Attualmente per la protezione contro alcune malattie, come ad esempio il tetano, la poliomielite, l’epatite B, la varicella, la malattia meningoccoccica da ceppo B, la malattia pneumoccoccica e da Haemophilus Influenziae esistono vaccini in formulazione monovalente. Morbillo, parotite e rosolia esistono solo in formulazione combinata con o senza l’antigene della varicella (rispettivamente chiamati vaccino tetravalente MPRV e trivalente MPR) mentre difterite e pertosse esistono solo in associazione con l’anatossina tetanica (nelle formulazioni difterite-tetano, difterite-tetano-pertosse in combinazione o meno con altri antigeni). Non esiste alcun vantaggio alla somministrazione di vaccini monovalenti: infatti non solo si aumenta il disagio per il bambino per il maggior numero di iniezioni ma si prolungano anche i tempi per il raggiungimento della protezione contro una malattia dovendo rispettare i tempi minimi di somministrazione tra dosi. I vaccini combinati possono essere usati ogni volta che alcuni componenti della combinazione sono indicati e gli altri componenti non sono controindicati, quando non sono disponibili i vaccini che hanno le sole componenti necessarie (ACIP 2017). Questo cosa significa? Prendiamo il vaccino trivalente (morbillo, parotite, rosolia), vaccino vivo attenuto, e supponiamo che venga iniettato in un paziente che è già immune, per esempio, contro la rosolia. Cosa succede? Il virus attenuato della rosolia viene neutralizzato dagli anticorpi già presenti, senza nessun effetto indesiderato mentre gli altri due
antigeni del morbillo e della parotite stimoleranno la risposta immunitaria del soggetto e lo immunizzeranno. Per cui vaccinare un soggetto che è già immune contro una determinata malattia non comporta alcun rischio. Per i vaccini contenenti l’anatossina tetanica viene suggerito di rispettare un intervallo di tempo minimo tra dosi (6 mesi) per ridurre la probabilità di effetti locali al sito di iniezione (quali rossore, indolenzimento e gonfiore) che possono aumentare per dosi ripetute ad intervalli brevi.



Data ultimo aggiornamento: 08/11/2017

FAQ

Percorsi


Siti tematici


Contenuto Html