Direzione Servizi Sociali
                      Unità Organizzativa
                Dipendenze, Terzo Settore,
   Nuove Marginalità e Inclusione Sociale

 


Mission dell'U.O.

  • Interventi a sostegno del Volontariato e Associazionismo di promozione sociale, attraverso specifica attività di coordinamento e la tenuta del registro regionale delle organizzazioni di volontariato;
  • Promozione dell'attività svolta sul territorio regionale dalle cooperative sociali in ambito socio-assistenziale ed educativo, con riferimento all'inserimento lavorativo delle persone svantaggiate.

 

Ambiti di intervento

L’U.O. Dipendenze, Terzo Settore, Nuove Marginalità e Inclusione Sociale si articola nelle seguenti Posizioni Organizzative:

  • Dipendenze
  • Cooperazione Sociale e programmi comunitari
  • Volontariato Promozione Sociale e Progettualità Trasversali
  • Nuove Marginalità ed Inclusione Sociale

        In Evidenza

NEW
Con DGR n. 525 del 28.04.2020 è stato approvato lo schema di Accordo di programma che definisce gli impegni che Regione del Veneto e Ministero del lavoro e delle Politiche sociali hanno assunto per dare attuazione agli artt. 72 e 73 del D.Lgs. 117/17.
Aggiornamento:
1) E' stata avviata e conclusa la prima fase che prevede la consultazione degli organismi di prossimità rappresentativi della realtà del terzo settore, quali i Centri di servizio per il volontariato, la Conferenza del Volontariato e il Forum del Terzo settore, al fine di raccogliere le difficoltà che il tessuto socio-economico veneto sta affrontando, le azioni messe in campo e i contesti di riferimento in cui è maggiormente necessario intervenire;
2) E' in elaborazione il provvedimento che definirà criteri e modalità di partecipazione al finanziamento per lo svolgimento di attività di interesse generale di cui all'art. 5 del D. Lgs. 117/17, costituenti oggetto di iniziative e progetti promossi da associazioni di volontariato e di promozione sociale iscritte ai Registri regionali. 

NEW - LINEE GUIDA PER LE ATTIVITA’ DEL VOLONTARIATO NELL’AMBITO DELL’EMERGENZA
EPIDEMIOLOGICA COVID-19. Clicca qui per scaricare il documento   

F.A.Q.

D: Le linee guida valgono anche per i volontari degli enti religiosi civilmente riconosciuti?

R:Certamente, nel novero degli enti del terzo settore possono essere ricompresi anche gli enti religiosi civilmente riconosciuti, limitatamente alle attività di interesse generale di cui  all'art. 5, a condizione che per tali attività gli enti adottino un apposito regolamento che recepisca le norme del Codice, nel rispetto della struttura e delle finalità proprie dell'ente e venga depositato presso il Registro unico nazionale del terzo settore, costituiscano un patrimonio destinato e tengano una contabilità separata. 
Considerato che ad oggi il Registro unico nazionale del terzo settore non è ancora operativo e che tali enti non hanno ancora provveduto all'emanazione dell'apposito regolamento, le attività poste in essere dagli enti caritatevoli del territorio regionale che rientrano tra le attività enucleate nelle linee guida, sono considerate ammissibili, purchè svolte nel rispetto delle condizioni generali contenute nel documento medesimo e coordinate con i COC, o in assenza dei quali, con i servizi sociali comunali.  A tali enti compete rilasciare la dichiarazione per i propri volontari.     
---------------

D: Come si coniuga l'ordinanza n. 40 del 13.04.2020 con le Linee Guida sull'attività di volontariato?

R: Come già chiarito nelle FAQ disponibili a questo link, il distanziamento di 2 metri è previsto nei confronti di terzi che si possono incontrare e non riguarda gli accompagnamenti.
                                                              

TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE ISTANZE DI CONFERMA DI ISCRIZIONE NEI REGISTRI REGIONALI ODV E APS   Le ODV e le APS, la cui iscrizione nei registri regionali è in scadenza nell'arco temporale compreso tra febbraio e luglio 2020, potranno procedere alla presentazione dell'istanza di conferma a conclusione della fase emergenziale correlata all'epidemia del COVID-19  verosimilmente entro il 31 luglio 2020.

DECRETO LEGGE N. 18 DEL 17 MARZO 2020 ART. 35  - DISPOSIZIONI IN MATERIA DI TERZO SETTORE   Il Decreto Legge "Cura  Italia" ha previsto una serie di proroghe per le ODV e le APS iscritte nei registri regionali. Nel dettaglio(A) Art. 35 commi 1 e 2:   è prorogato il termine per l’adeguamento degli statuti delle ODV, delle APS e  delle Onlus con la modalità semplificata dal 30 giugno 2020 al 31 ottobre 2020. (B) Art. 35 comma 3: le ODV, le APS e le Onlus per le quali la scadenza del termine di approvazione dei bilanci ricade all’interno del periodo emergenziale  stabilito dalla delibera del Consiglio dei ministri del 31 gennaio 2020 possono approvare i propri bilanci entro il 31 ottobre 2020, anche in deroga alle eventuali previsioni di leggi statali o regionali, regolamenti o dello statuto. ATTENZIONE: l'osservanza delle disposizioni ministeriali in materia di contenimento della diffusione del virus COVID-19, qualora comporti per le  ODV e le APS l'assunzione di decisioni in deroga alle disposizioni statutarie (correlate, ad esempio, all'approvazione del bilancio) non richiede in questa fase la comunicazione agli uffici regionali competenti. 

D.L. 9 marzo 2020 , n. 14 recante "Disposizioni urgenti per il potenziamento del Servizio sanitario nazionale in relazione all’emergenza COVID-19" .  Articolo 6:  Disposizioni urgenti in materia di volontariato  -   clicca qui  per scaricare il documento                    

PROGETTI DI RILEVANZA REGIONALE PROMOSSI DA ODV E APS 

COMUNICAZIONI ALLE ASSOCIAZIONI BENEFICIARIE

NEW Si informa che la scadenza del 30 aprile per il monitoraggio intermedio è ulteriormente posticipata al 30 giugno 2020
NEW  Disponibile la modulistica per il monitoraggio intermedio dei progetti Art. 72 Anno 2019 (DGR 630/2019 e DDR 110/2019)
Modello spese sostenute 
Relazione quantitativa e illustrativa


 

CODICE DEL TERZO SETTORE (D.Lgs. 117/2017 e successive modifiche)

ATTENZIONE: La Legge n. 58 del 28/06/2019 di conversione del c.d. "Decreto Crescita" contiene un importante emendamento che proroga i termini per gli adeguamenti statutari delle organizzazioni di volontariato e delle associazioni di promozione sociale al 30.06.2020.

Per maggiori informazioni 0412791381-1364-1375

----------------------------------------------------

La Regione del Veneto ha istituito tavoli di lavoro con i Centri di Servizio per il Volontariato del territorio, soggetti deputati a fornire consulenza gratuita alle Organizzazioni di Volontariato e alle Associazioni di Promozione Sociale, con l’obiettivo di garantire un supporto nella fase relativa agli adeguamenti statutari necessari richiesti dal Codice del Terzo Settore, in particolare, per le ODV e le APS già iscritte nei registri regionali, che hanno adottato gli schemi statutari, redatti ai sensi della L. 266/1991 e della L. 383/2000, approvati con appositi provvedimenti regionali.
Gli schemi statutari elaborati, da tradursi quali linee guida di indirizzo, contengono le disposizioni inderogabili e derogabili che le associazioni sono tenute a inserire nei propri statuti.
In riferimento agli atti costitutivi e agli statuti predisposti da reti associative ed approvati con decreto del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, l'ufficio del registro unico del Terzo settore verificherà la regolarità formale della documentazione.

Per approfondimenti:
- Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali: Circolare n. 20/2018 e della tabella riepilogativa delle modalità di adeguamento statutario da parte degli enti del Terzo Settore

Sono inoltre disponibili a questo link tutte le Circolari e gli orientamenti ministeriali sul Codice e sugli Enti del Terzo settore (pagina a cura del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali)

Clicca QUI per accedere alla sezione dedicata alle ASSOCIAZIONI DI PROMOZIONE SOCIALE

Clicca QUI per accedere alla sezione dedicata alle ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO

----

ESENZIONE TASSA AUTOMOBILISTICA ODV E APS

 

Con Legge regionale n. 44 del 14.12.2018, entrata in vigore il 21.12.2018 è stata approvata l’esenzione dal pagamento della tassa automobilistica per i veicoli adibiti al trasporto di persone con disabilità e delle persone anziane di proprietà delle organizzazioni di volontariato e delle associazioni di promozione sociale, iscritte ai Registri regionali (art. 4 L.R. 30 agosto 1993, n. 40 e art. 43 L.R. 13 settembre 2001, n. 27).

I soggetti interessati che vorranno usufruire dell’esenzione permanente, dovranno presentare istanza utilizzando esclusivamente l’apposito MODULO seguendo le indicazioni contenute QUI entro 30 giorni dall’entrata in vigore della norma (21.01.2019).
L’istanza dovrà essere trasmessa per PEC all’indirizzo area.sanitasociale@pec.regione.veneto.it.

L'esenzione permane per gli anni successivi sino alla perdita dei requisiti previsti al comma 1, art. 2 della citata LR 44/2018, senza l’onere di ulteriori adempimenti e cessa a seguito di radiazione, vendita o altro atto dal quale risulti l’effettiva perdita della proprietà.

Relativamente all’acquisto di nuovi mezzi, l’istanza di esenzione potrà essere presentata entro il 31 dicembre dell’anno di acquisto e l’esenzione decorrerà dal 1° gennaio dell’anno successivo alla data di comunicazione.


DECRETO LEGISLATIVO 3 luglio 2017, n. 117 Codice del Terzo settore

REGISTRO UNICO NAZIONALE DEL TERZO SETTORE

Il D.Lgs. n. 117/2017 ha istituito il Registro unico nazionale del Terzo Settore, gestito su base territoriale, che sarà operativo solo a seguito del Decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali e, conseguentemente, dei provvedimenti attuativi della Regione, ai sensi dell’art. 53, commi 1 e 2.
Il Ministero, oltre a definire la procedura per l’iscrizione nel Registro unico nazionale, le regole per la predisposizione, la tenuta, la conservazione e la gestione del Registro medesimo, disciplinerà anche le modalità con cui la Regione provvederà a comunicare al Registro in argomento i dati degli enti già iscritti nel Registro regionale.
Il requisito dell’iscrizione al Registro unico nazionale, nelle more dell’istituzione del Registro medesimo, si intende soddisfatto attraverso l’iscrizione dell’associazione al Registro regionale previsto dalla normativa di settore.
Le organizzazioni di Volontariato e le Associazioni di Promozione Sociale già iscritte ai Registri regionali dovranno comunque adeguarsi alle disposizioni del D. Lgs. 117/2017 e modificare i propri statuti entro diciotto mesi dalla sua entrata in vigore. (3 Agosto 2017).
Le modifiche statutarie sono esenti dall’imposta di registro se hanno lo scopo di adeguare gli atti a modiche o integrazioni normative. Tale disposizione si applica in via transitoria a decorrere dal periodo di imposta successivo a quello in corso al 31.12.2017 e fino al periodo d’imposta di entrata in vigore delle disposizioni di cui al Titolo X del D.Lgs. 117/2017 (Regime fiscale degli enti del Terzo settore – applicabile a partire dal periodo d’imposta successivo all’autorizzazione della Commissione europea e non prima del periodo d’imposta successivo di operatività del Registro unico nazionale).
Fino all’operatività del Registro unico nazionale, si applicano le norme previgenti ai fini e per gli effetti derivanti dall’iscrizione al Registro regionale. Le specifiche, la modulistica ed il registro aggiornato sono disponibili nelle pagine dedicate alle Associazioni di Promozione Sociale e al Volontariato


Contatti

Dipendenze, Terzo Settore, Nuove Marginalità e Inclusione Sociale
Direzione Servizi Sociali
Rio Novo - Dorsoduro, 3493 – 30123 Venezia
Tel. 041 2791420 / 1421 – Fax 041 2791369
PEC area.sanitasociale@pec.regione.veneto.it

Per qualsiasi informazione, proposta o suggerimento:
servizi.sociali@regione.veneto.it


Questionario Customer Satisfaction di Valutazione dei servizi

Al fine di raccogliere valutazioni e suggerimenti per migliorare la comunicazione, l'Unità Organizzativa Dipendenze, Terzo Settore, Nuove Marginalità e Inclusione Sociale vi sarebbe grata se dedicaste un po' del vostro tempo per rispondere al questionario che troverete al seguente link:

Questionario Customer Satisfaction

 
Privacy

In linea con l'impegno costante per garantire la massima riservatezza dei dati dei nostri utenti, la Regione ha aggiornato la sua privacy policy e le informative sulla privacy secondo quanto previsto dal nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (GDPR) dell’Unione Europea.Clicca qui per maggiori informazioni



Data ultimo aggiornamento: 21 maggio 2020