigenico all’arrivo e se non si è vaccinati ad un ulteriore test entro le 72 ore dall’ingresso nel territorio veneto

Data ultimo aggiornamento: 26 ott 2021