Attività motoria

 

Piano regionale per la Promozione dell'Attività Motoria nel Veneto

 

Gli effetti positivi dell’esercizio fisico sulla patologia cronica non trasmissibile (da quella cardiovascolare, al diabete, ad alcune patologie neoplastiche quali il cancro del colon e della mammella, ecc.) sono solidamente documentati.


La Regione del Veneto ha pertanto approvato con DGR n. 1563 del 26.08.2014 il Piano Regionale per la Promozione dell’Attività Motoria nel Veneto, con la finalità di promuovere l’attività motoria per tutta la popolazione, sviluppando le progettualità già in essere nell’ottica della trasversalità e della multisettorialità.


Gli obiettivi sono conformi anche al Piano Nazionale Prevenzione 2014-2018, nell’ottica di ridurre il carico prevenibile ed evitabile di morbosità, mortalità e disabilità delle malattie non trasmissibili. Il piano si articola nello sviluppo delle seguenti aree:


a) interventi sulla popolazione sedentaria sana, promuovendo in setting specifici - quali quello scolastico, lavorativo e di comunità - il movimento, sia nella quotidianità che in occasioni organizzate, ivi compresi gli interventi attuati mediante il laboratorio esperienziale MuoverSì;
b) interventi sulla popolazione con presenza di uno o più fattori di rischio o con patologie specifiche che possono trarre beneficio dal movimento, anche predisponendo percorsi di esercizio fisico strutturato (Prescrizione dell’esercizio fisico);

c) interventi finalizzati alla creazione di contesti specifici idonei alla promozione dell’attività motoria con interventi strutturali e ambientali;

d) azioni di comunicazione, informazione e formazione, rivolti sia alla popolazione che agli operatori sanitari, nell’ambito dei 3 livelli di intervento di cui ai punti precedenti.


(…CONTINUA e STAMPA)

 

RIFERIMENTI GIURIDICO/AMMINISTRATIVI

Piano Nazionale Prevenzione - PNP

 



Data ultimo aggiornamento: 31 dicembre 2019