Monitoraggio e valutazioni

Attuazione finanziaria del programma 

Sulla base dell’art. 42 del Reg. UE 1060/2021 l’Autorità di Gestione trasmette alla Commissione i dati cumulativi del programma. I dati finanziari dovrebbero essere inviati quattro volte all’anno, mentre i progressi degli indicatori dovrebbero essere segnalati ogni 6 mesi.

L’esame del raggiungimento dei traguardi fissati dal programma dovrebbe far parte della revisione intermedia dello stesso.

Valutazione Ambientale Strategica (VAS)

La Valutazione Ambientale Strategica (VAS) è stata introdotta a livello europeo dalla Direttiva 2001/42/CE) recepita a livello nazionale nella Parte seconda del D.Lgs 152/2006 ss.mm.ii. Le attività di Programmazione e valutazione consistono in due processi integrati per cui gli esiti delle attività di valutazione sono tenuti in considerazione durante l’elaborazione e l’attuazione del Programma. 
Il PR FESR 2021-2027 viene sottoposto a VAS ai sensi dell’art. 6 comma 2 del D.Lgs. 152/06: il Programma definisce il quadro di riferimento per l'approvazione, l'autorizzazione, l'area di localizzazione o comunque la realizzazione dei progetti elencati negli III e IV del presente decreto.
A livello regionale la procedura di VAS è definita compiutamente all’Allegato A della DGR 791 del 31 marzo 2009.

In base all’art.10 comma 3 la VAS e la VIA comprendono le procedure di valutazione d'incidenza di cui all'articolo 5 del decreto n. 357 del 1997. A livello regionale il provvedimento che regolamenta il procedimento di VIncA è la DGRV n.1400/2017.

Integrato nel processo di VAS inoltre è stato applicato il principio “do no significant harm” (DNSH) introdotto dal Common Provisions Regulation (CPR) al recital 10 il quale afferma che nel contesto della lotta ai cambiamenti climatici, i fondi dovrebbero sostenere attività che rispettino gli standard e le priorità in materia di clima e ambiente dell'Unione e non dovrebbero danneggiare in modo significativo gli obiettivi ambientali ai sensi dell'articolo 17 del regolamento (UE) n. 2020/8521.

Il rapporto ambientale preliminare è stato sottoposto alla procedura di consultazione con il pubblico e le autorità competenti in campo ambientale. Il parere della Commissione VAS [file pdf 3MB] del 30 maggio 2022 è pubblicato integralmente e  consultabile sulla pagina della Commissione VAS. Il rapporto è stato quindi aggiornato a seguito dei pareri espressi e alla luce delle prescrizioni della Commissione Europea.

Dichiarazione di sintesi [file pdf 618kB]
Rapporto ambientale  [file pdf 19MB]
Studio per la valutazione di incidenza [file pdf 14MB]

Piano di valutazione

Il Reg. UE 1060/2021 all’art. 44 prevede che l’Autorità di Gestione effettui valutazioni dei programmi relativamente a uno o più dei criteri seguenti: efficacia, efficienza, rilevanza, coerenza e valore aggiunto dell’Unione, al fine di migliorare la qualità della progettazione e dell’attuazione dei programmi. Le valutazioni possono contemplare anche altri criteri pertinenti, quali inclusività, non discriminazione e visibilità.

Entro un anno dall’approvazione del programma l’Autorità di Gestione presenta un Piano di Valutazione che delinea le finalità, le caratteristiche dell’approccio, la metodica di riferimento e i contenuti fondamentali delle attività di valutazione del PR FESR 2021-2027 della Regione del Veneto. 

Disegno di valutazione

Il Disegno della Valutazione (DdV)  costituisce il primo documento dell’attività valutativa che avvia il processo di interazione tra l’Autorità di Gestione (AdG) ed il Valutatore. Definisce le modalità delle attività valutative e il contenuto dei rapporti valutativi. Il DdV è frutto dell’avvio di un processo di progettazione partecipata con l’AdG.
Il DdV va inteso come uno strumento flessibile, da adattare periodicamente sulla base dell’andamento della programmazione, concordando di volta in volta gli aspetti che risulteranno meritevoli di approfondimento. Questo in quanto la valutazione si concretizza in un’attività continuativa di accompagnamento dell’attuazione del Programma durante tutte le sue fasi.

Proprio in virtù della natura flessibile del servizio di valutazione, anche la collocazione temporale di alcune attività comprese nel DdV potrà essere definita o modificata nel corso della durata della programmazione in base alle esigenze dell’AdG, oppure in relazione allo stato di avanzamento del Programma Operativo.

Valutazione ex-ante degli strumenti finanziari

Il Reg. UE 1060/2021, recante le disposizioni comuni applicabili ai Fondi per la politica di coesione dell’Unione Europea, tra cui rientra il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), prevede espressamente la possibilità, rivolta a diverse tipologie di beneficiari e nel contesto delineato da molteplici ambiti tematici, di attivare forme di sostegno costituite da strumenti finanziari. La suddetta possibilità è subordinata a diverse condizioni esplicitate dal predetto Regolamento, in particolare all’art. 58 e ss. che prevede, quale adempimento propedeutico all’effettiva erogazione di contributi del Programma agli strumenti finanziari, la predisposizione della Vexa “Valutazione ex-ante degli strumenti finanziari”.
La valutazione è in corso di svolgimento.

Indicatori e documento metodologico

Gli indicatori di monitoraggio previsti dal programma sono stabiliti sulla base dell’art. 22 paragrafo 3 del Reg. UE 1060/2021 a livello di obiettivo specifico.

Gli indicatori previsti dal programma sono di due tipi: di output e di risultato. In accompagnamento agli indicatori previsti è associato un documento metodologico che spiega per ogni indicatore scelto la metodologia di individuazione dei target a esso associato.

Documento metodologico indicatori [file pdf 1.8MB]

 

 

 

 



Data ultimo aggiornamento: 16 maggio 2023