AgainST emerging fOrms of trafficking in Italy: exPloited immigrants in the international phenomenon of FORced BEGgging

Contro forme emergenti di tratta in Italia: immigrati sfruttati e vittime di traffico nel fenomeno internazionale dell’accattonaggio forzato


                                                      

With the financial support of the Prevention of and Fight against Crime Programme European Commission - Directorate-General Home Affairs. This project has been funded with support from the European Commission. This website reflects the views only of the author, and the European Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein.

 

Durata: 1 settembre 2013 - 28 febbraio 2015

 
Progetto finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma di Prevenzione e Lotta contro la Criminalità (Prevention and fight against crime ISEC, 2012), quale parte del Programma Generale sulla Sicurezza e Tutela delle Libertà.


Scarica il Report Finale del progetto.

 


Scopo del progetto: promuovere e migliorare la cooperazione e il lavoro di rete tra Forze dell’Ordine, Enti Pubblici e Associazioni, al fine di attivare interventi di prevenzione e contrasto al fenomeno della migrazione forzata e dell’immigrazione irregolare a scopo di accattonaggio e alla protezione delle vittime di tale forma di fenomeno migratorio.

 

Capofila del progetto: Regione del Veneto, Sezione Flussi Migratori

 

Partner co-beneficiari:

  • Comune di Venezia
  • Comune di Verona
  • Comune di Vicenza
  • Comune di Rovigo
  • Comune di Padova
  • Regione Friuli Venezia Giulia - Direzione centrale lavoro, formazione, commercio e pari opportunità
  • Università di Padova- Centro di Ateneo per i Diritti Umani
  • Provincia Autonoma di Bolzano – Alto Adige
  • Etnoblog Associazione Interculturale
  • Equality Cooperativa Sociale Onlus
  • Centro Caritas dell’Arcidiocesi di Udine
  • Nuovi Vicini Onlus
  • Società Cooperativa Comunità dei Giovani Onlus
  • Associazione Volontarius Onlus

 

Partner associati:

  • Dipartimento per le Pari Opportunità – Presidenza del Consiglio dei Ministri
  • Questura di Treviso
  • Questura di Vicenza
  • Questura di Gorizia
  • Questura di Rovigo- Squadra Mobile
  • Comune di Pordenone – Ambito distrettuale Urbano 6.5
  • Questura di Belluno
  • Questura di Venezia

 
Valore complessivo del progetto: €  269.232,50

Contributo UE : € 242.228,49

                                                      

Il progetto prevedeva le seguenti azioni:

1) una ricerca sul fenomeno dell’accattonaggio volta alla conoscenza del fenomeno e al contatto della popolazione dedita alla mendicità finalizzato all’identificazione delle persone potenzialmente vittime di tratta a scopo di accattonaggio presenti sul territorio del Triveneto. Obiettivo di questa attività è: l’individuazione di metodologie e buone prassi in materia di contatto e monitoraggio del fenomeno al fine di poter strutturare sul territorio un sistema di segnalazione e di presa in carico delle persone potenzialmente vittime di tratta a scopo di accattonaggio.

2) la formazione congiunta di operatori sociali e di Forze dell’Ordine per la definizione di indicatori di tratta a scopo di accattonaggio. Gli obiettivi di questa azione sono stati: sviluppare le competenze e il lavoro di rete tra gli operatori sociali e di forze dell’ordine in materia di traffico di esseri umani nonché individuare prassi di lavoro multi-agenzia orientate ai diritti umani in materia di emersione, identificazione, tutela delle vittime e contrasto della tratta a scopo di accattonaggio.

3) la disseminazione dei risultati tramite uno spazio web e l’organizzazione di una Conferenza finale per la promozione di un network europeo sulla tratta a scopo di accattonaggio per il monitoraggio del fenomeno, la prevenzione e la cooperazione nella protezione delle vittime e nei rientri volontari assistiti. Gli obiettivi di questa azione sono: diffondere i risultati della ricerca-intervento sul fenomeno dell’accattonaggio e le forme che assume l’eventuale sfruttamento; la promozione di buone prassi relativamente al contatto e alla segnalazione di persone con forme di sfruttamento in ambito di accattonaggio nonché relativamente all’emersione, identificazione e protezione delle vittime; la promozione di relazioni di cooperazione tra gli operatori sociali e di forze dell’ordine dei paesi di origine e di destinazione delle persone vittime di tratta a scopo di sfruttamento.

La Conferenza Finale si è tenuta il 4 febbraio 2015 in Aula Magna Galileo Galilei del Palazzo del Bo dell'Università di Padova. Scarica il programma della conferenza, che si è articolata in: Conferenza Pubblica e Technical Meeting. 

   CONFERENZA PUBBLICA

Scarica in formato PDF la presentazione degli interventi fatti dai relatori membri del Comitato Tecnico Scientifico del progetto:

   TECHNICAL MEETING

Scarica la presentazione in lingua inglese di Animus Association Foundation, associazione bulgara che offre supporto psicologico e sociale alle donne vittime di traffico.
L’intervento della dott.ssa Dima Bogdanova e quelli degli altri operatori sociali europei sono stati testimonianze utili per avere un quadro più chiaro sulla situazione nei Paesi europei di origine e di destinazione delle vittime di tratta.


Alcune immagini dell'evento:






             

             
 



Data ultimo aggiornamento: 27/02/2015

Percorsi


Siti tematici


Contenuto Html