EUROPAID


Presentazione
Descrizione
Budget 2014-2020
Normativa europea di riferimento
Link



EUROPEAID è la Direzione Generale della Commissione europea che si occupa di formulare le politiche di Cooperazione allo Sviluppo e di definire le politiche settoriali di aiuto ai Paesi terzi, con l’obiettivo di ridurre la povertà nel mondo, assicurare lo sviluppo economico, sociale ed ambientale e promuovere la democrazia, il buon governo e il rispetto dei diritti umani. EuropeAid è dunque responsabile (autonomamente o in collaborazione con il Servizio Europeo di Azione Esterna) per la programmazione pluriennale e l’implementazione degli strumenti di cooperazione allo sviluppo.

DESCRIZIONE
EuropeAid si impegna ad assicurare la qualità e l’efficacia dell’assistenza dell’Unione europea nel mondo. Le attività sono svolte nei seguenti ambiti: Politiche di sviluppo obiettivi del Millennio, Governance, Diritti Umani e Democrazia, Società Civile e Autorità Locali, Sicurezza e conflitti, Migrazionie Asilo Politico, Lotta contro la fame, Sviluppo Sostenibile, Ambiente, Acqua, Energia, Agricoltura e SviluppoRurale, Pari opportunità, Infanzia e Gioventù, Salute, Educazione, Cultura, Lavoro e Politica Sociale, Sostegno economico, Infrastrutture e Trasporti. EuropeAid eroga aiuti mediante una serie di strumenti finanziari, impegnandosi per assicurare la qualità e l’efficacia dell’assistenza dell’Unione europea. Questi strumenti si possono classificare in base agli obiettivi (strumenti geografici e tematici) e alle fonti di finanziamento (budget dell’Unione europea o extra-budget).

Gli strumenti geografici sono:
• strumento di assistenza preadesione (IPA II): offre sostegno ai Paesi impegnati nel processo di adesione all’Unione europea (UE);
• strumento europeo di vicinato (ENI): è destinato alla collaborazione con i 16 Paesi che si trovano a Est e a Sud delle frontiere dell’Unione europea;
• strumento di cooperazione allo sviluppo (DCI): si focalizza sulla lotta alla povertà nei Paesi in via di sviluppo, nonché sul sostegno allo sviluppo economico, sociale ed ambientale, la promozione della democrazia, del buon governo e dei diritti umani;
• strumento di partenariato (PI): è la grande innovazione del periodo 2014-2020. L’obiettivo generale è di migliorare e promuovere gli interessi dell’Unione europea, proiettandone all’estero le politiche interne (ad esempio la competitività, la ricerca e l’innovazione, la migrazione) e affrontando le grandi sfide globali (quali la sicurezza energetica, il cambiamento climatico, ambiente).

Gli strumenti tematici sono:
• strumento inteso a contribuire alla Stabilità ed alla Pace (IcSP): ha sostituito lo Strumento per la stabilità (IfS) della programmazione precedente. I fondi sono destinati a prevenire e rispondere alle crisi, con lo scopo di creare un ambiente sicuro e stabile;
• strumento europeo per la Democrazia e i Diritti Umani (EIDHR): si occupa del sostegno alla democrazia e ai diritti umani nei Paesi extra-UE;
• strumento per la Cooperazione in materia di Sicurezza Nucleare (INSC). Finanzia i progetti al fine di sostenere un livello più elevato di sicurezza nucleare, protezione dalle radiazioni e l’applicazione di salvaguardie efficaci per il materiale nucleare nei Paesi terzi.
Si aggiungono alle fonti di finanziamento descritte in precedenza due strumenti con natura e funzioni particolari:
• strumento a favore della Groenlandia: esso da seguito ad un rinnovato accordo tra l’Unione europea, la Groenlandia e la Danimarca e mira ad orientare la Groenlandia verso un’economia diversificata, una maggiore attenzione per il dialogo politico in settori di importanza mondiale (ad esempio le questioni artiche) e ampliare le aree di cooperazione;
• fondo europeo di sviluppo (FES): è il principale strumento di aiuto allo sviluppo della Comunità degli Stati dell’Africa, dei Caraibi e del Pacifico (ACP) e dei paesi e territori d’oltremare (PTOM). È uno strumento finanziato extra-budget dai singoli Stati membri e si applica nel quadro di un accordo internazionale tra i Paesi ACP e l’Unione europea (Convenzione di Cotonou e sue revisioni).
torna su


BUDGET 2014 - 2020
Il capitolo del piano finanziario pluriennale dedicato a EuropeAid per il periodo 2014 - 2020 ha un budget allocato di € 66,3 miliardi, a cui si vanno ad aggiungere € 30,5 miliardi del Fondo Europeo di sviluppo finanziato extra-budget, per un ammontare totale di € 96,8 miliardi. I programmi di finanziamento specifici dispongono della seguente dotazione finanziaria:
• strumento di assistenza preadesione (IPA II): € 11,7 miliardi;
• strumento europeo di vicinato (ENI): € 15,4 miliardi;
• strumento di cooperazione allo sviluppo (DCI): € 19,7 miliardi;
• strumento di partenariato: € 955 milioni;
• strumento inteso a contribuire alla stabilità e alla pace (IfSP): € 2,3 miliardi;
• strumento europeo per la democrazia e i diritti umani (EIDHR): € 1,3 miliardi;
• strumento per la cooperazione in materia di sicurezza nucleare (NSCI): € 225 milioni;
• strumento a favore della Groenlandia: € 184 milioni;
• Fondo Europeo di Sviluppo (FES): € 30,5 miliardi.
torna su


NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Regolamento (UE, EURATOM) n. 1311/2013 del Consiglio del 2 dicembre 2013 che stabilisce il quadro finanziario pluriennale per il periodo 2014 - 2020.
Regolamento (UE) n. 236/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio dell’11 marzo 2014 che stabilisce norme e procedure comuni per l’attuazione degli strumenti per il finanziamento dell’azione esterna dell’Unione europea.

LINK
Direzione Generale EuropeAid

torna su



Percorsi


Siti tematici


Contenuto Html