Commercio al dettaglio su aree pubbliche


Il commercio su aree pubbliche può essere svolto su posteggio (nei mercati, nei posteggi isolati e nelle fiere) o in forma itinerante.

La Regione Veneto, disciplina i criteri e le modalità per l'esercizio di tali attività con la Legge regionale 6 aprile 2001, n. 10 "Nuove norme in materia di Commercio su aree pubbliche", pubblicata nel BURV n. 32/2001.

Sulla base della succitata normativa, la Regione Veneto, con propri provvedimenti ha emanato criteri ed indirizzi interpretativi della materia.

Il titolo autorizzatorio per l'esercizio di tali attività viene rilasciato dal Comune presentando istanza tramite lo Sportello Unico Attività Produttive (SUAP) su apposita modulistica.

Ogni operatore, in possesso dei requisiti professionali e morali, presenta la domanda presso:

  • il primo Comune ove l'operatore intende avviare l'attività nel caso di commercio itinerante;
  • al Comune competente per territorio e con le modalità e termini previsti dagli avvisi pubblicati nell'albo pretorio comunale, nel caso di commercio su posteggio

L'attività di commercio su aree pubbliche è soggetta al requisito della regolarità contributiva.
Al fine di permettere ai comuni di verificare la sussitenza di tale requisito gli operatori hanno l'onere di comunicare al comune gli elementi indispensabili per il reperimento delle informazioni necessarie alla verifica della regolarità contributiva, individuate in un apposito stampato.


La Regione, tramite l'Ufficio Commercio su aree pubbliche della Direzione Industria, Artigianato Commercio e Servizi, riconosce, su istanza del Comune, con apposita modulistica, le modifiche apportate dai Comuni ai mercati del territorio comunale aventi valenza in ordine alle caratteristiche complessive dell'area mercatale, come definite dalla deliberazione di Giunta regionale n. 2186 del 2016.
 

 

Monitoraggio delle attività commerciali su aree pubbliche


In applicazione dell'art. 12 L.R. 10/01, dedicato al monitoraggio ogni anno i Comuni, tramite modello di rilevazione (formato .pdf, formato .doc), inviano alla Regione Veneto i dati relativi ad ogni Mercato svolgentisi nel proprio territorio comunicando: dati identificativi, luogo e denominazione; giorno di svolgimento; settori merceologici con rispettivo numero di posteggi; orario di vendita; numero dei posteggi riservati agli agricoltori; servizi di mercato; dati delle autorizzazioni itineranti concesse dal Comune; ogni ulteriore elemento riguardante la situazione del Commercio su aree pubbliche nel proprio territorio.

La Regione Veneto, sulla base dei dati inviati, pubblica il Calendario Regionale Mercati. 

Infine, i Comuni inviano con cadenza annuale, alla Regione Veneto e alla CCIAA tramite apposita  comunicazione, i dati relativi alle autorizzazioni rilasciate, alle eventuali cessazioni, cambi di residenza e subingressi degli operatori frequentanti il mercato e degli operatori itineranti.

 

Mercatini dell'antiquariato
Di seguito si pubblica l'elenco aggiornato all'anno 2015 dei mercatini dell'antiquariato del Veneto.



Data ultimo aggiornamento: 20/10/2017