SITI tematici SITI tematici




 



Data ultimo aggiornamento: 15 febbraio 2016

Percorsi di mobilità professionale transnazionale e interregionale

La Regione del Veneto sostiene percorsi di mobilità professionale da realizzare all'estero (area europea) o in altre regioni italiane.

 

Barra loghi FSE


Si segnala che il progetto è concluso.

CHI
L'iniziativa si rivolge alle persone, a prescindere dal loro status occupazionale. Sono privilegiati i giovani (18-35 anni), le donne e gli over 50. Tra gli occupati sono ammessi a partecipare anche i lavoratori parasubordinati, i lavoratori autonomi, gli imprenditori.

COSA
I percorsi di mobilità a carattere transnazionale e interregionale consistono in stage o visite di approfondimento e scambi all'estero o presso altre regioni italiane. I percorsi possono durare 1, 4, 12 o 24 settimane, a seconda della tipologia di destinatario, come specificato in Direttiva.
Lo stage, pensato per tutte le tipologie di destinatario, sia occupato che disoccupato o inoccupato, è finalizzato ad un apprendimento pratico individuale finalizzato all'apprendimento diretto di conoscenze, abilità e competenze, arricchito dal vantaggio derivante dal confronto con realtà produttive di altre regioni e paesi europei. Lo stage può essere svolto presso soggetti pubblici e privati. Le visite di approfondimento e scambio sono rivolte solo ai lavoratori occupati e sono mirate a rafforzare collaborazioni già esistenti, acquisire metodi e strumenti di lavoro specifici, a favorire lo scambio di informazioni e conoscenze.
I percorsi possono riferirsi a tutti i settori e comparti economici, ma sono privilegiati i progetti che propongono attività in ambito TIC-Tecnologie dell'informazione e della Comunicazione, Green Economy, energie rinnovabili e Industria culturale e creativa. Inoltre sono valorizzati i percorsi finalizzati alla creazione di idee imprenditoriali.

DOVE
Le persone possono realizzare esperienze conoscitive e di apprendimento presso organizzazioni presenti sul territorio italiano, al di fuori del Veneto, nei Paesi dell'Unione europea, oltre che Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera e nei paesi candidati all'adesione, Croazia e Turchia.

COME
Le persone interessate possono rivolgersi direttamente agli enti di formazione accreditati dalla Regione che aderiscono all'iniziativa.
Per ogni destinatario, qualora ammesso al finanziamento, è prevista una Borsa di mobilità che prevede la copertura dei costi (viaggio e sussistenza), azioni di supporto alla mobilità (informazione, assistenza, orientamento, formazione, tutorato e riconoscimento dei percorsi realizzati) e indennità di frequenza (solo per gli inoccupati e i disoccupati, se non percettori di misure di integrazione al reddito).
L'iniziativa è finanziata con risorse del Fondo sociale Europeo -POR 2007-2013, Asse V Interregionalità e Transnazionalità.
Gli Enti sono invitati a visitare lo spazio operatori per ogni ulteriore informazione.

MATERIALI VIDEO

 


Collegamento al video


 

Collegamento al video
 

Documenti

Direttiva per gli interventi di mobilità interregionale e internazionale: DGR 875 del 04-06-2013_AllA
 

Recapiti

Ufficio Programmazione e Valutazione FSE
Sezione Lavoro
E-mail: infofse.lavoro@regione.veneto.it
Tel. 0412795305-5807




Data ultimo aggiornamento: 22 gennaio 2016