Carta dell'Accoglienza e dell'Ospitalità

 

Dal Piano Strategico del turismo veneto alla sua attuazione

Tra le 12 azioni di lancio del Piano Strategico del Turismo Veneto, era prevista anche l’adozione di una Carta fondamentale dell’accoglienza e dell’ospitalità rivolta agli operatori della filiera turistica regionale. Come è avvenuto già per lo stesso Piano strategico e per i suoi provvedimenti attuativi, anche questo importante strumento è frutto di un ampio percorso partecipativo che ha coinvolto oltre al gruppo di lavoro coordinato dal chairperson del Tavolo Tematico Accoglienza e Capitale Umano, Massimiliano Schiavon, numerosi rappresentanti del sistema turistico regionale.

 
Quello che ne è scaturito è uno strumento che riassume in un vero e proprio decalogo, declinato per le diverse tipologie dell’accoglienza turistica, i valori fondanti per un turismo di qualità in Veneto. Pensata prima dell’emergenza, la Carta dell’Accoglienza e dell’Ospitalità assume oggi un ruolo ancora più prezioso per rafforzare e diffondere ulteriormente la Cultura dell’Accoglienza nella nostra splendida regione.
 
Dopo questa presentazione ai media, la Carta dell’Accoglienza sarà illustrata tecnicamente agli staff  delle Organizzazioni di Gestione delle 16 destinazioni venete, ai tecnici delle associazioni di categoria, per poi – assieme a loro – presentarne i contenuti agli operatori di ciascuna destinazione. 
 
Perché una Carta dell’Accoglienza
 
“Noi siamo la destinazione, risorse inseparabili della catena del valore turistico del Veneto: lo siamo quando al desk o alla biglietteria salutiamo sorridenti nella lingua del cliente, quando ci offriamo di dare indicazioni ad un turista, quando curiamo con orgoglio piazze e vie accoglienti.
Noi possiamo fare la differenza nel rendere le destinazioni della nostra regione un’esperienza olistica per i nostri visitatori e una fonte di benessere, crescita, arricchimento economico e culturale per la comunità locale.”
 
Da qui è nata la “Carta Fondamentale dell’Accoglienza”: 10 punti, dalla creazione di una destinazione per tutti ad essere dei custodi del nostro territorio, per descrivere i valori fondanti per un turismo di qualità. E gli “accoglienti” siamo ancora e sempre noi: noi che portiamo ulteriore valore ad ogni luogo, che generiamo esperienze di qualità, che possiamo trasformare il viaggio in Veneto, da bello, interessante e divertente a speciale.
 
Veneto una destinazione….
 
 1. Per tutti
 2. Affidabile
 3. Autentica
 4. Competente
 5. Connessa
 6. Bella
 7. Informata
 8. Sicura
 9. Rispettosa
10. Sostenibile

Chi abbiamo coinvolto e a chi si rivolge
 
Hanno partecipato ai focus group di condivisione dei contenuti della Carta tutti gli attori che compongono la filiera turistica e che in qualche modo contribuiscono a fare accoglienza nelle destinazioni venete. La Carta dell’Accoglienza si rivolge in particolare a: 
 
 1. Musei, siti archeologici, ville, borghi, castelli, centri storici, parchi e riserve naturali, parchi a tema e divertimento
 2. Enti locali e Organizzazioni di gestione della destinazione (OGD)
 3. Agenzie di viaggio
 4. Strutture ricettive e locazioni turistiche
 5. Guide turistiche, accompagnatori turistici, guide naturalistico-ambientali, guide alpine, accompagnatori di media   montagna, maestri di sci
 6. Attività commerciali, artigianali ed agricole
 7. Pubblici esercizi, agriturismi, malghe e cantine
 8. Impianti a fune, impianti sciistici, bike park e stabilimenti balneari
 9. Trasporti pubblici e privati
10. Organizzatori di eventi pubblici e privati….
 
 
 
Media Kit (in pdf)
 
Media Kit (in jpeg)


Data ultimo aggiornamento: 21 luglio 2020