Controlli e vigilanza 

Per garantire che le produzioni biologiche siano ottenute in conformità dei requisiti stabiliti dalla normativa comunitaria di settore (regg. CE nn. 834/2007 e 889/2008 e succ. mod. e int.) le attività svolte dagli operatori che aderiscono al sistema in tutte le fasi della produzione, preparazione e distribuzione dei prodotti, sono soggette a controlli istituiti e gestiti in ottemperanza delle disposizioni del reg. (CE) n. 882/2004 riguardante i controlli ufficiali in materia di mangimi e alimenti, nonché di salute e di benessere degli animali allevati.
L’articolo 27 del reg. (CE) n. 834/2007 prevede all’interno del “Sistema di controllo” che ogni Stato membro organizzi le relative attività designando le competenti autorità responsabili.
L’Italia ha deciso di riconoscere Organismi di Controllo privati, autorizzati dal Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali, che hanno il compito di controllare il rispetto delle normative da parte delle aziende assoggettate al metodo biologico e di certificare le relative produzioni.

Con il decreto legislativo n. 20/2018 (in vigore dal 22/03/2018) recante disposizioni di armonizzazione e razionalizzazione della normativa sui controlli in materia di produzione agricola e agroalimentare biologica, attuativo della delega contenuta nel Collegato agricoltura, sono state aggiornate le disposizioni di settore ferme al 1995, adeguandole anche alle sopravvenute leggi europee. Il provvedimento ha i seguenti obiettivi: garantire una maggiore tutela del consumatore; assicurare una maggiore tutela del commercio e della concorrenza; semplificare e unificare in un solo testo di legge la materia dei controlli sulla produzione agricola biologica; rendere il sistema dei controlli più efficace anche sotto il profilo della repressione

L'Elenco nazionale delle aziende biologiche è consultabile sul sito del Sistema Informativo Agricolo Nazionale (SIAN). 

Per informazioni:
UO Qualità, conoscenze e innovazioni agroalimentari:
Direttore - Giorgio Trentin (tel. 041 2795529 - e-mail: giorgio.trentin@regione.veneto.it);
Edoardo De Bei (tel. 041 2795557 - e-mail: edoardo.debei@regione.veneto.it)

 



Data ultimo aggiornamento: 28 novembre 2022