Radiazione e rottamazione

RADIAZIONE è la cancellazione di un veicolo dai registri del PRA (Pubblico Registro Automobilistico). La radiazione può essere disposta per rottamazione (detta anche demolizione), esportazione all'estero del veicolo oppure d'ufficio.
La legge prevede che l'obbligo di corrispondere la tassa automobilistica cessi con la cancellazione dei veicoli dal PRA.

Qualora la radiazione avvenga nel mese iniziale del periodo d'imposta (detto anche mese di pagamento), il proprietario non è tenuto al pagamento del bollo auto per quell'anno d'imposta. Ad esempio, se un veicolo con scadenza del bollo a dicembre e validità dodici mesi, viene rottamato nel mese di gennaio 2017, nulla è dovuto per l'anno d'imposta 2017 (scadenza dicembre 2017).

ROTTAMAZIONE è la raccolta e demolizione di automobili o di altri mezzi di trasporto fuori uso, in vista di una fusione delle parti metalliche e di un riutilizzo di quelle ancora servibili. Alla consegna del veicolo, i centri di raccolta (demolitori autorizzati) rilasciano al proprietario del veicolo un certificato dal quale risulta la data di consegna stessa. Entro 30 giorni dalla consegna il demolitore provvede alla cancellazione al PRA del veicolo. Ai fini dell'esonero dal pagamento delle tasse automobilistiche, il contribuente può produrre agli uffici competenti il certificato rilasciato dai soggetti legittimati a richiedere la cancellazione del veicolo dal PRA (rottamatori ed imprese autorizzate). Per i periodi d'imposta successivi alla data indicata nel certificato non si è più tenuti a corrispondere la tassa automobilistica, a prescindere dall'annotazione al PRA che grava sul rottamatore.

In caso di rottamazione intervenuta dopo il 1° gennaio 2009, è possibile richiedere il rimborso della quota parte di tassa già regolarmente versata o la compensazione sulla tassa da versare per la nuova proprietà di un veicolo. Ciò a condizione che il contribuente non abbia goduto del possesso del veicolo per almeno un quadrimestre. Così, ad esempio, se il bollo scade a dicembre del 2016 e la rottamazione interviene nel giugno del 2016, il contribuente potrà richiedere la restituzione di quanto versato da luglio a dicembre, conteggiando solo i mesi interi. 

Condizioni per riconoscimento rimborso o compensazione in caso di furto e rottamazione.

Diversamente, se la radiazione avviene per esportazione all'estero durante un anno d'imposta già coperto da pagamento, la tassa resta dovuta per l'intero anno. In quest'ipotesi non è ammesso alcun frazionamento nel pagamento del bollo. Esempio: veicolo con scadenza del bollo ad agosto 2016, validità dodici mesi, viene radiato nel febbraio del 2016, la tassa automobilistica per il periodo settembre 2015-agosto 2016 resta dovuta per l'intero senza possibilità di recupero delle mensilità non godute.

Riferimenti normativi:

- art. 5, comma 32, D.L. 30 dicembre 1982, n. 953, convertito, con modificazioni, dalla L. 28 febbraio 1983, n. 53;

- D. M. 18 novembre 1998, n. 462;

- art. 1 bis L.R. 24 dicembre 2001, n. 40;

- art. 1 L.R. 7 novembre 2008, n. 16.



Data ultimo aggiornamento: 05/01/2017

radiazione rottamazione demolizione riduzioni informazioni tasse auto bollo auto informazioni tasse auto assistenza rimborso tasse auto operatore impresa cittadino