Documenti di programmazione

 

Programma Operativo Regionale FESR 2014-2020

Con deliberazione n. 77/CR del 17/06/2014 [file pdf 25MB] la Giunta Regionale ha adottato la proposta di POR FESR 2014-2020.
Conformemente a quanto stabilito dall. Art. 9 comma 2 della L.R. n. 26/2011 tale proposta è stata presentata al Consiglio Regionale per l'approvazione di competenza, avvenuta con deliberazione n. 42 nella seduta pubblica n. 208 del 10/07/2014.
Nel rispetto dei tempi stabiliti dall'Art. 26 comma 4 del Regolamento(UE) 1303/2013, il 21/07/2014 l'Autorità di Gestione ha trasmesso la proposta alla Commissione Europea tramite il sistema informatizzato SFC (System for Fund Management of the EU).
Recependo le osservazioni inviate dalla Commissione in data 21 ottobre 2014 la nuova versione del POR è stata trasmessa in data 3 luglio 2015 e, integrata, il 10 agosto 2015.
Il 17 agosto 2015 la Commissione Europea ha approvato il POR FESR Veneto 2014-2020, con Decisione (CE) C(2015) 5903 final e allegati [file pdf 100kB].

Con DGR 1148 del 01/09/2015 , la Giunta Regionale ha preso atto dell'approvazione del POR da parte della Commissione europea a seguito della conclusione del negoziato, ai sensi del Regolamento (UE) n. 1303/2013.

Nel corso della programmazione il POR FESR 2014-2020 è stato modificato, conformemente a quanto stabilito dall'Art. 40 del Regolamento (UE) 1303/2013.

La versione  attualmente in vigore  è stata approvata con Decisione C(2019) 4061:

Scarica il  POR FESR Veneto 2014-2020  [file pdf 1.1MB] 

Per i dettagli su assi e azioni consultare la pagina  Assi e Azioni.

 

Criteri di selezione

Conformemente a quanto stabilito dall'Art. 110 comma 2 del Regolamento (UE) 1303/2013 il Comitato di Sorveglianza ha esaminato, approvato e integrato i criteri di selezione delle operazioni del POR FESR 2014-2020.
La versione attualmente in vigore è stata approvata dal Comitato di Sorveglianza con procedura scritta del  26 aprile 2019.
Scarica i  Criteri di selezione delle operazioni [file pdf 1,2MB].

 

Accordo di partenariato

L’Accordo di Partenariato è un documento predisposto da ogni Stato membro e approvato dalla Commissione. Definisce la strategia e le priorità d’intervento da adottare, nonché le modalità di impiego efficace ed efficiente di fondi SIE, al fine di perseguire la Strategia dell’Unione per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva

L'Accordo di partenariato, adottato dalla Commissione Europea il 29 ottobre 2014, è disponibile presso il sito dell' Agenzia per la Coesione Territoriale.

 

 

Piano di rafforzamento amministrativo (PRA)

Il PRA è stato previsto dall’Accordo di Partenariato Italia UE 2014 – 2020. Grazie a questo strumento innovativo, ogni Amministrazione può rendere più efficiente la  propria organizzazione amministrativa al fine di migliorare la gestione dei Fondi strutturali.

Il PRA del Veneto [file pdf 8MB] è stato adottato dalla Giunta regionale con DGR n. 839/2015 e con DGR n. 1683/2015 sono stati istituiti il Comitato di indirizzo per l’attuazione del PRA e la Segreteria tecnica.
 

La prima fase di attuazione del PRA del Veneto si è conclusa a giugno 2017. A seguire, nel mese di agosto 2017, è stata condotta dall’Amministrazione regionale l’analisi di self assessment. L’indagine risulta utile per verificare i progressi fatti nella prima fase attuativa dei PRA e, al contempo, per individuare le eventuali criticità sulle quali intervenire nel biennio 2018 – 2019.

Con DGR n. 1337 del 22/08/2017, la Regione del Veneto ha approvato gli esiti del questionario di self assessment, successivamente trasmesso alla Commissione Europea tramite la Segreteria Tecnica PRA del Comitato di indirizzo per i Piani di rafforzamento Amministrativo, coordinata dall’Agenzia per la Coesione Territoriale (di seguito Segreteria Tecnica PRA).
A conclusione del processo di analisi dei dati conferiti dalle singole Amministrazioni regionali tramite i questionari, la Segreteria Tecnica PRA ha definito, tramite apposite Linee guida, un quadro unico a livello nazionale di interventi standard e relativi target per l’elaborazione dei nuovi PRA.

In esito al negoziato instaurato con la Commissione Europea, la Giunta regionale ha adottato con DGR n. 1008 del 17/07/2018  il PRA della Regione del Veneto, seconda fase.

Quest’ultima fase del PRA è stata caratterizzata, rispetto alla precedente, da una maggiore omogeneità a livello nazionale degli interventi di rafforzamento e dei relativi target, oltre che dal miglioramento del processo di monitoraggio quadrimestrale.

Analogamente a quanto avvenuto al termine della prima fase, la Segreteria Tecnica PRA ha invitato le Amministrazioni titolari di PRA a svolgere un’attività di autovalutazione. Il self assessment della Regione del Veneto sulla seconda fase del PRA è stato approvato con DGR n. 1554 del 29/10/2019.

Per maggiori informazioni, visita la pagina dedicata.

 

Riferimenti normativi

Alla seguente pagina è possibile trovare Regolamenti UE, Regolamenti delegati, Regolamenti di esecuzione, Decisioni della Commisssione Europea e Atti della Giunta regionale relativi al POR FESR:

Pagina dedicata ai Riferimenti normativi

 

Aiuti di stato

Alla seguente pagina è possibile trovare Regolamenti, Pareri e atitvità formative relative agli aiuti di stato.

Pagina relativa agli Aiuti di stato

 

Sistema informativo "Arachne"

L’Autorità di Gestione utilizza il sistema informativo dell’UE denominato "Arachne". Si tratta di uno strumento informatico integrato sviluppato dalla Commissione Europea, in collaborazione con alcuni Stati membri, al fine di supportare, prioritariamente, le attività di verifica delle AdG dei Fondi strutturali nell'individuazione delle iniziative potenzialmente esposte a rischi di frode, conflitti di interesse e irregolarità, come da  “Linee Guida Nazionali per l’utilizzo del sistema Comunitario antifrode Arachne del 22 luglio 2019” [file pdf 11MB].

L’Autorità di Gestione garantisce che il trattamento dei dati presenti in Arachne sia svolto esclusivamente al fine di individuare il rischio potenziale di esposizione alle frodi a livello dei beneficiari, contraenti, contratti e progetti, sia al momento dell’approvazione del progetto, sia nella fase di attuazione dello stesso. 

Ulteriori informazioni circa il processo e lo scopo dell’analisi dei dati operato da Arachne,  sono rinvenibili al seguente sito: 

https://ec.europa.eu/social/main.jsp?catId=325&intPageId=3587&langId=it