Progetto Integrato Fusina


NEWS

E' stato pubblicato il portale web tematico Sistema Venezia.
Una sezione del sito è dedicata al Progetto Integrato Fusina: in essa si possono trovare ulteriori infomazioni.
------------------------------------------------------------------------------------------------------
 

Il Progetto Integrato Fusina – P.I.F. è un’opera di alto profilo ingegneristico, di carattere strategico, che riveste una preminente funzione pubblica. Gli obiettivi originari di base sono tre:

  • La riduzione dell’inquinamento generato sul bacino scolante nella Laguna di Venezia, limitando in modo drastico gli scarichi ancorché depurati;
  • La bonifica dei siti inquinati di Porto Marghera in cui il P.I.F. rappresenta l’elemento chiave per il ciclo delle acque;
  • L’ottimizzazione della gestione delle risorse idriche attuando un esteso riciclo dell'acqua usata per fini industriali.

Nello specifico, il progetto prevede di concentrare e trattare in un’unica piattaforma multifunzionale tutti gli scarichi civili e le acque di pioggia di Mestre, Marghera e del bacino del Mirese (oltre 110.000 m3 al giorno), gli scarichi industriali e le acque di falda inquinate derivanti dai sistemi di messa in sicurezza del sito di Porto Marghera, oltre alle acque di dilavamento di siti potenzialmente inquinati (circa 50.000 m3 al giorno).

L'acqua, dopo aver subito un ulteriore affinamento nella zona umida di fitodepurazione predisposta in Cassa di Colmata “A”, viene restituita depurata e rinnovata (fino a 90.000 m3 al giorno) per usi industriali, agli impianti di raffreddamento, consentendo così di riservare acqua di buona qualità ad uso potabile proveniente dal fiume Sile, da destinare, attraverso il grande sistema di interconnessione degli acquedotti del Veneto centrale, verso le aree più sfavorite del territorio regionale, quali quelle del Veneto Meridionale.Il progetto prevede la realizzazione dello scarico finale in mare aperto, mediante una condotta subacquea che trasferisce le acque depurate dalla sezione finale dell’impianto, in un punto posto a circa 10 km al largo del Lido di Venezia, nel rispetto di limiti più restrittivi di quelli imposti dalla Comunità Europea.

Con la sottoscrizione del I Atto Integrativo alla concessione originaria, il Progetto Integrato Fusina diviene ancor più intervento di riferimento per la riqualificazione territoriale, determinando una stretta connessione con l’attuazione dell’ “Accordo di Programma per la gestione dei sedimenti di dragaggio dei canali di grande navigazione e la riqualificazione ambientale, paesaggistica, idraulica e viabilistica dell'area di Venezia - Malcontenta – Marghera”, denominato “Accordo Moranzani”, siglato il 31 marzo 2008 da 12 soggetti diversi in rappresentanza della Pubblica Amministrazione, dell’Industria e dei Consorzi di Bonifica, che sono riusciti a condividere una serie di azioni che permetteranno di riqualificare una delle aree oggi più degradate della terraferma veneziana.

Download:

Il Progetto Integrato Fusina e l'utilizzo della fitodepurazione formato PDF 1 mb

 



Data ultimo aggiornamento: 28/08/2014

Link statici 2
Contenuto Html