Progetto Interreg SHELTER

IIl progetto SHELTER nasce dalle problematiche poste dall’abbandono e dal degrado degli edifici rurali storici nell’area trans-frontaliera italoaustriaca. Si tratta di una questione significativa che ha conseguenze quali l’aumento del rischio idro-geologico e la diminuzione della biodiversità, la perdita di suolo produttivo e di un ricco patrimonio storico. Per contrastare queste criticità, il progetto mira a unire la conservazione degli edifici con lo sviluppo del paesaggio montano, recuperando casi esemplari di patrimonio in abbandono e inserendoli nella rete dei percorsi escursionistici e ciclo-turistici, coniugandoli alle attività associative e produttive locali.

SHELTER partirà dalla base conoscitiva offerta dai progetti europei passati per il recupero sostenibile del patrimonio storico. Sperimentando questo know-how verranno realizzati interventi di recupero di edifici e percorsi per avviare nuove funzionalità del patrimonio e supportare lo sviluppo locale, accompagnati da incontri di partecipazione con gli abitanti. In questo modo verranno definiti un repertorio costruttivo e un set d’indicatori per il patrimonio trans-frontaliero, che saranno diffusi fra le amministrazioni e le imprese tramite degli incontri con le associazioni di settore.

In sintesi, il progetto elaborerà strumenti e sperimenterà lo sviluppo di nuove funzionalità per gli edifici rurali storici e il loro paesaggio, che ne sostenga la conservazione e l’utilizzo durevole nel contesto attuale. Il progetto mira a:

  • realizzare interventi di recupero esemplari del patrimonio rurale montano nei Comuni di Val di Zoldo (BL), Valbrenta (VI) e Anras (Tirolo).
  • sviluppare una repertorio di soluzioni costruttive, degli indicatori di sostenibilità e uno studio economico comparativo per il recupero del patrimonio nell’area transfrontaliera italo-austriaca;
  • svolgere attività di diffusione nei settori edilizio e turistico.

Il partenariato del progetto coinvolge 3 Comuni del Veneto e del Tirolo (Val di Zoldo, Valbrenta, Anras, l’associazione alto-atesina Plattform Land, insieme all’istituto di ricerca EURAC e alla Regione Veneto, che svolge il ruolo di Partner Capofila.



Referente Progetto
arch. Franco Alberti
Tel: +39 041.279.2374 | Fax: +39 041.279.2383
franco.alberti@regione.veneto.it

 



Data ultimo aggiornamento: 03 ottobre 2019