Navigazione Navigazione

corsi oss: alcune iniziative a livello locale corsi oss: alcune iniziative a livello locale

link utili link utili

Operatore Socio Sanitario (OSS)

 

Chi è l'Operatore Socio Sanitario

L'Operatore Socio Sanitario (O.S.S.) è la figura professionale che trova origine nella sintesi dei distinti profili professionali degli operatori dell'area sociale e di quella sanitaria e risponde in modo più adeguato all'evoluzione dei servizi alla persona, intesa nella globalità dei suoi bisogni.
La Regione ne ha indicato con precisione le caratteristiche con Legge regionale del 16 agosto 2001, n. 20,che recepisce l'accordo di Conferenza Stato Regioni e Province automone di Trento e Bolzano del 2001. 
Questa legge definisce nel dettaglio le competenze, il contesto ed il modo di operare dell' O.S.S., nonché le modalità di gestione ed organizzazione dei corsi di formazione.
A tutt'oggi solo tale figura professionale, ai sensi dell’Accordo Stato/Regioni del 22/02/2001 e della Legge Regionale 20/2001, costituisce il titolo di base per l’accesso lavorativo presso gli enti pubblici quali le Unità Locali Socio Sanitarie e le Aziende Ospedaliere, le I.P.A.B., o le strutture sanitarie, sociali o socio-sanitarie private autorizzate e accreditate ai sensi della L.R. 22/2002
(torna a inizio pagina)

 

Come si diventa Operatore Socio Sanitario

Per diventare Operatore Socio Sanitario è necessario frequentare uno dei corsi di formazione riconosciuti, organizzati da Organismi di formazione accreditati dalla Regione del Veneto.
I corsi sono a pagamento, per il biennio 2021-2022 la quota partecipativa non può superare € 1.800,00.
Il corso, che si conclude con il conseguimento dell'attestato di qualifica professionale a seguito del superamento di un esame, ha le seguenti caratteristiche:
- durata di 9-18 mesi;
- un monte ore complessivo di 1000 ore, di cui 480 teoriche e 520 ore di tirocinio da svolgersi presso le strutture e i servizi in cui è prevista la figura professionale dell'Operatore Socio Sanitario;
- un'articolazione in moduli didattici, di base e professionalizzanti, suddivisi tra ore di lezioni teoriche e di tirocinio;
- l'insegnamento di materie nelle seguenti aree disciplinari: socio-culturale istituzionale e legislativa, psicologica-sociale, igienico-sanitaria e tecnico-operativa.


Per partecipare ai corsi è necessario avere assolto al diritto dovere all’istruzione e formazione professionale ai sensi della normativa vigente oppure il compimento del 18 anno di età alla data di iscrizione al corso e il titolo di scuola secondaria di primo grado (licenza media). In caso di titoli di studio conseguiti all’estero (in Paesi dell’Unione Europea ed extra Unione Europea) dovrà essere presentata la Dichiarazione di Valore.

 

Possono partecipare ai percorsi formativi anche i cittadini stranieri, ma  devono possedere il certificato di competenza linguistica.

Le certificazioni di conoscenza della lingua italiana finalizzate all'ammissione al percorso per OSS (di livello B1) sono le seguenti:

  • Università per Stranieri di Siena: Livello CILS Uno - B1
  • Università per Stranieri di Perugia: Livello Celi 2 - B1
  • Università Roma3: Livello B1- cert.it
  • Società Dante Alighieri: Livello Plida - B1

Non è valida - ai fini dell'ammissione al corso per OSS - la certificazione di livello B1-cittadinanza, trattandosi di attestazione finalizzata all'esclusivo scopo di acquisizione della cittadinanza italiana, ma non funzionale al proseguimento degli studi e alla frequenza di percorsi formativi.

In via straordinaria, dato il perdurare dell'emergenza epidemiologica da Covid-19, saranno accettate le dichiarazioni di avvenuto superamento dell'esame rese dai suddetti Istituti Certificatori e pervenute entro la data di avvio del corso.

 

Sono esonerati dalla presentazione del predetto certificato, i cittadini stranieri che sono in possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

1. diploma di licenza media conseguito in Italia;
2. attestato di qualifica professionale conseguito in Italia a seguito di percorso triennale di IeFP;
3. diploma di scuola secondaria di secondo grado conseguito in Italia;
4. diploma di tecnico superiore, di laurea o di dottorato di ricerca conseguito in Italia;
5. dichiarazione di superamento della prova di lingua rilasciata dalla Regione del Veneto;.

Gli iscritti ai corsi sono sottoposti agli accertamenti previsti dal protocollo di sorveglianza sanitaria approvato con Decreto del Direttore Generale dell'Area Sanità e Sociale n. 90 del 16 luglio 2018.


Una volta ottenuta la qualifica di Operatore Socio-Sanitario è possibile trovare impiego presso le Aziende ULSS, le Aziende Ospedaliere, le I.P.A.B., le Strutture Sanitarie o Socio-Sanitarie private autorizzate e accreditate dalla Regione del Veneto.
 

Programmazione dei corsi 2021-2022

La Giunta Regionale in funzione del fabbisogno professionale delle strutture e dei servizi socio sanitari e socio assistenziali del territorio regionale, programma l'attivazione dei corsi.
Con Delibera di Giunta Regionale n. 1253 del 14 settembre 2021,  la Regione del Veneto ha approvato l'avvio di nuovi corsi di formazione per Operatore Socio Sanitario (OSS) per il biennio 2021-2022.
Nella Direttiva sono previsti due cicli formativi:

- 1° ciclo: prova di selezione fissata al 15 dicembre 2021 con avvio dei corsi entro il 15 febbraio 2022;
- 2° ciclo:  prova di selezione fissata al 18 maggio 2022 con avvio dei corsi entro il 30 giugno 2022

Con il DDR n. 1129 del 7 ottobre 2021 è stato approvato l'elenco dei proegtti ammessi nei due cicli.
L’elenco definitivo dei corsi autorizzati sarà stabilito con successivo atto del Direttore della Direzione Formazione e Istruzione.

 

Voucher formativi individuali 

In analogia all’esperienza già maturata a partire dall’anno 2019,  anche per i corsi del biennio 2021-2022 la Giunta regionale sta valutando  la possibilità di concedere un voucher formativo individuale per sostenere la partecipazione ai corsi  in particolare da parte delle persone  disoccupate o inoccupate.
I criteri di assegnazione, le modalità di richiesta e le caratteristiche del contributo saranno definiti con specifico provvedimento, ma sarà comunque prevista una co-partecipazione finanziaria da parte degli interessati.

(torna a inizio pagina)

 

Percorsi di integrazione delle competenze per diplomati IPS indirizzo servizi socio sanitari

Gli studenti iscritti e frequentanti le classi quarte e quinte di un Istituto Professionale ad indirizzo “Servizi Socio Sanitari e Servizi per la sanità e l’Assistenza sociale” e/o in possesso di diploma di Stato per i Servizi Socio Sanitari e Servizi per la sanità e l’Assistenza sociale ottenuto a conclusione di un ciclo quinquennale, possono iscriversi a percorsi di integrazione delle competenze alla qualifica di Operatore Socio Sanitario.  In ogni caso potranno essere ammessi a sostenere l’esame di qualifica per OSS solo gli allievi in possesso del diploma di Stato per i servizi socio sanitari e servizi per la sanità e l’assistenza sociale.

Con la Deliberazione della Giunta regionale n. 106 del 2 febbraio 2021 è stata approvata la Direttiva per la presentazione dei progetti formativi relativi ai corsi degli anni scolastici 2020-2021 e 2021-2022 previsti dal Protocollo di Intesa sottoscritto tra la Regione del Veneto e l'Ufficio scolastico regionale di cui alla Deliberazione di Giunta Regionale n. 1217 del 25 agosto 2020.  

Gli Istituti Professionali e gli Organismi di Formazione possono presentare richiesta per gli interventi formativi  dal 1^ maggio al 1^ giugno di ogni anno, con avvio delle attività dopo la prova di selezione dei candidati. 

Con DDR n. 201 del 29 marzo  2021 sono stati approvati i corsi del primo sportello,  la cui prova di selezione si è svolta entro il 30 aprile 2021.  Considerata la comcomitanza coi percorsi curricolari statali, lo stesso provvedimento ha autorizzato l'avvio nel secondo sportello di eventuali interventi approvati ma non ancora attivati. 

Con DDR n. 771 del 19 luglio 2021 sono stati approvati gli interventi formativi del secondo sportello, con avvio dei corsi entro il 30 novembre 2021 e conclusione entro il 30 novembre 2023. La prova di selezione dei partecipanti dovrà svolgersi entro il prossimo 5 ottobre 2021

L'elenco dei corsi con indicazione degli Enti autorizzati è rinvenibile qui (cartella "approvazione dei progetti formativi"). 

L'importo massimo per la frequenza a carico del partecipante è di euro 1.200,00,  comprensivo di qualsiasi spesa direttamente collegata all’intervento formativo (a titolo esemplificativo si citano gli accertamenti per la sorveglianza sanitaria, ecc.). 

(torna a inizio pagina)

 

Per consultare tutti i provvedimenti relativi ai corsi di formazione per Operatore Socio Sanitario (bandi, direttive, elenchi dei corsi autorizzati...) cliccare qui
Per ulteriori informazioni contattare gli Uffici Relazioni con il Pubblico - URP.

 

Formazione complementare in assistenza sanitaria per Operatori Socio Sanitari 

Con la Deliberazione n. 305 del 16 marzo 2021 la Giunta regionale ha approvato l'organizzazione didattica e i contenuti del percorso di "Formazione complementare in assistenza sanitaria dell'Operatore Socio-Sanitario", dedicato prioritariamente agli Operatori Socio-Sanitari in attività presso le strutture extraospedaliere residenziali e semiresidenziali per anziani, pubbliche e private accreditate, al fine di contrastare la carenza di personale dovuta all’emergenza pandemica.

Modalità di ammissione, svolgimento, tirocinio e ogni altro aspetto gestionale del percorso formativo verranno stabiliti con successivi provvedimenti della Direzione Risorse strumentali SSR.
Per ogni altra informazione e aggiornamento cliccare qui.  

(torna a inizio pagina)

 

 



Data ultimo aggiornamento: 21 ottobre 2021