Navigazione Navigazione

logo crossit safer
Progetto Crossit Safer

Cooperazione transfrontaliera tra Slovenia e Italia per una regione più sicura

Il progetto

La consapevolezza che le emergenze non tengono conto dei confini amministrativi e che, dunque, un’emergenza in un’area di confine può coinvolgere nell’immediato anche lo Stato vicino è stata l’incipit per l’ideazione del progetto CROSSIT SAFER che nasce all’interno del programma di cooperazione transfrontaliera INTERREG Italia - Slovenia.
In questo progetto partito il 1 gennaio 2019 il Lead Partner è la Protezione Civile del Friuli Venezia Giulia, affiancata dalla Direzione Protezione Civile e Polizia Locale della Regione Veneto, dall’Università degli Studi di Padova, dalla Città Metropolitana di Venezia, dall’Unione dei Vigili del fuoco della Slovenia, dal Comune di Aidussina, dal Comune di Postumia, dai Vigili del Fuoco di Nova Gorica e dai Vigili del Fuoco di Sezana.
In caso di emergenze transfrontaliere connesse ai rischi naturali, in particolare incendio boschivo e rischio sismico, un intervento coordinato e tempestivo fra gli operatori di protezione civile degli Stati confinanti è fondamentale per garantire una risposta efficace.
In altre parole, con CROSSIT SAFER si vuole rafforzare la capacità di cooperazione istituzionale tra le autorità pubbliche e le organizzazioni chiave in materia di protezione civile, promuovendo la definizione di soluzioni congiunte da adottare in caso di emergenze, in particolare adottando misure di preparazione e di risposta coordinate.
Al fine di raggiungere tale obiettivo, verrà realizzato un protocollo internazionale di cooperazione che prevede l’armonizzazione delle procedure e delle misure da adottare in ambito emergenziale, inoltre saranno organizzati dei corsi di formazione e delle esercitazioni congiunte per testare le nuove procedure.
Nell’ambito di CROSSIT SAFER la Protezione Civile della Regione Veneto beneficerà di un contributo pari a Euro 404.900,00 euro con cui, fra le varie attività, si prevede l’acquisto di una sala operativa mobile, dotata di radio, pc e l’equipaggiamento tecnico necessario per essere operativi in emergenza.
La collaborazione istituzionale in ambito emergenziale fra due Paesi confinanti rappresenta un elemento imprescindibile per rispondere in maniera efficace e tempestiva alle problematiche di quel territorio.
CROSSIT SAFER rappresenta per la Regione Veneto un progetto ambizioso ma dalle grandi potenzialità in un’ottica transfrontaliera ad ampio raggio dove le emergenze vengono gestite in piena collaborazione fra Paesi confinanti.

I partner

LP   PROTEZIONE CIVILE REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA
PP2 OBCINA AJDOVSCINA
PP3 GASILSKA ZVEZA SLOVENIJE
PP4 GASILSKA ENOTA NOVA GORICA
PP5 GASILSKA BRIGADA SEZANA
PP6 PROTEZIONE CIVILE REGIONE VENETO
PP7 UNIVERSITA’ DI PADOVA
PP8 CITTA METROPOLITANA DI VENEZIA
PP9 OBCINA POSTOJNA

Vai alla pagina del progetto


Data ultimo aggiornamento: 05 aprile 2019