Pubblica Utilità e Cittadinanza Attiva. Progetti per l’inserimento lavorativo temporaneo di disoccupati privi di tutele - Anno 2018

Con la deliberazione n. 624 del 8 maggio 2018 è stato approvato e finanziato con 4 milioni di euro il nuovo bando per i progetti di lavoro di pubblica utilità e cittadinanza attiva per l’anno 2018.

Il risultato atteso è la realizzazione di interventi multi professionali orientati a rendere effettiva l’inclusione sociale attiva dei destinatari, favorendo l’occupabilità di soggetti svantaggiati nel mercato del lavoro e contrastando la disoccupazione di lunga durata attraverso l'attuazione di progetti finalizzati appunto all'impiego temporaneo in lavori di pubblica utilità.
L’iniziativa si rivolge a disoccupati di lunga durata, non percettori di ammortizzatori sociali, sprovvisti di trattamento pensionistico, e a disoccupati svantaggiati e a rischio di esclusione sociale e povertà, residenti o domiciliati in Veneto, con più di 30 anni di età.
Il bando prevede l’erogazione di una misura di politica attiva del lavoro, composta da un’esperienza di lavoro di pubblica utilità e da un insieme di servizi di orientamento e di accompagnamento, così da assicurare un sostegno a persone particolarmente bisognose attraverso l’esperienza lavorativa, e dall’altro generare un intervento capace di mantenere attivi nel mercato del lavoro individui che attualmente ne sono esclusi, favorendone la rioccupazione.
Al fine di perseguire la logica del lavoro in rete per un’efficace integrazione delle competenze, le iniziative di lavoro di pubblica utilità e cittadinanza attiva sono attuate da un partenariato pubblico-privato, composto da uno o più Comuni, o loro enti strumentali o società da essi partecipate, in veste di capofila, e, obbligatoriamente, da uno o più Soggetti iscritti nell’Elenco regionale degli Enti accreditati per i Servizi al Lavoro, in veste di partner operativi.
 

Documenti utili

Deliberazione della Giunta Regionale n. 624 del 8 maggio 2018 
Deliberazione della Giunta Regionale n. 624 del 8 maggio 2018 - Allegato A
Deliberazione della Giunta Regionale n. 624 del 8 maggio 2018 - Allegato B


DDR n.406 del 15 maggio 2018 di approvazione modulistica avvio e gestione progetti
DDR n.406 del 15 maggio 2018 - Guida alla progettazione e modulistica relativa alla DGR 624 del 08.05.2018

DDR n.529 del 18 giugno 2018 di nomina del nucleo di valutazione per l'istruttoria di ammissibilità e valutazione dei progetti

DDR n. 542 del 21 giugno 2018 di proroga dei termini per la presentazione delle domande

DDR n. 633 del 25 luglio 2018 di sostituzione di un componente del Nucleo di valutazione

DDR n. 670 del 7 agosto 2018 di approvazione delle risultanze dell'istruttoria
DDR n. 670 del 7 agosto 2018 - Allegato A -Progetti ammissibili
DDR n. 670 del 7 agosto 2018 - Allegato B - Progetti finanziati
DDR n. 670 del 7 agosto 2018 - Allegato C - Progetti non ammissibili

DDR n. 689 del 10 agosto 2018 di approvazione del modello di atto di adesione  
DDR n. 689 del 10 agosto 2018 - Allegato A - Atto di adesione (in word)

Domande frequenti - FAQ

1) D.: Nella Guida alla progettazione, con riferimento al quadro Dichiarazioni, è riportato: “In aggiunta alle dichiarazioni che compaiono nella schermata è obbligatorio selezionare, nella sezione “Aggiungi Dichiarazione”, almeno una delle dichiarazioni attestanti il possesso di uno o di entrambi i requisiti di accreditamento richiesto dal bando (Formazione Continua e/o Servizi al Lavoro).” Nell’applicativo SIU non è possibile aggiungere alcuna dichiarazione, come procedere?

R.:
Il passaggio riportato in Guida alla progettazione rimanda, erroneamente, ad un altro bando; si chiede pertanto di non tenerne conto per il provvedimento Dgr 624/2018.

2) D: I soggetti che hanno concluso l’esperienza progettuale dalla DGR 311/2017 devono rientrare nelle due categorie previste al punto 4 destinatari della Direttiva approvata con la DGR 624/2018?

R:
La direttiva di riferimento prevede che “sono ammessi a partecipare alle selezioni …anche gli eventuali destinatari della DGR 311 del 14/03/2017 che hanno concluso l’esperienza progettuale ma in graduatoria, dovranno essere inseriti dopo i candidati che non hanno ancora usufruito della misura…” tale formulazione va interpretata nel senso che questi particolari candidati devono avere solo il requisito di disoccupato a prescindere dalla durata della disoccupazione.


Recapiti

Ufficio Programmazione e politiche attive per il lavoro
Direzione Lavoro
E-mail: infofse.lavoro@regione.veneto.it
Tel. 041 279 5807 / 5305



Data ultimo aggiornamento: 11/10/2018

In Evidenza
siti tematici

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
Italia Lavoro
Veneto Lavoro

Consigliera di parità



Data ultimo aggiornamento: 08/02/2016