DGR 681 - 2016 - Garanzia adulti

Con deliberazione n. 681 del 17 maggio 2016, la Regione del Veneto, ha emanato un bando per la realizzazione di interventi di accompagnamento al lavoro per i disoccupati adulti, con oltre 50 anni di età ed un'anzianità di disoccupazione oltre i 12 mesi.
Con questo intervento, la Regione, replicando alcuni meccanismi previsti nel programma di Garanzia Giovani, offre ai disoccupati adulti un set di azioni fortemente incisive per l'ingresso nel mercato del lavoro. In particolare si garantisce un accesso molto veloce ai servizi, un punto di riferimento unico per l'avvio dei percorso presso il sistema regionale dei centri per l'impiego, un adattamento individuale del percorso in funzione del profilo di occupabilità e delle caratteristiche dell'utente.
Il percorso prevede che un disoccupato che ha più di 50 anni di età ed una disoccupazione oltre i 12 mesi venga convocato dal centro per l’impiego per la conferma dei dati anagrafici, per la conferma della dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro e per l’effettuazione di un colloquio di primo orientamento. In un secondo momento, il disoccupato effettuerà con un ente privato accreditato dalla Regione del Veneto un colloquio di orientamento più approfondito (di II livello), successivamente al quale sarà indirizzato o verso il percorso di accompagnamento al lavoro o verso l’avvio di un percorso di autoimprenditorialità.


Documenti

Delibera n. 681 del 17 maggio 2016 Interventi per lavoratori disoccupati over 50 - Garanzia Adulti
Delibera n. 681 del 17 maggio 2016 - Allegato A - Avviso
Delibera n. 681 del 17 maggio 2016 - Allegato B - Direttiva

Presentazione della Garanzia adulti
 
DDR 193 del 30 maggio 2016 - Guida alla progettazione e modulistica relativa alla DGR 681 del 17.05.2016 Garanzia Adulti

DDR 268 del 4 luglio 2016 - Nomina nucleo di valutazione progetti di Garanzia Adulti

DDR n. 70 del 29 agosto 2016 - Approvazione dei progetti
DDR n. 70 del 29 agosto 2016 - Allegato A - Progetti ammissibili
DDR n. 70 del 29 agosto 2016 - Allegato B - Progetti finanziati 

DDR n. 140 del 28 settembre 2016 - Approvazione documenti Profilazione disoccupati adulti
DDR n. 140 del 28 settembre 2016 - Allegato A - Documento Profilazione disoccupati adulti
DDR n. 140 del 28 settembre 2016 - Allegato B - Abstract di sintesi

DDR n.280 del 15 giugno 2017 - Proroga della conclusione delle attività progettuali
DGR n.957 del 23 giugno 2017 - Integrazione alla Direttiva in riferimento all'erogazione incentivi all'assunzione

Domande frequenti

D. Gli incentivi alla assunzione previsti nella Direttiva per la realizzazione di interventi per lavoratori disoccupati over 50 – Garanzia adulti, sono riconosciuti per i contratti in somministrazione? (aggiornata in data 5 luglio 2017)
R. Sì, sono riconosciuti anche per i contratti in somministrazione purché siano riferiti o a contratti a tempo indeterminato o a contratti a tempo determinato di durata minima di 6 mesi così come indicato nella DGR n.957 del 23/06/2017 che integra, limitatamente alla sola modalità di erogazione dell’incentivo all’assunzione, la Direttiva per la realizzazione di interventi per lavoratori disoccupati over 50 - Garanzia Adulti - Anno 2016, approvata con la DGR n. 681/2016.
L’incentivo all’assunzione viene riconosciuto al somministratore (agenzia per il lavoro) purché il suo importo venga detratto dal costo del lavoro addebitato all’azienda utilizzatrice.
Si veda a tal proposito quanto indicato al punto 3) della comunicazione a firma del Direttore della Direzione Lavoro (protocollo n. 507938 del 23/12/2016) già a suo tempo inviata a tutti gli enti capofila dei progetti.
Nel caso di contratto a tempo determinato in somministrazione vale la durata minima di 6 mesi presso la medesima azienda utilizzatrice e non come cumulabilità di periodi svolti presso aziende diverse.

D. L’indennità di partecipazione da riconoscere ai destinatari è riconosciuta anche per le ore relative all’orientamento specialistico (Fase II)?
R. L’indennità di partecipazione non è riconosciuta al destinatario per la sua partecipazione all’orientamento specialistico (Fase II). L’indennità di partecipazione è invece riconosciuta per le ore di attività frequentate dal destinatario nell’ambito della Fase III (Percorso di accompagnamento al lavoro oppure Percorso per l’autoimprenditorialità). Si ricorda che l’indennità è riconoscibile per le ore effettivamente svolte dal destinatario, posto che deve essere garantita la partecipazione ad almeno il 70% delle ore di attività previste nel suo Piano di Servizio Personalizzato.

D. Un destinatario di un progetto della Garanzia Adulti sta per essere assunto in un’azienda il cui titolare ha legami di parentela con lo stesso destinatario. L’azienda ha diritto a ricevere l’incentivo per l’assunzione previsto dalla Garanzia Adulti? 
R. No, non potrà essere riconosciuto all’azienda nessun incentivo per l’assunzione nel caso in cui la persona assunta sia legata da vincoli di parentela di livello inferiore al terzo grado con l’imprenditore individuale, o con il titolare dello studio professionale o con altre figure che rivestano posizioni assimilabili con riferimento al soggetto giuridico che usufruisce dell’incentivo (come il rappresentante legale delle società o il socio unico delle società uni personali o il socio con facoltà decisionale, secondo quanto previsto dalla normativa vigente).


D. Un’azienda può richiedere l’incentivo per l’assunzione previsto dalla Garanzia Adulti se assume a tempo determinato, ad es. per un periodo di 6 mesi, e poi trasforma lo stesso contratto in un tempo indeterminato? (aggiornata in data 5 luglio 2017)
R. Come indicato a pag. 20 dell’allegato B alla DGR 681 del 17/05/2016, e successiva modifica introdotta dalla DGR n.957 del 23/06/2017, l’azienda può richiedere l’incentivo se assume a tempo indeterminato o con contratto a tempo determinato di durata non inferiore ai 6 mesi. La durata di 6 mesi può anche essere raggiunta con un contratto a tempo determinato e la successiva proroga da parte della medesima azienda, purché tale proroga avvenga entro il termine delle attività progettuali. Ovviamente anche la trasformazione del contratto da determinato ad indeterminato deve avvenire entro il termine del progetto.


D. Un’azienda che assume un destinatario della Garanzia Adulti tramite somministrazione a tempo determinato, ad es. per 2 mesi, e poi decide di contrattualizzare direttamente il destinatario con un contratto a tempo determinato di 4 mesi ha diritto a ricevere l’incentivo per l’assunzione? (aggiornata in data 5 luglio 2017)
R. No, non ne ha diritto. Nel caso specifico si fa riferimento a due contratti con due soggetti distinti: il primo di 2 mesi con l’Agenzia per il Lavoro (contratto di somministrazione) e il secondo di 4 mesi con l’azienda. Come indicato a pag. 20 dell’allegato B alla DGR 681 del 17/05/2016, e successiva modifica introdotta dalla DGR n.957 del 23/06/2017, l’azienda può richiedere l’incentivo se assume a tempo indeterminato o con contratto a tempo determinato di durata non inferiore ai 6 mesi (la durata di 6 mesi può anche essere raggiunta con un contratto a tempo determinato e la successiva proroga da parte della medesima azienda, purché tale proroga avvenga entro il termine delle attività progettuali).


D. Se un’azienda assume un destinatario di Garanzia Adulti con contratto intermittente (o a chiamata) ha diritto a richiedere l’incentivo per l’assunzione? 
R. No, non ne ha diritto. L’obiettivo della Garanzia Adulti è cercare di garantire ai destinatari disoccupati over 50 un’importante e continuativa esperienza professionale. Non è pertanto possibile richiedere l’incentivo in caso di contratto intermittente (o a chiamata), poiché per esso non è previsto un orario minimo tale da garantire la continuità richiesta.


D. L’incentivo per l’assunzione previsto dalla Garanzia Adulti vale anche per il 2017 o era valido solo per le assunzioni intercorse nel 2016? (aggiornata in data 5 luglio 2017)
R. L’incentivo per l’assunzione può essere richiesto per le nuove assunzioni di destinatari dei progetti di Garanzia Adulti intercorse tra l’inizio dei progetti, settembre 2016, ed entro il termine delle attività progettuali, dicembre 2017, così come recentemente disposto dal DDR n.280 del 15 giugno 2017 di proroga della conclusione delle attività progettuali. Le date esatte di avvio e termine dei progetti di Garanzia Adulti vanno verificate con gli enti promotori. Si precisa che un’azienda può richiedere l’incentivo per l’assunzione di un destinatario over 50 solo se questi ha intrapreso un percorso di accompagnamento al lavoro previsto nella Fase III del programma.


D. Un’azienda ha diritto a richiedere l’incentivo per l’assunzione solo se assume un destinatario che ha intrapreso un percorso di accompagnamento al lavoro previsto nella Fase III del programma. In questo senso è sufficiente che l’attività sia erogata anche per una sola ora? 
R. Nell’allegato B alla DGR 681 del 17/05/2016 non è specificato il numero di ore minime della Fase III che un destinatario over 50 deve aver frequentato affinché l’azienda che lo assume possa beneficiare dell’incentivo.


D. In che caso vengono riconosciute all’ente promotore di un progetto le attività a risultato riferite alla Fase III Percorso di accompagnamento al lavoro? (aggiornata in data 15 giugno 2017)
R. Le attività dedicate all’incrocio domanda-offerta, coaching e assistenza alla preselezione saranno riconosciute esclusivamente a risultato occupazionale e parametrate sulla base del profiling del destinatario (come indicato a pag.15 dell’Allegato B alla DGR 681/2016).
L’ente promotore dovrà essere in grado di esibire evidenze formali atte a dimostrare che il risultato occupazionale è stato ottenuto grazie alle attività da esso svolte, o dai partner di progetto, successivamente alla Fase II. L’ente deve perciò dimostrare di aver organizzato a favore del destinatario almeno un colloquio di lavoro.
È sufficiente tenere agli atti stampa della email/comunicazione di richiesta di colloquio. L’ente promotore è responsabile della corretta conservazione di tali evidenze formali che devono essere rese disponibili per le opportune verifiche da parte dei competenti uffici regionali.

D. In che caso un’azienda ha diritto a richiedere l’incentivo per l’assunzione previsto dalla Garanzia Adulti? (aggiornata in data 15 giugno 2017)
R. Un’azienda che assume un destinatario over 50 iscritto al Programma Garanzia Adulti può chiedere l’incentivo per l’assunzione se il destinatario ha partecipato alle attività relative alla Fase II, confermando la sua disponibilità a partecipare alle attività previste dalla fase III, sempre che la tipologia e durata del contratto proposto soddisfino i requisiti indicati a pag. 20 dell’Allegato B alla DGR 681/2016, e successive modifiche e integrazioni.



Recapiti

Ufficio Programmazione e Valutazione FSE
Sezione Lavoro
Tel. 041279 5305 - 5343



Data ultimo aggiornamento: 05/07/2017

siti tematici

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
Italia Lavoro
Veneto Lavoro

Consigliera di parità



Data ultimo aggiornamento: 08/02/2016