Agriturismo


Per attività agrituristica si intende esclusivamente l’attività di ricezione ed ospitalità esercitata dall’imprenditore agricolo attraverso l'utilizzazione della propria azienda in rapporto di connessione e complementarietà rispetto alle attività di coltivazione del fondo, silvicoltura, allevamento del bestiame, che devono rimanere principali. Quindi il tempo lavoro impiegato nell'attività agricola deve essere superiore a quello impiegato nell'attività agrituristica.

 

Requisiti per l'esercizio dell'attività agrituristica

L'attività agrituristica può essere attivata da:

  • imprenditori agricoli definiti ai sensi dell'articolo 2135 del Codice civile (anche non IAP) singoli o associati attraverso l'utilizzazione della propria azienda
  • imprenditori agricoli che svolgono attività agricola da almeno due anni. 
  • imprenditori agricoli che hanno superato il corso formativo di almeno cento ore, anche in forma modulare come stabilito dalla DGR n. 1205/2012 (tali corsi sono, di norma, organizzati dalle Associazioni di categoria degli agricoltori e comunque dagli organismi di formazione accreditati ai sensi della L.r. n. 19/2002).

Il requisito del biennio e del corso possono essere in capo, oltre al titolare e al legale rappresentante, alle seguenti figure:

a) partecipi nelle imprese familiari;

b) soci nelle società di persone;

c) amministratori e/o soci persone fisiche munite di apposita delega nelle società di capitali.

L’esenzione all’obbligo del corso è prevista per i laureati in agraria o in possesso di titoli equipollenti.

 Per aprire un’attività agrituristica è necessario:

  • presentare alla Provincia, dove avrà sede l'attività agrituristica, domanda di riconoscimento dei requisiti e di approvazione del Piano Agrituristico Aziendale mediante l'utilizzo dell'apposita procedura telematica;
  • presentare al Comune, in cui avrà sede l'attività agrituristica, modello SCIA (segnalazione certificata d'inizio attività) reperibile al seguente link.

Un’azienda agrituristica può svolgere le seguenti attività (fermi restando i limiti, a seguito d'istruttoria in capo agli enti delegati): 

  • dare ospitalità in alloggi (max. 30 posti letto);
  • dare ospitalità in spazi aperti (max. 30 persone);
  • somministrare pasti, bevande e puntini;

Le denominazioni agriturismo o simili, sono riservate alle attività che vengono svolte da operatori in possesso dei titoli per l'avvio dell'esercizio.

 Per avere maggiori informazioni e per conoscere la normativa è attivo il portale regionale PIAVe ,  oppure ci si può rivolgere alla  Provincia e al  Comune di residenza. Il collegamento ai siti istituzionali è nell’elenco “Banca dati degli Enti”.

 La Regione del Veneto prevede delle agevolazioni e dei contributi nell’ambito del  PSR VENETO 2014/20 per le imprese agrituristiche: 


Contatti:
Per ulteriori informazioni le Strutture Regionali di riferimento sono :
- Unità Organizzativa Promozione Agroalimentare - Via Torino, 110 – 30172 MESTRE-VE  - Tel. 041 279 5588 - 5577 -5456  -  Fax 041 279 5491 -  e-mail: promointegrata@regione.veneto.it -
PEC : promoeconomia@pec.regione.veneto.it
-Unità Organizzativa Competitività imprese agricole -Palazzo ex Gazzettino - Via Torino, 110 - 30172 Mestre (VE)
Tel. 041 2795547 - Fax 041 2795575 - e-mail: agroalimentare@regione.veneto.it
PEC: agroalimentare@pec.regione.veneto.it


Inoltre, AVEPA  (Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura) provvede alla definizione della procedura amministrativa e della modulistica necessaria alla presentazione delle istanze.

Tel. 049/7708711 Fax 049/7708750 

e-mail: protocollo@cert.avepa.it sito web: www.avepa.it

 

 



Data ultimo aggiornamento: 22/08/2018

agriturismo: alcune iniziative a livello locale
segnala una iniziativa

Compila il form online, dedicato agli Enti del territorio, per poter segnalare iniziative istituzionali rivolte ai cittadini del Veneto che saranno pubblicate e segnalate all'interno di queste pagine.



Data ultimo aggiornamento: 09/12/2015