Antimicrobico-resistenza



Settimana mondiale e Giornata europea sull'uso consapevole degli antibiotici 2017


Il 18 novembre p.v. si svolge la Giornata europea degli antibiotici organizzata dallo European Centre for Disease Prevention and Control (ECDC) per sensibilizzare riguardo alla minaccia rappresentata dalla resistenza agli antibiotici, nonché sull’uso prudente di questi farmaci.
La resistenza agli antibiotici è divenuta un’emergenza di sanità pubblica, che determina aumento della spesa sanitaria, allungamento dei tempi di degenza, fallimenti terapeutici e aumento della mortalità.
I dati più recenti confermano che nell’Unione europea il numero di pazienti infetti da batteri resistenti è in aumento e che la resistenza agli antibiotici rappresenta una delle minacce più temibili per la salute pubblica. L’uso prudente degli antibiotici può contribuire a fermare l’insorgenza dei batteri resistenti e ad aiutare a mantenere l’efficacia degli antibiotici perché possano essere utilizzati dalle generazioni future.
A livello globale l’iniziativa lanciata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità si svolge nell’arco di un’intera settimana, dal 13 al 19 novembre e viene denominata World Antibiotic Awareness Week. La campagna mondiale è organizzata congiuntamente da OMS, FAO e Organizzazione mondiale della sanità animale (OIE) e lo slogan “Promoting prudent antibiotic use” (Promuovere l’uso prudente degli antibiotici) riflette il messaggio che gli antibiotici sono una risorsa preziosa da utilizzare per il trattamento delle infezioni batteriche solo quando prescritti da un medico o, nel caso di salute animale, da un veterinario. L’iniziativa, si rivolge a un pubblico eterogeneo che va dalla popolazione generale, agli operatori sanitari, dai decisori politici a coloro che lavorano nel settore agricolo e veterinario.
Quest’anno il tema lanciato dall’OMS è focalizzato sulla necessità che la popolazione chieda consiglio ad un professionista sanitario qualificato prima di assumere antibiotici. Il lavoro degli operatori sanitari è importante sia per assicurare un uso prudente di questi farmaci sia per implementare buone pratiche di controllo delle infezioni, includendo l’igiene delle mani, l’isolamento dei pazienti ospedalizzati, colonizzati da batteri multiresistenti al fine di prevenire la diffusione delle infezioni ad altri pazienti. A livello veterinario, è fondamentale l’azione di formazione e controllo sul corretto utilizzo degli antibiotici nelle aziende zootecniche e negli animali d’affezione.

(...)(CONTINUA e STAMPA)

RIFERIMENTI GIURIDICO/AMMINISTRATIVI

  • Ministero della Salute - "Piano Nazionale di contrasto dell'Antimicrobico-Resistenza (PNCAR) 2017-2020
  • DGR n. 1875 del 22.11.2017: Recepimento dell'Intesa ai sensi dell'art. 8, comma 6, della Legge 5 giugno 2003, n. 131, tra il Governo, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano sul documento recante "Piano Nazionale di contrasto dell'Antimicrobico-Resistenza (PNCAR) 2017-2020". Rep. Atti n. 188 del 2 novembre 2017
  • DGR n. 1656 del 17.10.2017: Approvazione del documento di “Indagine di prevalenza puntuale delle infezioni associate all’assistenza, della colonizzazione intestinale da germi multi-resistenti e del consumo di antibiotici in strutture di lungodegenza (Long-Term care facilities – LTCFs) della Regione Veneto” e finanziamento delle attività relative a tale indagine

 



Data ultimo aggiornamento: 11/10/2018

dati/statistiche


link di approfondimento e social