Le nuove disposizioni attuative e operative per le fattorie didattiche


La legge regionale 10 agosto 2012, n. 28, così come modificata dalla legge regionale 24 dicembre 2013, n. 35 “Disciplina delle attività turistiche connesse al settore primario”, regolamenta anche le fattorie didattiche quale espressione dell’offerta turistica e della multifunzionalità del settore primario.

La legge regolamenta un’attività che viene svolta in Regione Veneto fin dal 2003, quando nacque nell’ambito del Programma interregionale “Comunicazione ed educazione alimentare”. Alla base del progetto regionale “Fattorie didattiche” vi era la volontà di favorire l’incontro tra il mondo agricolo e le scuole, allo scopo di riscoprire il valore "culturale" dell'agricoltura e del mondo rurale, valorizzando il ruolo formativo e informativo dell'agricoltore, creare una rete di relazioni fra produttore e giovane consumatore finalizzata alla conoscenza della produzione agricola e ad uno stile di vita sano, e consolidare i legami dei giovani con il proprio territorio. Come fattoria didattica, quindi, l’azienda agricola scopriva l’opportunità di diventare un luogo di conoscenza ed esperienza, offrendo alla scuola una modalità innovativa di apprendimento basata sull’“imparar facendo”.

Cercando di dare nuovo impulso a questa espressione della multifunzionalità del settore primario e tenendo conto dei più recenti sviluppi che ha registrato il settore, con la legge si è inteso quindi creare un quadro giuridico nel quale collocare le fattorie didattiche, accanto al turismo rurale, all’interno della consolidata legislazione che riguarda specificatamente l’agriturismo, l’ittiturismo e il pescaturismo, ampliando anche all’impresa ittica la possibilità di svolgere attività didattica.

Recentemente, la Delibera della Giunta Regionale n. 591 del 21 aprile 2015, che ha revocato la precedente Delibera regionale n. 1582 del 26 agosto 2014, ha definito e approvato le disposizioni attuative e operative per lo svolgimento dell’attività di fattoria didattica.
La deliberazione, pubblicata sul BUR n. 46 dell'8 maggio 2015, è composta dal testo deliberativo e da quattro allegati:

• l’Allegato A, denominato “Disposizioni attuative per lo svolgimento dell’attività di fattoria didattica” stabilisce, in particolare, le finalità, gli obiettivi, la modalità di presentazione e le procedure per il riconoscimento, le caratteristiche dell’Elenco regionale, il controllo, le sanzioni, le norme transitorie e di collegamento con le precedenti disposizioni regionali;

• l’Allegato B, denominato “Carta della qualità delle fattorie didattiche”, rappresenta il documento regionale di indirizzo e di definizione dei requisiti per il riconoscimento da parte delle Province delle fattorie didattiche operanti nel territorio del Veneto e degli obblighi, che gli imprenditori agricoli o ittici si impegnano a rispettare, per il mantenimento dell’iscrizione all’Elenco regionale;

• l’Allegato C, denominato “Formazione”, stabilisce l’articolazione delle azioni formative finalizzate all’acquisizione del riconoscimento dei requisiti per l’esercizio dell’attività agrituristica e dell’attività didattica;

• l’Allegato D, denominato “Linee operative in materia igienico-sanitaria per le attività didattiche in fattoria”, definisce i requisiti specifici riguardo la formazione e le regole da seguire per la manipolazione, la degustazione e la somministrazione della merenda in fattoria didattica.

La comunicazione per il riconoscimento va presentata alla Provincia di competenza via PEC, utilizzando l’apposita modulistica verrà approvata con Decreto del Direttore della Sezione Economia e sviluppo montano. sottoscritta dal titolare e accompagnata da copia del documento d’identità in corso di validità.

Nel frattempo, la comunicazione può essere presentata utilizzando la vecchia modulistica, sottoscritta dal titolare e accompagnata da copia del documento d’identità in corso di validità, e dalla documentazione aggiuntiva richiesta dalla nuova Delibera.

Modello provvisorio di comunicazione per il riconoscimento
Documentazione aggiuntiva da allegare.
Scheda aziendale.


Per informazioni
Sezione Economia e Sviluppo Montano
Ufficio Comunicazione ed Educazione alimentare
Via Torino, 110 - Mestre Venezia (VE)
Tel. 041 2795637 - 041 2795539
email: elena.schiavon@regione.veneto.it
 



Data ultimo aggiornamento: 11/05/2015

Siti tematici


Data ultimo aggiornamento: 25/01/2016