Web Content Display

Valutazione

 

Valutazione Ambientale Strategica (VAS)

Secondo le disposizioni previste dalla direttiva comunitaria 2001/42/CE, il Programma Operativo Regionale 2007-2013 per l'Obiettivo Competitività regionale e occupazione, parte FESR, è stato sottoposto, prima della sua approvazione, alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica.
E' stato redatto il rapporto ambientale relativo al Programma, successivamente sottoposto alla procedura di consultazione con il pubblico e le Autorità competenti in campo ambientale, le cui osservazioni sono state oggetto di considerazione da parte del valutatore ambientale.

Valutazione di incidenza ambientale (VINCA)

Il presente documento è finalizzato a disciplinare il tema della valutazione di incidenza, così come prevista dall’articolo 6 della Direttiva 92/43/CEE (Direttiva Habitat) e dal DPR 120 del 12 marzo 2003 di modifica del DPR n. 157/1997, nel caso specifico del Programma Operativo Regionale Competitività Regionale e Occupazione 2007-2013, parte FESR, approvato con Decisione CE (2007) n. 4247 del 7 settembre 2007 e, da ultimo, riprogrammato con decisione CE (2012) 9310 del 11/12/2012.

Valutazione ex-ante

La valutazione ex-ante fornisce la base per la preparazione dei documenti di programmazione e ha come obiettivo quello di ottimizzare l'attribuzione delle risorse e migliorare la qualità della programmazione analizzando la coerenza della strategia e degli obiettivi prescelti con le caratteristiche della regione. E' predisposta sotto la responsabilità dell'Autorità di Gestione in stretto rapporto con la predisposizone del POR.

Valutazione strategica e operativa in itinere

Il Regolamento (CE) n. 1083/2006 'recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale Europeo e sul Fondo di coesione e che abroga il Regolamento (CE) 1260/1999" dispone, agli artt. 47 e 48, che ai fini del miglioramento della qualità, dell'efficacia e della coerenza dell'intervento dei Fondi nonché della strategia e dell'attuazione dei programmi operativi, questi ultimi devono essere sottoposti a valutazioni di natura strategica volte ad esaminare l'evoluzione in rapporto alle priorità comunitarie e nazionale, o di natura operativa volte a sostenerne la sorveglianza prima, durante e dopo il periodo di programmazione.

Il POR CRO, parte FESR, (2007-2013) della Regione del Veneto, dunque, è sostenuto oltre che da una valutazione ex ante, anche da una valutazione in itinere che accompagna il Programma in tutto il suo percorso attuativo
Il processo di valutazione è volto a migliorare la qualità, l'efficacia e la coerenza del POR FESR (2007-2013), nonché la strategia e l'attuazione, avendo riguardo ai problemi strutturali specifici che caratterizzano il territorio/settore interessato e tenendo conto al tempo stesso dell'obiettivo di sviluppo sostenibile.
La valutazione sarà, inoltre, volta ad orientare le decisioni strategiche ed operative attraverso l'analisi degli interventi previsti nel Programma e delle loro ricadute nell'ambito della più ampia politica regionale unitaria, anche in un'ottica di azione sinergica dei vari Fondi strutturali da intendersi quali strumenti finalizzati in modo unitario allo sviluppo del tessuto socioeconomico della Regione Veneto.

Le valutazioni previste dalla normativa comunitaria devono essere effettuate da esperti o organismi, interni o esterni, ma funzionalmente indipendenti dalle autorità coinvolte nell'attuazione dei programmi. A tal fine l'incarico di valutazione in itinere è stato affidato, mediante gara, alla società Rina Value Srl, con sede in Roma, che ha predisposto il Disegno di Valutazione, contenente la descrizione delle azioni, dei temi rilevanti con relative domande valutative e dei metodi utilizzati per la valutazione relativi alla durata triennale del contratto che scadrà il 12 settembre 2014.

Ruolo dello Steering Group

Lo Steering group, attivato in seno al POR CRO Veneto, parte FESR 2007-2013, ha il compito principale di guidare e coordinare il processo di valutazione nel suo complesso. Esso è costituito coerentemente agli orientamenti del Comitato di Sorveglianza (CdS) e i componenti sono rappresentativi delle parti economico sociali e della gestione ambientale. I membri dello Steering group sono stati scelti all'interno dei membri del CdS e svolgono funzioni, oltre che rappresentative, anche di mediazione culturale e supporto tecnico è metodologico nelle singole aree di expertise. Ciň per garantire, al contempo, ampia rappresentatività dei diversi punti di vista e qualità del processo valutativo. Il CdS puň chiedere allo Steering group di affrontare questioni valutative di particolare rilevanza. Lo Steering group è interlocutore privilegiato del valutatore per il tramite dell'AdG.
Lo Steering group contribuisce all'analisi degli obiettivi propri di valutazione del POR e alla raccolta, definizione e precisazione delle domande di valutazione; ha inoltre collaborato con il valutatore nella definizione del disegno di valutazione. Lo Steering group conduce l'interlocuzione con il valutatore circa i metodi e le tecniche da intraprendere nell'ambito della valutazione. Esso inoltre, facilita il trasferimento delle informazioni raccolte dal valutatore e dei suggerimenti espressi all'Amministrazione e individua le tecniche più efficaci per comunicare i risultati della valutazione ai portatori di interesse (in senso più ampio, dal partenariato istituzionale a quello economico sociale e ambientale).

Focus: gli incentivi alla neoimprenditorialità femminile e giovanile

Il Focus sugli incentivi rivolti alla neoimprenditorialità femminile e giovanile oggetto di questo documento è stato elaborato quale approfondimento valutativo che si lega ad una domanda di valutazione rivolta a rilevare gli impatti prodotti dagli interventi del POR CRO 2007-2013 - parte FESR - della Regione del Veneto sul mondo delle imprese.

Documento "Focus neo-imprenditorialità"   [file pdf 4MB]

 



Data ultimo aggiornamento: 05/10/2017

link diretti