Fondo Affitti

Fondo affitti

L'articolo 11 della Legge 431 del 1998 ha istituito il "Fondo nazionale per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione" al fine di assicurare un sostegno economico alle famiglie meno abbienti in difficoltà nel pagamento del canone di locazione.

Il suddetto Fondo è finanziato dallo Stato ogni anno e ripartito dal Ministero delle Infrastrutture tra le Regioni, per la successiva distribuzione tra i Comuni interessati.
  

Criteri per la ripartizione - anno 2014

La Giunta regionale nella seduta del 29 settembre 2014, con deliberazione n. 1782, pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione (B.U.R.) n. 97 del 10 ottobre 2014, ha fissato i criteri per la ripartizione del Fondo per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione per l'anno 2014, art. 11, Legge n. 431/1998, tra le Amministrazioni comunali.
Visualizza la deliberazione 1782/2014 [file PDF 76 Kb]

Come da proroga deliberata dalla Giunta regionale con deliberazione n. 2182 del 18 novembre 2014 [file pdf 12 Kb], il termine ultimo per le Amministrazioni comunali per il caricamento nel servizio web delle domande di contributo è scaduto il 15 febbraio 2015.  

Con deliberazione della Giunta regionale n. 2779 del 29 dicembre 2014, pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione (B.U.R.) n. 12 del 30 gennaio 2015, sono stati confermati i criteri di valutazione della condizione economica di cui alla DGR n. 1782/2014, punto 1.c.
  

Le persone interessate al contributo sono invitate a rivolgersi ai Comuni di residenza per informazioni in merito.

La somma inizialmente  disponibile, pari ad euro 3.344.647,65, è stata ripartita con Decreto del Direttore della Sezione Edilizia Abitativa n. 118 del 12 novembre 2014, a titolo di acconto tra le Amministrazioni comunali che hanno comunicato la propria adesione, entro 30 giorni dalla pubblicazione nel B.U.R. della D.G.R. n. 1782/2014, con l'impegno a cofinanziare il Fondo.
Visualizza il decreto 118/2014 [file pdf 48 Kb]
Visualizza allegato "A" al Decreto 118/2014 [file pdf 36 Kb]

Tale somma è stata successivamente integrata dall'ulteriore assegnazione, di pari importo, messa a disposizione del Fondo dall'art. 1, comma 1, del Decreto-legge 28 marzo 2014, n. 47, convertito dalla Legge 25 maggio 2014, n. 80. 

La disponibilità attuale è pertanto pari ad euro 6.689.295,30.

Con successivo provvedimento si procederà all'approvazione del riparto definitivo e al trasferimento alle Amministrazioni interessate delle ulteriori somme loro spettanti.

----------------------------------------------------------------------------------
Per una migliore lettura della DGR n. 1782/2014:
Visualizza allegato "A" alla DGR 1373/2013 [file PDF 64 Kb]
Visualizza allegato "A" alla DGR 1071/2014 [file PDF 120 Kb]

Per informazioni:
P.O. Osservatorio Casa, coordinamento FSA, piani di vendita, gestione affari economici
Dott.ssa Doni Reiana
Tel. 041/279.2462
e-mail: edilabitativa@regione.veneto.it
 
 

Fondo morosità incolpevole

L'art. 6, comma 5 del decreto-legge 31 agosto 2013, n. 102 convertito, con modificazioni, dalla Legge 28 ottobre 2013, n. 124 istituisce un Fondo destinato agli inquilini morosi incolpevoli.

Si definisce morosità incolpevole la situazione di sopravvenuta impossibilità a provvedere al pagamento del canone locativo per la perdita o la consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare, le cui cause sono individuate nel Decreto ministeriale 14 maggio 2014, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 161 del 14/07/2014. 
 

  Monitoraggio periodico risorse annualità 2014-2015

Scheda trasmissione dati comunali [file word editabile 44 Kb]
da compilare e inviare via PEC entro il 20 aprile 2015 alla Sezione Edilizia Abitativa.
Successivi aggiornamenti da trasmettere entro:
- 20 giugno 2015;
- 20 settembre 2015;
- 20 novembre 2015

 

Criteri per la ripartizione - anno 2014

La Giunta regionale nella seduta del 29 settembre 2014, con deliberazione n. 1783 pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto n. 98 del 14 ottobre 2014, ha individuato i criteri per la ripartizione del Fondo per la morosità incolpevole in favore dei Comuni ad alta tensione abitativa individuati dalla delibera CIPE 13 novembre 2003, n. 87. 

Visualizza la DGR 1783/2014 [file PDF 40 Kb]
Visualizza l'allegato "A" [file PDF 12 Kb]
Visualizza la delibera CIPE 87/2003 [file PDF 220 Kb]

I Comuni provvedono al riconoscimento dei contributi secondo i criteri individuati dal Decreto ministeriale 14 maggio 2014.

Le persone interessate devono rivolgersi ai Comuni di residenza che hanno il compito di definire i tempi e le modalità di raccolta delle domande. 

La disponibilità attuale è pari ad euro 1.797.235,20.

Le somme già liquidate ai Comuni ammontano ad euro 1.006.009,20. Il trasferimento delle ulteriori risorse avverrà dopo la rilevazione dell'effettivo fabbisogno segnalato dalla Amministrazioni interessate.
  

Per informazioni:
P.O. Osservatorio Casa, coordinamento FSA, piani di vendita, gestione affari economici
Dott.ssa Doni Reiana
Tel. 041/279.2462
e-mail: edilabitativa@regione.veneto.it



Data ultimo aggiornamento: 31/03/2015