Corretta alimentazione

 

Piano regionale per una sana e corretta alimentazione

 

La promozione degli stili di vita salutari deve partire dal promuovere efficacemente una sana e corretta alimentazione.
Questo punto è stato appositamente pensato nel Piano Regionale per la Prevenzione come colonna portante di tutta una serie di programmi che riguardano il potenziamento delle risorse di ciascun cittadino per una scelta di vita consapevole, salutare ed attiva.
L’importanza di seguire e scegliere una corretta alimentazione diventa essenziale quando si parla di qualsiasi altro fattore di rischio.
Una sana alimentazione influisce sulla prevenzione di malattie croniche non trasmissibili come il diabete, l’ipertensione, l’ipercolesterolemia, ecc.
Il tema dell’alimentazione corretta si articola e si dirama a partire dalla prevenzione primaria per poi passare a quella secondaria e terziaria, attraverso tutte le tematiche che riguardano la prevenzione delle malattie croniche non trasmissibili.


Per questo senso tale piano prevede:

- Programma per la promozione di una corretta alimentazione, suddiviso in tre aree: Promozione della salute in ambito nutrizionale; Consulenza dietetico-nutrizionale; Ristorazione collettiva sociale.
- Programma per un approccio intersettoriale sulla celiachia e altre allergie ed intolleranze alimentari per un’offerta multidimensionale e pluriprofessionale ai pazienti affetti da tali disturbi.
- Programma per nuove strategie di iodoprofilassi nella Regione del Veneto: programmi educativi, indicatori di efficienza e contrasto delle disuguaglianze.

(STAMPA)

RIFERIMENTI GIURIDICO/AMMINISTRATIVI

  • DGR n. 81 del 18.08.2017: Approvazione delle "Linee di indirizzo per il miglioramento della qualità nutrizionale nella ristorazione scolastica" nella Regione del Veneto.










-----------------------------------------------------------------------------------------------
Si precisa che laddove gli atti non rimandino a link ufficiali (G.U., Bur, siti istituzionali) non costituiscono testi ufficiali, per i quali si deve fare riferimento agli atti originali pubblicati nella Gazzetta Ufficiale, nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto o eventualmente depositati presso le strutture competenti.



Data ultimo aggiornamento: 24 gennaio 2019