Scuola - Aiuti agli studenti

 

All'interno di questa scheda puoi trovare le seguenti voci:

 

Buono Trasporto

(Al momento non vi sono bandi aperti. L'ultimo bando approvato si riferisce all'anno scolastico 2013-2014)
E' un contributo che ha come finalità la copertura parziale delle spese sostenute per raggiungere le istituzioni scolastiche e formative.


L'ultimo bando emanato è il Bando relativo all'anno scolastico 2013-2014, approvato con Deliberazione della Giunta Regionale n. 553 del 15/04/2014, è scaduto il  20/06/2014. 
Il contributo poteva essere concesso se lo studente, al fine dell’adempimento del diritto-dovere di istruzione e formazione e dell’obbligo di istruzione, era iscritto e frequentava effettivamente uno dei seguenti tipi di istituzioni:
a) scolastiche statali: secondarie di I e di II grado;
b) scolastiche paritarie (private e degli enti locali): secondarie di I e di II grado;
c) scolastiche non paritarie incluse nell’Albo regionale delle “scuole non paritarie” (D.M. n. 263 del 29/11/2007): secondarie di I e di II grado;
d) formative accreditate dalla Regione del Veneto, che svolgono i percorsi di istruzione e formazione professionale di cui all’accordo in sede di Conferenza Unificata del 19/06/2003 ed al D.Lgs. n. 226 del 17/10/2005.

Inoltre il richiedente ed il suo nucleo familiare dovevano avere un Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) inferiore od uguale ad € 12.405,09.
 

Contatti: U.O. Istruzione e Università 
Tel. 041 279 - 5083 - 5013  
E-mail Direzione Formazione e Istruzione: formazioneistruzione@regione.veneto.it   PEC: formazioneistruzione@pec.regione.veneto.it  

(torna ad inizio pagina)
 

 

Buono Scuola

 È un contributo  per la copertura parziale di spese relative a: 

- spese di iscrizione e frequenza;
- attività didattica di sostegno per studenti
disabili. 

Anno scolastico 2019/2020
Con Deliberazione della Giunta Regionale n.  159 del 14 febbraio 2020 è stato approvato il bando per l'anno scolastico 2019-2020. A causa dell'emergenza epidemiologica da Covid19, i termini lì previsti sono stati tuttavia prorogati con il Decreto della Direzione Formazione e Istruzione n. 303 del 3 aprile 2020. La domanda doveva essere compilata esclusivamente online  e si perfezionava con la presentazione dei documenti richiesti all'Istituto scolastico entro le ore 12.00 del 12 giugno 2020.

Requisiti
Il contributo poteva essere concesso alle famiglie per le spese relative a tasse, rette, contributi di iscrizione e frequenza, debitamente documentate e confermate dall'Istituzione scolastica, di importo uguale o superiore a € 200,00. Per gli studenti disabili, possono essere rimborsate anche le spese sostenute  per il personale insegnante impegnato, durante l’orario scolastico o formativo, in attività didattica di sostegno, fino all’importo massimo di € 15.000,00.

Lo studente doveva:

- essere residente in Veneto;
- appartenere ad un nucleo familiare con ISEE 2020 inferiore od uguale a € 40.000,00, nel caso di studenti normodotati e di famiglie numerose; oppure con ISEE inferiore o uguale a € 60.000,00 nel caso di studenti disabili;
frequentare Istituzioni scolastiche secondarie di I e di II grado, statali, paritarie e non paritarie (incluse nell’Albo regionale delle “Scuole non paritarie”), oppure Istituzioni formative accreditate dalla Regione del Veneto che erogano percorsi triennali o i percorsi quadriennali di istruzione e formazione professionale, compresi i percorsi sperimentali del sistema duale attivati in attuazione dell'Accordo in Conferenza Stato Regioni del 24/9/2015.

Per le spese relative a tasse, rette, contributi di iscrizione e frequenza, erano previste tre fasce di ISEE che, unitamente al livello scolastico /formativo frequentato, determinano gli importi massimi di contributo concedibile.
Agli studenti disabili o appartenenti a famiglie numerose (con parti trigemellari o con numero di figli pari o superiore a 4), veniva riconosciuto, con priorità sugli studenti normodotati, un contributo pari all'80% degli importi massimi previsti per la prima fascia.

Non era richiesto alcun requisito di merito scolastico.

Con Decreto Dirigenziale n. 662 del 13 agosto 2020 sono stati approvati gli esiti dell'istruttoria. I richiedenti potranno sapere se la loro domanda è stata ammessa al contributo collegandosi al sito "Buono scuola" e immettendo i dati richiesti. L'importo effettivo spettante a ciascun beneficiario, sarà determinato con successivo provvedimento, dopo l'approvazione delle variazioni del Bilancio regionale 2020-2022.

 

Contatti: U.O. Istruzione e Università - P. O.  Diritto allo studio ordinario 

Tel. 041 279 - 5732 - 5973 - 5036  e-mail: buono.scuola@regione.veneto.it
E-mail Direzione Formazione e Istruzione: formazioneistruzione@regione.veneto.it
PEC: formazioneistruzione@pec.regione.veneto.it   

(torna ad inizio pagina)

 

Buono Libri

È un contributo regionale per la copertura, totale o parziale, della spesa di acquisto dei libri di testo e degli strumenti didattici alternativi, indicati dalle Istituzioni scolastiche e formative nell'ambito dei programmi di studio.

 

Anno scolastico 2020 - 2021

ll Bando relativo all'anno scolastico 2020-2021, è stato approvato con Deliberazione della Giunta Regionale n. 1119 del 6 agosto 2020
La domanda può essere compilata esclusivamente on-line sul sito  http://www.regione.veneto.it/istruzione/buonolibriweb nella parte riservata al Richiedente  dal 01 ottobre 2020 ed entro il termine perentorio del 30 ottobre 2020 – ore 12.00 e si perfeziona con la presentazione della documentazione prevista al Comune di residenza entro il  30/10/2020, ore 12.00.  

Il contributo può essere concesso per le spese riferite all’acquisto dei libri di testo, contenuti didattici alternativi, indicati dalle Istituzioni scolastiche e formative nell’ambito dei programmi di studio, che il richiedente ha già sostenuto o che si è impegnato a sostenere, in caso di prenotazione dei libri, per lo studente nell’Anno scolastico-formativo 2020-2021.

Possono essere acquistati sia in forma individuale, sia tramite forme di azioni collettive:

a) libri di testo e ogni altro tipo di elaborato didattico (ad esempio: dispense, ricerche, programmi costruiti specificamente), scelti dalla scuola, ausili indispensabili alla didattica (ad esempio audiolibri per non vedenti);

b) i libri, gli elaborati e gli ausili di cui alla precedente lettera a) possono essere predisposti da qualsiasi soggetto pubblico o privato, compresi i docenti, in formato cartaceo, digitale o in ogni altro tipo di formato.

Il contributo può, inoltre, essere concesso per l’acquisto delle dotazioni tecnologiche (personal computer, tablet, lettori di libri digitali ecc.), fino ad un massimo di € 200,00.

 Sono escluse le spese per l’acquisto di telefoni cellulari, dei dizionari, degli strumenti musicali, del materiale scolastico (cancelleria, calcolatrici, stecche ecc.).

Possono fare richiesta tutte le famiglie residenti nel Veneto aventi:

- i figli che frequentano Istituzioni scolastiche secondarie di I e di II grado, statali, paritarie e non paritarie (incluse nell’Albo regionale delle “Scuole non paritarie”), oppure Istituzioni formative accreditate dalla Regione del Veneto che erogano percorsi triennali o i percorsi quadriennali di istruzione e formazione professionale, compresi i percorsi sperimentali del sistema duale attivati in attuazione dell'Accordo in Conferenza Stato Regioni del 24/9/2015;
- il seguente ISEE 2020 del nucleo familiare:
a) da € 0 a € 10.632,94 (Fascia 1)

b) solo se, dopo aver coperto il 100% della spesa della Fascia 1, residuano risorse, anche da € 10.632,95 a € 18.000,00 (Fascia 2)

Il contributo non può essere concesso per studenti già in possesso di un diploma di scuola secondaria di II° grado.  La spesa per l’acquisto delle dotazioni tecnologiche può essere riconosciuta esclusivamente agli studenti che rientrano nell’obbligo di istruzione (fino al secondo anno delle Istituzioni scolastiche statali, paritarie, non paritarie e formative accreditate dalla Regione del Veneto).

 

Anno scolastico 2019-2020

Sono in corso i pagamenti del contributo in favore dei Comuni sulla base del Piano regionale di riparto delle risorse statali approvato con DDR n. 1441 del 22/11/2019.

I richiedenti potranno conoscere la propria posizione e l'importo del contributo eventualmente assegnato, cliccando qui e inserendo i dati richiesti. 

 

Contatti: U.O. Istruzione e Università - P. O.  Diritto allo studio ordinario 

Tel. 041 279 - 5732 - 5973 - 5036  e-mail: libri.testo@regione.veneto.it
E-mail Direzione Formazione e Istruzione: formazioneistruzione@regione.veneto.it   PEC: formazioneistruzione@pec.regione.veneto.it   

(torna ad inizio pagina)

 

Libri in comodato

(Al momento non vi sono bandi aperti. L'ultimo bando approvato si riferisce all'anno scolastico 2014-2015)
Si tratta di un contributo diretto alle Istituzioni Scolastiche statali, paritarie e non paritarie, secondarie di I e II grado, ed alle Istituzioni Formative, per la copertura parziale delle spese di acquisto dei libri di testo e degli strumenti didattici alternativi, da fornire in comodato gratuito agli studenti meno abbienti.


La domanda deve essere presentata all'Istituzione Scolastica frequentata, la quale trasmetterà la graduatoria all'Ufficio Scolastico Territoriale (UST) del Veneto competente per territorio.
L'UST invia la graduatoria all'Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto, che a sua volta invierà la proposta di riparto alla Regione, mentre l'Istituzione Formativa invierà direttamente la richiesta di contributo alla Regione.

L'ultimo Bando, relativo all'anno scolastico 2014-2015 , è stato approvato con Deliberazione della Giunta Regionale n. 800 del 27/05/2014, e risulta ora scaduto. La proposta del riparto è stata trasmessa alla Regione dall' USRV entro il 27/06/2014. Con Decreto del Direttore della Sezione Istruzione n. 228 del 11/07/2014 sono stati assegnati, in favore delle 7 Istituzioni Scolastiche Statali di Riferimento e delle Istituzioni Formative accreditate, i contributi.

Contatti: U.O. Istruzione e Università 
Tel. 041 279 - 5083 - 5013  
E-mail Direzione Formazione e Istruzione: formazioneistruzione@regione.veneto.it   PEC: formazioneistruzione@pec.regione.veneto.it  

(torna ad inizio pagina)

 

Borsa di Studio

E' un contributo concesso dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR) alle famiglie con studenti che frequentano Istituzioni scolastische secondarie di secondo grado, statali o paritarie,  per le spese di acquisto dei libri di testo, di soluzioni per la mobilità e il trasporto, per l'accesso ai servizi di natura culturale.  
 

Anno scolastico 2019-2020

Con la Deliberazione di Giunta Regionale n. 527 del 12.5.2020 è stato approvato il Bando per l'anno scolastico 2019-2020. La domanda doveva essere compilata esclusivamente via web, collegandosi al sito "Borse di Studio", a partire dal 3 giugno 2020 e si perfezionava con la presentazione della documentazione prevista all'Istituzione scolastica entro il 3 luglio2020, ore 12.00 (termine perentorio). Potevano fare richiesta di borsa di studio le famiglie con ISEE 2020 non superiore a € 15.748,78,  aventi studenti residenti in Veneto e frequentanti istituzioni scolastiche di II grado statali o paritarie. Non era richiesto alcun giustificativo di spesa. L'importo del contributo, compreso tra € 200 e €500, è stato determinato sulla base delle domande validamente pervenute alla Regione del Veneto e le risorse disponibili e verrà erogato dal Ministero dell'Istruzione mediante bonifici domiciliati. 

Con Decreto Dirigenziale n. 646 del 6 agosto 2020 sono stati approvati gli esiti dell'istruttoria e stabiliti gli importi della Borsa di Studio spettante a ciascun beneficiario.

I richiedenti potranno sapere se la loro domanda è stata ammessa al contributo collegandosi al sito "Borse di studio" e immettendo i dati richiesti.

Allo stesso link con successivo avviso verrà data comunicazione dell'inizio dei pagamenti.  

 

Contatti: U.O. Istruzione e Università - P. O.  Diritto allo studio ordinario 
Tel. 041 279 - 5732 - 5973 - 5036  e-mail: borse.studio@regione.veneto.it
E-mail Direzione Formazione e Istruzione: formazioneistruzione@regione.veneto.it   PEC: formazioneistruzione@pec.regione.veneto.it   

(torna ad inizio pagina)

 


Voucher educativi 

Finanziamenti destinati alle scuole per interventi di promozione dei diritti umani e della cultura di pace.


La Regione del Veneto annualmente mette a disposizione dei voucher  a copertura dei costi per percorsi educativi rivolti agli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado.

Maggiori informazioni alla seguente pagina del sito regionale.

Contatti:  Direzione Relazioni Internazionali, Comunicazione e Sistar 
Tel. 041 279  - 4329 - 4341
E-mail:  relazintercomunicazionesistar@regione.veneto.it - PEC: relazintercomunicazionesistar@regione.veneto.it

(torna ad inizio pagina)

 

 

Voucher per acquisto PC

 

Le famiglie numerose residenti in Veneto possono richiedere un voucher  a parziale rimborso delle spese sostenute per l’acquisto di device digitali necessari per la partecipazione dei figli ad attività di formazione/ didattica a distanza (FAD/DAD) previste con l’avvio del nuovo anno scolastico 2020-2021.   

Il voucher, finanziato con  risorse del Fondo Sociale Europeo  nell’ambito del Progetto Digit-Ali,  è rivolto a:

   - I nuclei familiari residenti in Veneto con almeno 4 figli minori (oppure almeno 3 figli se da parto trigemino) con indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) non superiore a 40.000 euro.

    - Le famiglie con 4 figli, di cui 3 minorenni e 1 maggiorenne (regolarmente frequentante la Scuola Secondaria di II Grado o una scuola della formazione professionale e per il quale è necessario presentare anche l'autocertificazione di frequenza scolastica), sempre residenti in Veneto e con indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) non superiore a 40.000 euro.

Possono essere oggetto di rimborso i dispositivi digitali utilizzabili per la didattica e la formazione a distanza: computer fissi, computer portatili, monitor, stampanti, periferiche, router, tablet, chiavette e dispositivi per la connessione Internet, software per utilizzo didattico/formativo. Saranno rimborsati solo dispositivi nuovi o ricondizionati. In quest’ultimo caso il bene dovrà  essere ceduto non da privato ma da esercizio commerciale/società.  Non sono invece rimborsabili gli acquisti di smartphone o telefoni cellulari.

L’importo massimo rimborsabile per ciascun nucleo familiare è di euro 500. E’ possibile  richiedere il voucher per gli acquisti effettuati a partire dal 1 febbraio 2020 fino al 26 ottobre 2020, documentabili attraverso la documentazione fiscale da consegnare  insieme alla domanda di rimborso.

Le domande possono essere presentate fino al 30 ottobre 2020 tramite uno degli sportelli dedicati.  

Per ulteriori informazioni o chiarimenti consultare il sito FamiglieDigitali.net.


 



Data ultimo aggiornamento: 01 ottobre 2020