Il ricordo delle vittime di Marcinelle è ancora forte

“Nel Sessantesimo anniversario della Tragedia avvenuta nelle viscere della Miniera di Marcinelle, a Charleroi, in Belgio, il dolore per i 262 minatori morti, dei quali 136 italiani e tra questi 5 veneti, è ancora molto forte”. Queste le parole del Direttore dell’Unità Organizzativa Rapporti UE e Stato a Bruxelles per la Regione Veneto, Marco Paolo Mantile.

Online il bollettino europeo di luglio

La "Strategia di specializzazione intelligente” è stata identificata per incoraggiare le Regioni di tutti gli Stati membri a concentrare gli investimenti cofinanziati dai fondi Ue su settori identificati come strategici per trainare le rispettive economie, spingendole verso l'innovazione. La Commissione ha lanciato un bando di espressione di interesse per la costituzione di Partenariati Europei Strategici di Cluster per investimenti di specializzazione intelligente. La Sharing Economy e le linee guida dell’Ue. Questi alcuni dei temi del bollettino europeo di luglio.

Online il bollettino europeo di giugno

Dieci milioni di euro, non per progetti europei ma in premi diretti, con gli Inducement Prize di Horizon 2020. E poi i nuovi bandi Life 2016 (337 milioni per il 2016) e le candidature per il partenariato europeo per la bio-industria (3,7 miliardi di budget fino al 2020). Passi avanti anche per gli strumenti finanziari in agricoltura che la Regione vorrebbe approntare con Bruxelles. Questi i temi del bollettino europeo di giugno.

Benvenuti a Casa Veneto!

Foto del Presidente Zaia con bandiera

 Essere a Bruxelles significa lavorare per il Veneto ed i veneti, curare gli interessi della nostra terra e vigilare affinché le decisioni che l’Unione Europea prende quotidianamente non danneggino il nostro territorio. Troppo spesso, anche recentemente, gli organi europei hanno mancato in tal senso. Rimane dunque a noi il compito di spiegare il Veneto e le sue virtuose dinamiche sensibilizzando le Istituzioni europee, tenendo presente che la maggior parte delle regole che incidono sulla vita quotidiana di tutti noi si decidono qui. La nostra missione sarà poi anche quella di diffondere a livello europeo le nostre buone pratiche e le nostre eccellenze riconosciute in tutto il mondo.


Bruxelles è inoltre la sede privilegiata per favorire l’accesso ad una vasta gamma di finanziamenti che l’Unione Europea mette a disposizione in numerosi settori: ricerca, energia, ambiente, affari sociali, sanità, immigrazione, agricoltura… soldi, che possono e devono rientrare sul territorio in quanto parte delle risorse che i cittadini veneti versano all’Unione Europea.
Congiuntamente a Unioncamere Veneto, la sede ospita inoltre - tramite un servizio di domiciliazione inteso a favorire il rapporto tra l’UE ed il sistema regionale - diversi Enti ed Associazioni del territorio, dalle Università del Veneto all’Associazione Artigiani.


Le imprese venete, i nostri agricoltori, le nostre eccellenze nel settore della ricerca e della sanità, i nostri enti locali… in sostanza: il nostro sistema si aspetta che le Istituzioni dell’Unione europea forniscano loro risposte adeguate e rapide ai problemi di ogni giorno; si aspetta un legittimo ritorno dal proprio "investimento nell’Europa". Il compito di Ca’ Veneto è fornire una risposta a queste legittime aspettative.

Luca Zaia - Presidente della Regione del Veneto



Sezione Sede di Bruxelles
Direttore: Marco Paolo Mantile
Indirizzo: Avenue de Tervuren, 67 - 1040 Bruxelles
Telefono: +32 27437010 / +39 041 2794810
Fax: +32 27437019
E-mail: bruxelles@regione.veneto.it
 



Data ultimo aggiornamento: 13/07/2016

agenda di bruxelles