Obiettivo

Il progetto strategico VISFRIM - Gestione del Rischio Idraulico per il bacino del fiume Vipacco ed ulteriori bacini transfrontalieri - si propone di conseguire una gestione più efficiente del rischio idraulico in bacini transfrontalieri, sviluppando metodologie e strumenti tecnologici funzionali all'attuazione dei piani di gestione del rischio alluvioni (PGRA) esistenti, anche in funzione del prossimo aggiornamento, previsto nel 2021.

Attività

Il progetto prevede il coinvolgimento di enti governativi ed autorità locali, impegnate nell'implementazione di misure ed azioni congiunte nei bacini internazionali dei fiumi Isonzo e Vipacco e nel bacino interregionale del fiume Lemene. I partner condivideranno dati e conoscenze, svilupperanno modelli per la simulazione degli allagamenti ed individueranno misure di mitigazione da attuare nel territorio, preventivamente valutate in termini di analisi costi-benefici, tramite specifiche procedure informatiche sviluppate nel corso del progetto. In particolare verranno implementati strumenti informatici verdi, cioè tecnologie in grado di promuovere la partecipazione attiva dei cittadini nel monitoraggio ambientale.

Partners:

Autorità di bacino distrettuale delle Alpi orientali - Lead partner

Città Metropolitana di Venezia

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Regione del Veneto – Direzione Difesa del Suolo

Ministero dell'ambiente e della pianificazione territoriale della Repubblica di Slovenia

Agenzia ambientale slovena

Comune di Miren-Kostanjevica

Comune di Nova Gorica

Comune di Postojna

Comune di Šempeter-Vrtojba

Comune di Vipava

 

Durata del progetto

36 mesi dal 1 gennaio 2019 al 31 dicembre 2021

 

Budget progettuale complessivo:

€ 2.940.441,15

 

Budget della Regione del Veneto – Direzione Difesa del Suolo:

€ 366.634,16 (di cui € 311.639,03 - 85% FESR e € 54.995,13 - 15% Fondo nazionale di rotazione)

Link del sito del progetto: Progetto VISFRIM - Interreg Italia-Slovenia 2014/2020



Data ultimo aggiornamento: 26 marzo 2019