16 dicembre 2015

Riunione del Comitato Nazionale di Parità del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali: “Accesso e Parità nel Lavoro - Politiche, Innovazione e Jobs Act”. Roma, Camera dei Deputati.
Sono intervenuti: Marina Sereni, Vice Presidente della Camera, Fatima Mannino, Vice Presidente del Comitato Nazionale di Parità, Linda Laura Sabbadini, Direttore Dipartimento delle statistiche sociali ed ambientali Istat, Chiara Saraceno, Università degli Studi di Torino, Emmanuele Pavolini, Università di Macerata, Teresa Bellanova, Sottosegretario di Stato presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti, Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali.
Il Comitato nazionale di Parità in quasi 25 anni di attività attraverso un’imponente progettazione finanziata, ha contribuito a diffondere nel Paese la cultura della parità di genere come valore sociale, in funzione di un diverso benessere organizzativo.
Accesso e parità nel lavoro sono stati i temi affrontati nel corso del Convegno: una riflessione sul lavoro: come e in che misura potrà cambiare nei prossimi anni. Un apporto alla questione femminile potrà venire dal Jobs Act e dai provvedimenti nella Legge di Stabilità.
L’approccio di genere nella trasformazione del mercato del lavoro, in relazione a una diversa e migliore qualità della vita; necessaria una programmazione di politiche sociali più friendly per lavoratrici e lavoratori.
Le priorità che sono apparse nella loro urgenza sono: incentivare l’occupazione femminile, prevenire l’abbandono del posto di lavoro dopo la nascita del primo figlio, strumenti stabili di conciliazione e sostegno al lavoro.






11 dicembre 2015

Serata dedicata alla conclusione dell’attività dell’anno. Abano Terme PD, Ritz Hotel.
Durante l’incontro, organizzato da Aidda Vtaa, sono state illustrate le principali attività dell’associazione programmate per il 2016; in particolare: promozione di attività di impresa femminile, nuovi percorsi di formazione professionale, azioni a supporto della donna e progetti europei.
L’incontro dell’Associazione è stato anche momento di promozione di giovani talenti musicali. Con la direzione del maestro Leopoldo Armellini, si sono esibiti: Francesco Mardegan e Marina Miola (violini), Francesca Marino (viola), Claudia Cecchinato (violoncello), Emma Pestugia (pianoforte).






 





2 dicembre 2015

La Consigliera di Parità Sandra Miotto è stata relatrice al seminario di aggiornamento professionale "Percorsi di Parità: opportunità, tutele, distanze colmare”. Mestre, Centro Servizi della Città Metropolitana di Venezia.
Altri relatori: Annalisa Vegna, consigliera di parità metropolitana; Gloria Vidali, dirigente Pari opportunità CM Venezia; partecipano numerosi Assessori dei Comuni della provincia di Venezia.
L’iniziativa ha promosso - alla luce dei cambiamenti culturali, sociali e normativi - un percorso di aggiornamento delle competenze e delle conoscenze dei/delle partecipanti in tema di pari opportunità. Contenuti sviluppati: principali normative nazionali a tutela delle pari opportunità; ruolo della Consigliera di Parità; differenze con la figura della Consigliera di Fiducia e con il Cug; linguaggio di genere: buone pratiche per un uso non sessista della lingua italiana.












 

23 novembre 2015

La Consigliera di Parità Sandra Miotto con DGR n. 40/ 2015 è stata nominata componente dell’Osservatorio regionale sul mobbing, disagio lavorativo e stress psico-sociale (ex art. 5 della L.R. 8/2010) e ha preso parte alla riunione costitutivo organizzata presso la Sala Pedenin di Palazzo Balbi, Venezia.

L’Osservatorio è stato costituito per affrontare, anche in raccordo con enti pubblici, associazioni, enti privati, aziende ULSS e comitati unici di garanzia, le problematiche legate a situazioni di stress psico fisico connesse all’attività lavorativa costituiscono un tema emergente che sta assumendo in ambito europeo. Ricerche recenti nei paesi della Comunità Europea mettono in evidenza come lo stress legato alla attività lavorativa sia un problema di salute largamente diffuso fino ad occupare il secondo posto fra quelli più indicati dai lavoratori.
L’alto livello professionale di cui sono espressione i componenti dell’Osservatorio, permetterà di focalizzare le differenti prospettive dalle quali le problematiche legate al disagio lavorativo vengono trattate e le differenti risposte ed azioni da attuare; l’attività dell’Osservatorio costituirà anche un utile strumento di orientamento ed indirizzo per l’amministrazione.






 

17 settembre 2015

Barcellona - La Regione Veneto è territorio di interesse per lo sviluppo del progetto comunitario “She Decides, You succeed” (a cura di Afaemme), che ha la finalità di infondere un approccio delle imprese al miglioramento del loro business determinato dall'equilibrio di genere ai livelli apicali. Il giorno 17 settembre una delegazione dell’Afaemme si è riunita a Barcellona ed ha incontrato gli altri partner del progetto per avviare l'attuazione dei lavori di seconda fase.
Preso atto che in Europa - dove si riscontra una rappresentazione diseguale delle donne nei consigli di amministrazione - spesso viene ignorato il potenziale delle donne quando sono collocate ai vertici decisionali d’azienda, il Progetto promuove ed incoraggia l'equilibrio di genere nelle imprese private e si propone di convincere di facilitare l'accesso delle donne alle posizioni decisionali.
I partner del Progetto sono: Agenzia per lo sviluppo dell'attività delle donne (Regno Unito), l'Organizzazione spagnola di Imprenditrici e Management (Spagna), Femei in Afaceri (Romania), la Rete di Cooperazione delle donne di ONG della Lettonia (Lettonia ) e per l’Italia l'Associazione Donne Imprenditrici e Donne Dirigenti di Azienda.
La Consigliera di Parità regionale, già componente dell’Aidda, nell’accettare il ruolo di facilitatore per l’Italia – Regione Veneto, ha incontrato a Barcellona gli altri attori del Progetto. In tale occasione sono stati condivisi gli obiettivi e le strategia; sono state inoltre concordate le metodologie di approccio alle 150 aziende private e le organizzazioni dei datori di lavoro, gli strumenti operativi di comunicazione e diffusione dei risultati finali che dovranno creare impatto in termini di risorse umane delle imprese e politiche di gestione generali. Durante l'incontro è stato visionato un video preparato dal Centro per la Leadership Inclusive.







 


9 luglio 2015

La Consigliera Sandra Miotto ha convocato la Rete delle Consigliere a Venezia, Fondamenta Santa Lucia 23, per la discussione sulla proposte di modifiche alla normativa vigente in tema di parità, la relazione sulle attività rispettivamente svolte e in programma, la presentazione del report sulla occupazione maschile e femminile in Veneto e per un confronto sul parere del Ministero dell’Economia e delle Finanze sul Fondo per le attività.





 


29 giugno 2015 mattina

Conferenza delle Presidenti degli Organismi di Pari Opportunità per l’analisi e il dibattito dei risultati delle elezioni amministrative e regionali del 31/5/2015.
Venezia, Palazzo della Regione

La Consigliera di Parità Sandra Miotto ha partecipato alla conferenza organizzata dalla Commissione per le Pari Opportunità della Regione del Veneto di cui è componente con la collaborazione dell’Osservatorio Elettorale del Consiglio Regionale del Veneto.
La giornata ha previsto una analisi dei risultati delle ultime elezioni amministrative e regionali ed un dibattito che ha individuato nuovi punti di convergenza sulle politiche di pari opportunità. L’occasione ha permesso di leggere e commentare i dati elettorali e nel prosieguo del percorso già avviato per le “donne in politica e nelle istituzioni”.





 


29 giugno 2015 pomeriggio

Visita del Comitato di Sorveglianza POR Veneto 2014 -2020, parte FSE.

La Consigliera regionale Sandra Miotto ed altri componenti del Comitato di Sorveglianza POR Veneto 2014/2020, parte FSE, si sono recati presso il Politecnico Calzaturiero ubicato sulla storica Riviera del Brenta (PD). L’istituto è sede della “Scuola Design, Modellisti e Tecnici della Calzatura” che nell’erogare attività di orientamento e formazione tecnica e specialistica, è stato ammesso ai finanziamenti regionali in quanto attuatore di un progetto finalizzato all’innovazione e allo sviluppo dell’impresa veneta.
Durante il sopralluogo sono state visionate in loco le produzioni dei giovani allievi e i laboratori dell’Istituto. E’ seguita una breve relazione sul passaggio generazionale a cura di Corrado Maretto e Camillo da Re seguita dall’intervento di Daniela Saccà che ha trattato sull’inserimento dei giovani nel contesto del mercato del settore calzaturiero.







 

26 giugno 2015

Presentazione analisi fenomeno dimissioni nel primo anno di vita del bambino anno 2014.
Roma sede del Ministero del Lavoro.
Danilo Papa, Direttore interregionale del lavoro del Lazio, in collaborazione con la Consigliera Nazionale di Parità, ha presentato la “Relazione annuale sulle convalide delle dimissioni e risoluzioni consensuali delle lavoratrici madri e dei lavoratori padri" (ex art. 55 del Decreto Legislativo 151/2001).
Ha aperto i lavori il Sottosegretario di Stato al Lavoro e alle Politiche Sociali, Teresa Bellanova. Sono intervenuti anche Orazio Parisi, Giuseppe Diana, le Consigliere di Parità provinciali e regionali e alcuni rappresentanti delle parti sociali.
Nel corso dell'incontro sono stati illustrati i risultati del monitoraggio per l’anno 2014 delle convalide effettuato a livello nazionale dalla Direzione generale per l'Attività Ispettiva sulla base dei dati trasmessi dalle competenti Strutture territoriali.
Sono state condivise dai partecipanti alcune considerazioni e riflessioni sulle criticità concernenti l'effettiva presenza e permanenza delle donne nel mercato del lavoro e l'importanza del coordinamento e della collaborazione tra l'azione di vigilanza del personale ispettivo e l'attività di competenza delle consigliere di parità al fine di promuovere e garantire la piena applicazione della normativa in materia di parità e pari opportunità tra uomini e donne sul lavoro.













 


24 giugno 2015

La Consigliera di Parità Sandra Miotto ha partecipato all’incontro dedicato alla conclusione del Progetto ‘Modelli per la diffusione delle Pari Opportunità nelle imprese cooperative’. Roma, Palazzo della Cooperazione.

Nel corso dell’incontro sono stati presentati i risultati del Progetto realizzato a cura delle Commissioni Pari Opportunità dell’Alleanza delle Cooperative Italiane, delle Commissioni Pari Opportunità di Cgil, Cisl e Uil e col finanziamento di Fon.Coop. Tra i numerosi interventi: Andrea Fora, presidente di Fon.Coop, la vicepresidente del Comitato nazionale di parità del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, Maria Pia Mannino, e il sottosegretario al ministero del Lavoro, Teresa Bellanova.

L’evento ha inteso illustrare e promuovere gli elementi di innovazione, sia culturale che organizzativa, utili al riconoscimento e alla valorizzazione del potenziale femminile nelle imprese cooperative e alla costruzione di relazioni in una logica di collaborazione e pariteticità.

Il Progetto è nato con gli obiettivi di favorire politiche per una maggiore conciliazione lavoro/famiglia e valorizzare il ruolo delle donne nelle imprese. Col Progetto, durato tre anni, gli organismi di parità dell’Alleanza hanno cercato di dar vita a un sistema organico per orientare la gestione delle pari opportunità attraverso una serie di linee guida sviluppate a partire dalle analisi e dalle best practice emerse.

Il percorso ha avuto come obiettivo quello di generare dei cambiamenti strutturali all’interno delle imprese per dar vita a un approccio totalmente diverso in tema di pari opportunità.
La valorizzazione del ruolo delle donne sul lavoro, il rafforzamento delle posizioni di leadership femminile attraverso politiche di conciliazione, la gestione delle risorse umane in un’ottica di genere che riguardasse anche questioni come la salute e la sicurezza sul lavoro, ricerca, approfondimento e confronto delle cooperative.

In questo tessuto le cooperative, che hanno una composizione del lavoro a maggioranza femminile, possono costituire un importante segnale per far capire che la parità di genere è realizzabile attraverso progetti che, al pari di quello presentato, dimostrano un’ampia capacità di sperimentare e di innovare.








 

19 giugno 2015

La Consigliera di Parità Sandra Miotto ha partecipato all’incontro “Famiglia, scuola, lavoro, relazioni sociali: è una sfida avvincente!”.
Rovigo, sede del Teatro Sociale.

L’evento è stato organizzato dall'Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Rovigo in collaborazione con la commissione pari opportunità dell'Ordine stesso.

Sono intervenuti: dott.ssa Luigina Medea, vicepresidente dell'Ordine dei dottori commercialisti di Rovigo, dott.ssa Luisa Vallese, vicepresidente della Commissione Pari Opportunità, Laura Liviero, presidente della Commissione Pari Opportunità.
Relatori: dott. Michele Ghirardini, Presidente Ordine DCEC Rovigo, dott.ssa Katia Magnani, Psicologa Psicoterapeuta del Dipartimento Salute Mentale dell’Azienda ULSS 18, dott.ssa Elena Papa, Dirigente Scolastico presso Istituto De Amicis Rovigo, dott. Vincenzo Longo, vicepresidente dell'Accademia sociale di Adria.

Professioniste lavoratrici ma anche impegnate nei vari ruoli della famiglia e nel dialogo con i figli e con la scuola, ruoli che necessitano di attenzione e approfondimento.
Le tematiche affrontate hanno spaziato nei seguenti ambiti: ruoli sociali, colloquio e dialogo in famiglia, scuola e famiglia nel ruolo educativo nella formazione dei giovani, femminicidio, bullismo, stalking, pedofilia, liquidità sociale e comportamenti derivanti da carenza di modelli di orientamento e di autorevolezza nell’ambito della famiglia, convivenza degli aspetti reali e virtuali nelle relazioni dal faccia a faccia ai social media.



 


11 giugno 2015


Riunione del Comitato Esecutivo dell’Alleanza delle Cooperative Italiane.
Roma, Palazzo della Cooperazione.

L’Alleanza delle Cooperative Italiane è il coordinamento nazionale costituito dalle Associazioni più rappresentative della cooperazione italiana (Agci, Confcooperative, Legacoop).

La riunione indetta ha affrontato il confronto con il Ministero dello Sviluppo Economico su innovazioni, normative ed iniziative amministrative per l’efficacia della vigilanza; i gruppi di lavoro dell’Alleanza hanno valutato percorsi ed obiettivi.

La Consigliera Sandra Miotto ha partecipato alla riunione con il coordinamento delle donne della Cooperazione.







 

8 giugno 2015


Incontro “Crisi e futuro, gli Stati Generali Donne Veneto a confronto”.
Mestre, Hotel Bologna.
L’incontro è stato promosso da Stati Generali Donne Veneto, piattaforma open source che costruisce una rete trasversale, scambio di esperienze e competenze che focalizza la propria attività sui temi che vedono la nostra quotidianità impigliata in stereotipi, limiti legislativi, sottocultura e discriminazioni.
Numerosi i temi trattati da imprenditrici e rappresentanti della politica al femminile del territorio, tra gli interventi quello della Consigliera di parità Veneto supplente, avv. Mirta Corrà dal titolo “Pari opportunità nel lavoro e nei rapporti economici: prospettive e potenzialità”.
L’incontro ha costituito un lavoro intenso di proposte e di coinvolgimento del territorio ed occasione per portare a compimento la rappresentazione delle istanze femminili e dar loro concretezza. La partenza dei lavori è cominciata con l’analisi di un documento di sintesi di tutti i lavori, elaborati dalle donne partecipanti alla giornata del 5 dicembre 2014 a Roma presso il Parlamento Europeo. Durante gli Stati Generali è stata creata una piattaforma in vista della Conferenza mondiale delle donne del 2015, che sarà realizzata all’Expo di Milano programmato per settembre 2015.
Il tema condiviso con Associazioni ed Enti europei ed internazionali intervenuti è il lavoro, declinato all’interno delle tematiche di Expo 2015. Il progetto si avvale di un’attività di organizzazione e di coordinamento, arricchito dalle esperienze regionali e dai temi già indicati per la conferenza romana del 5/12/2014: democrazia paritaria, lavoro, imprese start up, donne e politica, stili di vita, giovani donne e confronti fra generazioni, donne e territorio, comunicazione, innovazione nuove tecnologie, processi di integrazione, le famiglie migranti, leadership, politiche ed azioni intorno al Mediterraneo, cambiamenti, potere, creatività, fragilità economica e sociale, sport, educazione/formazione, sostenibilità.

www.youtube.com/watch prima parte del Convegno

www.youtube.com/watch seconda parte del Convegno





 


6 giugno 2015

La Consigliera di Parità Sandra Miotto ha relazionato al convegno “Donna e lavoro: leadership, formazione, innovazione” - Un’interpretazione del Tema internazionale 2014/2017 “Making a Difference through Leadership and Action” organizzato a cura della Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari, International Federation of Business and Professional Women.
Venezia - Circolo Unificato Distretto Militare di Venezia

Sono intervenuti anche :
Anna Giovannoni, Past President Distretto Nord Est , Conny Montague, Presidente della BPW,
Carla Laura Petruzzelli, Chair Task Force Mentoring BPW,
Eufemia Ippolito, Past President Nazionale, Rappresentante BPW nel Consiglio d’Europa,
Donata Gottardi, Docente di Diritto del Lavoro Università di Verona,
Enrica Bellini Fornera, Chair Committee Legislation BPW International,
Luisa Monini, Chair Committee

Il convegno ha fatto il punto sulla situazione lavorativa delle donne, evidenziando luci ed ombre di un percorso non ancora completato.
Gli interventi hanno preso in considerazione alcuni aspetti del lavoro femminile: la formazione, le novità apportate dal Job Act nei contratti di lavoro per le donne, le professionalità istituzionali che operano per il miglioramento delle loro condizioni di lavoro, le conquiste legislative, i successi della legge Golfo nell'ambito delle società quotate, le criticità che permangono nella carriera delle donne e nella conciliazione delle condizioni di vita e di lavoro.






 

2 giugno 2015

La Consigliera di Parità Sandra Miotto ha presentato in Commissione Regionale di Concertazione tra le Parti Sociali (CRCPS) il volume “L'occupazione maschile e femminile in Veneto 2015" che raccoglie i dati sull’occupazione delle aziende pubbliche e private venete. Mestre, via Ca’ Marcello 67.

La CRCPS, costituita dal Presidente della Giunta regionale sulle base delle designazioni ricevute dal Consiglio regionale, nasce come organo propositivo e valutativo delle linee programmatiche e degli obiettivi delle politiche del lavoro, del conferimento di risorse per realizzare tali obiettivi e delle principali iniziative di competenza della Giunta regionale e del Consiglio regionale riconducibili al governo del mercato del lavoro, e delle politiche sulla formazione professionale, l’istruzione professionale e l’orientamento.

Ogni due anni le aziende pubbliche e private con oltre cento dipendenti hanno l’obbligo di compilare il rapporto sulla situazione del personale maschile e femminile. Tali rapporti vengono trasmessi con la compilazione di un apposito modello introdotto con Decreto Ministeriale del 17 luglio 1996. Con il Rapporto 2012/2013 per la prima volta la Regione del Veneto ha condotto l’indagine informatizzando la raccolta dei dati.

In collaborazione con le Sezioni regionali Sistemi Informativi e Comunicazione e Informazione è stato messo a punto un portale che ha permesso alle imprese di adempiere all’obbligo di legge e all’Amministrazione di rilevare in maniera organica i dati.

L’Ufficio della Consigliera ha assistito le imprese nell’inserimento dei dati nell’applicativo, accompagnandole nella conoscenza del nuovo strumento. Ciò ha reso evidenti alcune criticità a
partire dalle quali sarà fondamentale intervenire, da un lato con un’ulteriore implementazione del
software, dall’altro con la segnalazione di alcune importanti carenze insite nel questionario nazionale.






 

13 maggio 2015

Conferenza Stampa di presentazione del libro "L'occupazione maschile e femminile in Veneto 2015". Sandrigo (VI), sede della Zeta Farmaceutici s.p.a.

La Consigliera di Parità della Regione del Veneto e l’Assessore alla Formazione e al Lavoro del Veneto Elena Donazzan hanno presentato il volume contenente il rapporto sulla situazione del personale delle aziende con oltre cento dipendenti, realizzato in collaborazione con l'Assessorato al Lavoro della Regione e la Sezione Sistema Statistico Regionale.

Il report, nato dall'elaborazione dei dati inviati dalle aziende venete con più di 100 dipendenti, permette di fotografare la condizione femminile e maschile nel mercato del lavoro veneto, la mobilità lavorativa nelle aziende ed il livello di parità nella formazione e nella retribuzione. Le Aziende sono tenute, ai sensi dell’art. 46 del Codice delle Pari Opportunità tra uomo e donna (Decreto Legislativo n. 198/2006), all’invio dei dati.

«Il nostro auspicio – afferma la Consigliera nel suo intervento – è che le aziende non considerino il rapporto come un controllo invasivo, ma come un’opportunità di collaborazione tra pubblico e privato al fine di individuare le migliori strategie di supporto alle aziende, alle lavoratrici e ai lavoratori. Il problema è culturale, mi auguro che si possa risolvere con il concorso di tutte le parti sociali, perché sia possibile un salto di qualità e si possa passare da politiche di pari opportunità a politiche per il benessere comune».












 

2 aprile 2015

Commissione Regionale per la Concertazione delle Parti Sociali.
Mestre, via Ca’ Marcello 67.

Presentato il programma di attività per il 2015 della Consigliera di Parità; il documento riassume gli indirizzi e le priorità di intervento (di cui al decreto legislativo n. 198/2006) e declina il mandato per le annualità 2012-2016 in strategie, priorità e linee di programmazione regionale e politiche attive per il lavoro e di inclusione sociale.
La commissione, istituita dalla L.R. 3/2009, è un organo propositivo e di riferimento per valutazioni sulle linee programmatiche e sugli obiettivi delle politiche del lavoro, per il conferimento di risorse per realizzare tali obiettivi, e per le principali iniziative di competenza della Giunta regionale e del Consiglio regionale riconducibili al governo del mercato del lavoro, delle politiche sulla formazione professionale, sull’istruzione professionale e sull’orientamento.






 


10 marzo 2015

Riunione dell’Osservatorio regionale sul mobbing, disagio lavorativo e stress psico-sociale nei luoghi di lavoro (L.R. 8/2010). Venezia, sede della Sezione Prevenzione.
La consigliera ha partecipato in veste di componete effettiva all'Osservatorio che si riunisce con compiti: propositivi nei confronti della Giunta regionale, attività di consulenza nei confronti degli organi regionali, raccordo con enti pubblici/privati, associazioni, comitati paritetici, monitoraggio nei luoghi di lavoro, di studio e ricerca, promozione di protocolli d'intesa e collaborazioni con gli organismi di vigilanza.

 


6 marzo 2015

Convegno “Conciliazione Con-Divisa”, organizzato dal Ministero della Giustizia, Dipartimento dell’ Amministrazione Penitenziaria, Provveditorato Regionale per il Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige.
Verona, Palazzo della Gran Guardia di Verona.

Intervengono Enrico Sbriglia, moderatore della giornata, Valentina Penati, psicologo-psicoterapeuta, Maria Luisa Perini, consigliera di parità della provincia di verona, Osvalda Cuccarese, psicologo clinico, Maurizio Mele, Coespu, Chiara Masselli, Coespu, Immacolata Benvenuto, polizia di stato questura Treviso, Catiuscia Montis, Marcello Sansica, polizia penitenziaria della casa circondariale Verona, Monica Sensales, polizia penitenziaria Casa Circondariale Udine, Mirta Corrà, consigliera regionale di Parità Supplente.











 


10 febbraio 2015

Coordinamento della Rete delle Consigliere.
Venezia, Palazzo della Regione

La Rete regionale delle Consigliere di Parità è un organismo ha lo scopo di rafforzare le funzioni svolte a livello territoriale , di accrescere l'efficacia delle azioni e di consentire lo scambio di informazioni, esperienze e buone prassi.
La Rete, coordinata dalla Consigliera regionale di Parità, ha la facoltà di promuovere programmi e progetti finalizzati al perseguimento degli obiettivi generali previsti dalla legge.
La giornata è stata promossa per approfondire gli ultimi avvenimenti e le attività sviluppate da ciascuna Consigliera. Nel corso dell’incontro è stato anche visionata una presentazione di approfondimento della conoscenza sui social media diffusi ed utili a promuovere le attività istituzionali delle Consigliere.





 

29 gennaio 2015

Riunione dell’Assemblea Alleanza Cooperative Italiane.
Roma, Palazzo della Cooperazione

La Consigliera di Parità del Veneto ha partecipato all’assemblea dell’Alleanza si è riunita per eleggere il presidente e i copresidenti per il mandato 2015 e per una riflessione sul momento politico-economico del paese e della cooperazione.
L’Assemblea - che da anni svolge un’azione di rappresentanza nei confronti di Governo, Parlamento, istituzioni europee e parti sociali nella ricerca di nuova imprenditorialità ed occupazione - ha confermato nel ruolo di Presidente, Rosario Altieri, già in carica nel 2014. Mauro Lusetti e Maurizio Gardini sono i copresidenti.

"Con l'Assemblea di oggi - ha detto il neo presidente Altieri - l'Alleanza delle Cooperative Italiane conferma la piena determinazione a proseguire speditamente sulla strada dell'unione organica del movimento cooperativo italiano rappresentato da Agci, Confcooperative e Legacoop, ribadendo la data del gennaio 2017 quale termine per la costituzione della Centrale unica".



















 

 



Data ultimo aggiornamento: 15 settembre 2016