VEICOLI PER I QUALI SIANO DECORSI ALMENO VENT'ANNI, MA MENO DI TRENTA DA QUELLO DI COSTRUZIONE.

In data 1° gennaio 2019 è entrato in vigore l’art. 1, comma 1048, della legge 30 dicembre 2018, n. 145 che così recita: “ All'articolo 63 della legge 21 novembre 2000, n. 342, dopo il comma 1 sono inseriti i seguenti:
« 1-bis. Gli autoveicoli e motoveicoli di interesse storico e collezionistico con anzianità di immatricolazione compresa tra i venti e i ventinove anni, se in possesso del certificato di rilevanza storica di cui all'articolo 4 del decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti 17 dicembre 2009, pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 65 del 19 marzo 2010, rilasciato dagli enti di cui al comma 4 dell'articolo 60 del codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e qualora tale riconoscimento di storicità sia riportato sulla carta di circolazione, sono assoggettati al pagamento della tassa automobilistica con una riduzione pari al 50 per cento.
1-ter. L'onere derivante dal comma 1-bis è valutato in 2,05 milioni di euro annui a decorrere dall'anno 2019”.

Con tale disposizione è stato aggiunto un nuovo comma all’art. 63 della legge 21 novembre 2000, n. 342, per cui gli autoveicoli e motoveicoli di interesse storico e collezionistico con anzianità di immatricolazione compresa tra i venti e i ventinove anni, possono usufruire del pagamento della tassa automobilistica con una riduzione pari al 50 per cento qualora in possesso dei seguenti requisiti:

- anzianità di immatricolazione compresa tra i venti e i ventinove anni;

- possesso del certificato di rilevanza storica di cui all'articolo 4 del decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti 17 dicembre 2009, pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 65 del 19 marzo 2010. Il certificato di rilevanza storica deve essere stato rilasciato da uno degli enti di cui al comma 4 dell'articolo 60 del codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, ovvero: ASI, Storico Lancia, Italiano FIAT, Italiano Alfa Romeo e Storico FMI;

- annotazione sulla carta di circolazione del riconoscimento della storicità presso la Motorizzazione Civile ( MCTC).

 

Veicoli per i quali siano decorsi almeno trent'anni da quello di costruzione

Per tale categoria di veicoli rimane in vigore l'art. 63, comma 1 della L. 342/2000 che prevede l'esenzione dalla tassa automobilistica di proprietà e l'assoggettamento, solo in caso di circolazione , ad un diritto fisso pari ad € 28,40 per gli autoveicoli e ad € 11,36 per i motoveicoli.
L'anno di costruzione coincide, salvo prova contraria, a quello di prima immatricolazione in Italia o in uno Stato Estero.
Sono esclusi dalla agevolazione i veicoli ad uso professionale
 

Modalità di pagamento

Il calcolo, il versamento o  l'emissione dell'avviso PagoPa, sostitutivo dei bollettini postali che non sono più utilizzabili ai sensi dell'art. 38 ter D.L. 124/2019,  del diritto fisso di circolazione per i veicoli trentennali  ,  è possibile al portale INFOBOLLO  sezione "calcola e paga".

Anche il calcolo, il pagamento o l'emissione dell'avviso PagoPa,  comprensivo della riduzione spettante ai sensi dell'art. 63, comma 1bis della Legge 342/2000 come introdotto dall'art. 1, comma 1048 L. 145/2018 se spettante, per i veicoli con età dalla costruzione compresa tra 20 e 29 anni è possibile  presso  il sopra indicato portale.  


 



Data ultimo aggiornamento: 27 gennaio 2021