Web Content Display

 Nidi in famiglia


 

 

DDR n. 49 del 13 giugno 2018: disposizioni concernenti il periodo transitorio nelle more dell’attuazione della disciplina per l’unità di offerta denominata “Nido in Famiglia”, di cui alla deliberazione numero 153 del 16.2.2018 della Giunta Regionale

 

Con il DECRETO DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE SERVIZI SOCIALI n. 49 del 13 giugno 2018 [Bur n. 57 del 15 giugno 2018] , si adottano le disposizioni relative al periodo transitorio nelle more dell’attuazione della disciplina per l’unità di offerta denominata “Nido in Famiglia”, di cui alla deliberazione numero 153 del 16 febbraio 2018 della Giunta Regionale.
La deliberazione citata innova la disciplina prevista dalla deliberazione numero 1502 del 20.9.2011 della Giunta Regionale.
Tuttavia, la DGR n. 153/2018 prevede il conseguimento di un attestato di idoneità professionale per ciascuna delle 2 figure professionali del “Nido in Famiglia”: l’ “educatore di Nido in Famiglia” (titolare del “Nido in Famiglia” o mero prestatore d’opera presso il “Nido in Famiglia”) e il “coordinatore rete di Nidi in Famiglia”.
Al riguardo, la Regione del Veneto ha attivato un apposito corso di 150 ore per la figura dell’ “educatore di Nido in Famiglia” e sta operando per l’organizzazione del corso rivolto alla figura del “coordinatore rete di Nidi in Famiglia”. Il termine delle attività formative, per entrambe le figure, è programmato entro il 31.12.2018.

Fino al conseguimento dell’attestato professionale, la Regione del Veneto ha previsto alcune disposizioni per l’unità di offerta “Nido in Famiglia” :

1) fino alla data del rilascio del relativo attestato di idoneità professionale del corso di 150 ore per “Educatore di Nido in Famiglia” e del corso per “Coordinatore rete di Nidi in Famiglia” previsto dalla deliberazione numero 153 del 16.2.2018 della Giunta Regionale, l’attivazione dell’unità di offerta “Nido in Famiglia” avviene secondo le modalità stabilite dalla deliberazione numero 1502 del 20.9.2011 della Giunta Regionale, mediante l’inoltro della dichiarazione di avvio delle attività di cui all’Allegato A e all’Allegato B, (reperibili in calce in formato editabile) purché il “Collaboratore educativo” sia in possesso di uno dei seguenti titoli:
  i. laurea triennale in Scienze dell’educazione (classe di laurea L19) a indirizzo specifico per educatori dei servizi educativi per la prima infanzia e titoli equipollenti di cui al DM n. 270/2004;
  ii. laurea quinquennale a ciclo unico in Scienze della formazione primaria, integrata da un corso di specializzazione per complessivi 60 crediti formativi universitari;
  iii. al 31.5.2017, titoli per operare nei servizi alla prima infanzia, ai sensi della DGR n. 84 del 16.1.2007 e L.R. n. 32 del 23.4.1990,corredato dal percorso formativo di qualificazione previsto dalla deliberazione di Giunta Regionale numero 1502 del 20.9.2011;

2) per i partecipanti al corso di 150 ore per “Educatore di Nido in Famiglia” e al corso per “Coordinatore rete di Nidi in Famiglia” che avessero conseguito un titolo di studio estero, l’ammissione all’esame sarà subordinata al completamento della procedura di riconoscimento del titolo di studio conseguito all’estero;

3) subordinatamente al rilascio del relativo attestato di idoneità professionale del corso di 150 ore per “Educatore di Nido in Famiglia” e del corso per “Coordinatore rete di Nidi in Famiglia” previsto dalla deliberazione numero 153 del 16.2.2018 della Giunta Regionale, per il 2019, il termine per l’inoltro della comunicazione di avvio delle attività prevista da parte dell’ “Educatore di Nido in Famiglia” entro il 30.6.2019 ai sensi della deliberazione numero 153 del 16.2.2018 della Giunta Regionale è anticipato al 31.3.2019.

ALLEGATI IN FORMATO EDITABILE:


Elenchi dei Nidi in Famiglia attivi nelle Province della Regione del Veneto:



Ultimo aggiornamento: Aprile 2018

Nidi in Famiglia Provincia di Belluno [file pdf, 208 Kb]
Nidi in Famiglia Provincia di Padova [file pdf, 305 Kb]
Nidi in Famiglia Provincia di Rovigo  [file pdf, 192 Kb]
Nidi in Famiglia Provincia di Treviso [file pdf, 364 Kb]
Nidi in Famiglia Provincia di Venezia [file pdf, 262 Kb]
Nidi in Famiglia Provincia di Verona  [file pdf, 323 Kb]
Nidi in Famiglia Provincia di Vicenza  [file pdf, 293 Kb]
 

Presentazione di proposte di gestione del Progetto "Sviluppo, coordinamento e gestione complessiva del sistema regionale nidi in famiglia"

Con DDR n. 97 del 16 agosto 2017 [Bur n. 89 del 15 settembre 2017] , si approvano le disposizioni attuative e i relativi criteri per la presentazione di proposte di gestione del Progetto "Sviluppo, coordinamento e gestione complessiva del sistema regionale nidi in famiglia" ai fini della concessione di un contributo per la sua realizzazione.
Nello specifico si intende proseguire con il programma intrapreso con la D.G.R. 1963/2014 destinando €134.000,00 quale contributo per la realizzazione del progetto “sviluppo, coordinamento e gestione complessiva del sistema regionale nidi in famiglia” definendo:

  • con l’ Allegato A le finalità, le linee di intervento e i requisiti che i soggetti che intendono partecipare devono avere. Il medesimo Allegato A dettaglia lo sviluppo e i temi che il progetto deve affrontare nonché la composizione della Commissione di valutazione dei progetti presentati. Sono inoltre riportate le scadenze e le modalità di presentazione della domanda con allegato il Progetto;
  • con l’Allegato B il modello della domanda di partecipazione e le indicazioni per la stesura del Progetto, così come previsto nel citato Allegato A;

SCADENZA: 30 OTTOBRE 2017


Di seguito sono disponibili:

PER INFORMAZIONI:
famigliaminorigiovani@regione.veneto.it



DECRETO DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE SERVIZI SOCIALI n. 149 del 22 dicembre 2016

Con il DDR n. 149 del 22/12/2016 [Bur n. 18 del 17 febbraio 2017] si dispone le assegnazioni ai singoli comuni di residenza delle famiglie i cui figli hanno frequentato i Nidi in Famiglia nel periodo gennaio-dicembre 2014 e nel periodo gennaio-luglio 2015.

  • L’Allegato A riporta, in relazione all’annualità 2013-2015, nell’ordine: nome/cognome Organizzatore, nome del nido in famiglia, provincia e Comune di residenza del genitore richiedente, codice identificativo della domanda della famiglia beneficiaria e l’importo assegnato;
  • L’Allegato B riporta codice fiscale, provincia e denominazione del Comune e l’importo totale assegnato ad ogni Comune, in riferimento al totale delle assegnazioni, così come dettagliate nell’Allegato A;
  • L’Allegato C è inerente alle n. 68 domande non idonee, in relazione all’annualità 2013-2015, che riporta nell’ordine: numero/codice identificativo della domanda, nome del nido in famiglia, nome/cognome Organizzatore;
     


DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE AREA SANITA’ E SOCIALE N. 9 DEL 15 OTTOBRE 2015

Il Decreto n. 9 del 15 ottobre 2015 [Bur n. 108 del 13 novembre 2015] riporta l’elenco delle famiglie beneficiarie del Buono Famiglia (annualità 2013 ), le cui domande non sono state inserite nel precedente Decreto n. 260/2014 in quanto hanno necessitato di ulteriori verifiche.

Il Decreto è così composto:
ALLEGATO A che riporta, nell’ordine:
1) nome/cognome Organizzatore
2) nome del Nido in Famiglia
3) provincia e denominazione del Comune di residenza del genitore richiedente
4) codice identificativo della domanda o codice fiscale del genitore richiedente
5) importo assegnato

ALLEGATO B che riporta, nell’ordine: codice fiscale, provincia , denominazione del Comune e importo totale assegnato a ciascun Comune.

Il presente Decreto è pubblicato anche all' indirizzo web www.venetoperlafamiglia.it , Area “Nido in Famiglia – Provvedimenti”

 


DGR n.2907 del 30.12.2013: criteri e disposizioni per la richiesta dei buoni famiglia - annualità 2014-2015

I beneficiari del “ Buono Famiglia” sono le Famiglie i cui figli hanno regolarmente frequentato un Nido in Famiglia di cui alla DGR n.1502/11.
Ad oggi sono attivi n. 340 nidi in Famiglia e idonei ad operare n. 45 Organizzatori e n. 536 Collaboratori Educativi.
RICHIEDERE I BUONI PER I NIDI IN FAMIGLIA

Alle famiglie, ai sensi della DGR 4252/08, saranno destinati i Buoni secondo i seguenti criteri:

Presenza di: minimo n. 3 contratti per almeno n. 6 mesi:

  •  Tempo pieno: frequenza ≥ 100 ore -> € 100,00 mensili
  •  Part Time: frequenza compresa tra 80 e 99 ore ->  € 70,00 mensili.

Requisiti per la presentazione della domanda da parte delle famiglie
Il Buono Famiglia può essere richiesto da un genitore - persona fisica - regolarmente iscritto all’anagrafe tributaria ed avente il domicilio fiscale in Italia, il cui figlio sia, durante la frequenza del Nido in Famiglia, residente nella Regione del Veneto e che abbia regolarmente frequentato un Nido in Famiglia nel rispetto dei criteri disposti con DGR n. 4252/2008 e DGR n. 1502/2011.

La compilazione delle domande, da parte dei genitori, per l’accesso al Buono famiglia, viene supportata da una procedura informatica regionale che prevede i seguenti passaggi:

  • dal 02/10/2015 al 02/11/2015 alle ore 12.00: compilare via web-sito https://sociale.regione.veneto.it  la “Domanda del Buono famiglia”;
  • stampare la Domanda del Buono famiglia compilata, firmarla e rilevare il numero identificativo della domanda ricevuto dalla procedura via web (operazione indispensabile per identificare nel successivo Provvedimento Regionale il proprio Buono Famiglia assegnato con il relativo importo);
  • raccogliere le firme dell’Organizzatore e del Collaboratore Educativo.

Per l’invio della domanda di Buono Famiglia il genitore può scegliere UNA delle seguenti modalità:

1) Raccomandata A/R: inviare entro e non oltre il 02/12/2015 l’originale della Domanda del Buono Famiglia, insieme a copia di un documento d’identità in corso di validità, al seguente indirizzo:
REGIONE DEL VENETO
DIPARTIMENTO SERVIZI SOCIOSANITARI E SOCIALI – SETTORE MINORI, GIOVANI E FAMIGLIA
Ufficio Politiche e Coordinamento Piani e Programmi per la Famiglia
Dorsoduro 3493 - 30123 Venezia


OPPURE

 

2) Caricamento della domanda on-line entro e non oltre il 02/12/2015:

• il genitore, dopo aver compilato la domanda on-line, riceverà via email il link per poter accedere successivamente alla propria domanda compilata. Dopo aver stampato e firmato la domanda e raccolto le firme del Collaboratore Educativo e dell'Organizzatore, il genitore potrà riaccedere alla propria domanda e caricarla on line ("upload") insieme al proprio documento d'identità in corso di validità.


IMPORTANTE:

Lettera Assessore Lanzarin

 

Lettera dell'Assessore ai Servizi Sociali Manuela Lanzarin relativa all'erogazione dei Buoni Famiglia per i bambini che hanno frequentato i nidi in famiglia nell'anno 2013 e alla volontà di procedere alla predisposizione degli atti necessari a dare corso alle procedure per le richieste dei buoni per gli anni 2014 e 2015.

Clicca qui per visualizzare la lettera dell'Assessore Lanzarin [file PDF, 55 Kb]
 

Decreto Dirigenziale n.260/2014 - Assegnazione Buoni Famiglia annualità 2013

Il Decreto n. 260 del 2 ottobre 2014 [file PDF, 298 kb] riporta l’elenco delle famiglie beneficiarie del Buono Famiglia, ai sensi della D.G.R. n. 2907 del 30 dicembre 2013.
Il Decreto è composto dai seguenti Allegati:

  • Allegato A [file PDF, 91 kb] – elenco famiglie beneficiarie del “Buono Famiglia”, identificate con il codice identificativo della domanda, con gli importi spettanti;
  • Allegato B [file PDF, 12 kb] – elenco famiglie identificate tramite il codice fiscale del genitore intestatario della domanda, le quali nel precedente atto di assegnazione del Buono Famiglia - DDR n. 285/13 - non erano state considerate;
  • Allegato C [file PDF, 30 kb] – così composto: codice fiscale, provincia e denominazione del Comune e l’importo totale assegnato ad ogni Comune, in riferimento al totale delle assegnazioni, così come dettagliate negli Allegati A e B.

Il presente Decreto è pubblicato anche all' indirizzo web www.venetoperlafamiglia.it , Area “Nido in Famiglia – Provvedimenti”

Delle n. 1200 domande pervenute, n. 168 presentano alcune problematiche da verificare. Si comunica, quindi, alle n. 168 famiglie non indicate nel Decreto Dirigenziale n. 260/2014 che, a seguito delle verifiche resesi indispensabili, saranno assegnate le quote loro spettanti con un successivo Decreto.



Assegnazione Buono Famiglia anno 2012-2013

Con Decreto N. 285 del 5 agosto 2013 [file PDF, 1,84 Mb] è stato approvato l'elenco delle famiglie beneficiarie del Buono Famiglia per l'anno 2012-2013, in virtù della regolare frequenza dei servizi Nido in Famiglia, riconosciuti e attivi nel territorio della Regione del Veneto.

 

Definizione di Nido in Famiglia

Il progetto nasce su iniziativa della Regione del Veneto, Direzione Servizi Sociali, Servizio Famiglia, che con DGR n. 674 del 18 marzo 2008 [BUR n. 29 del 04/04/2008] e con DGR n. 1502 del 20 settembre 2011 [ BUR n. 74 del 04/10/2011] definisce un'unità di offerta con funzione educativa, di cura e di socializzazione. E' l'attività di persone, professionalmente preparate, che accudiscono ed educano, presso la propria o altrui abitazione, più bambini assicurando loro cure familiari, inclusi i pasti e la nanna, secondo criteri e modi di intervento consapevoli dei fini sociali ed educativi.

SOLO LE PERSONE CHE FREQUENTANO I PERCORSI DI QUALIFICAZIONE REGIONALI PER COLLABORATORI EDUCATIVI DEL PROGETTO NIDO IN FAMIGLIA POSSONO APRIRE SERVIZI INSERITI NEGLI ELENCHI DALLA REGIONE DEL VENETO.

Nessun altro corso abilita all'apertura di un Nido in Famiglia

E' garantita una adeguata copertura assicurativa sia per le collaboratrici educative che per i bambini da loro accuditi, secondo le modalità indicate in base all'appartenenza ad una associazione, cooperativa o altro, per infortunio e responsabilità civile, durante il periodo di attività , non solo all'interno dell'abitazione, ma anche durante le trasferte o le attività all'aperto. E' previsto un buono famiglia a favore delle famiglie che frequentino un nido in famiglia con almeno tre bambini e con contratti di almeno 6 mesi e almeno 80 ore mensili di frequenza.

 

 

 
 

 



Data ultimo aggiornamento: 20/06/2018