EUROPA PER I CITTADINI


Presentazione
Descrizione
Budget 2014-2020
Normativa europea di riferimento
Link


Il programma EUROPA PER I CITTADINI, adottato per il periodo 2014-2020, costituisce uno strumento importante per consentire ai 500 milioni di abitanti dell’Unione europea di svolgere un ruolo attivo nella costruzione dell’Unione stessa. Con il finanziamento di progetti e attività cui possono partecipare i cittadini, il programma promuove la storia e i valori comuni dell’Europa contribuendo all’identificazione dei cittadini con gli sviluppi dell’Unione europea.

Il programma, nel contesto dell’obiettivo generale di rendere l’Unione più vicina ai cittadini, persegue i seguenti obiettivi:
• sensibilizzare alla memoria, alla storia e ai valori comuni dell’Unione, promuovendo la pace, i valori e il benessere dei suoi popoli stimolando il dibattito, la riflessione e lo sviluppo di reti;
• incoraggiare la partecipazione democratica e civica dei cittadini accrescendo la consapevolezza degli stessi sul processo di elaborazione politica dell’Unione e creando condizioni propizie all’impegno sociale e interculturale e al volontariato.

torna su

DESCRIZIONE
Il programma è attuato lungo due assi e un’azione orizzontale:
• “Memoria Europea Attiva”;
• “Impegno democratico e partecipazione civica”;
• “Azione orizzontale di valorizzazione” per l’analisi, la divulgazione e l’impiego dei risultati dei progetti.
L’accesso al programma è aperto a tutti i soggetti interessati a promuovere la cittadinanza e l’integrazione europea, in particolare ad enti ed organizzazioni locali e regionali, comitati di gemellaggio, centri di ricerca sulle politiche europee, organizzazioni della società civile, organizzazioni per la cultura, la gioventù, l’istruzione e la ricerca.

MEMORIA EUROPEA ATTIVA
Questo asse sosterrà attività che invitano a riflettere sulla diversità culturale europea e sui valori comuni nel senso più ampio del termine. In tale contesto esso intende finanziare progetti che facciano riflettere sulle cause dei regimi totalitari nella storia europea moderna (in particolare, ma non esclusivamente, il nazismo che ha portato all’olocausto, il fascismo, lo stalinismo ed i regimi comunisti totalitari) nonché progetti volti a commemorare le vittime dei loro crimini. Memoria Europea comprenderà anche attività riguardanti altri momenti cruciali e punti di riferimento della recente storia europea. In particolare esso privilegerà le azioni che incoraggeranno la tolleranza, la comprensione reciproca, il dialogo interculturale e la riconciliazione quale strumento per superare il passato e costruire il futuro, in particolare a destinazione delle giovani generazioni. I progetti condotti nell’ambito di questo asse possono essere presentati da differenti tipi di organizzazioni (autorità locali, ONG, istituti di ricerca), possono sviluppare diversi tipi di attività (ricerca, istruzione, dibattiti pubblici, mostre, ecc.) e coinvolgere differenti target di cittadini. I progetti, inoltre, dovranno essere implementati a livello transnazionale (creazione e gestione di partenariati e reti transnazionali) o dovranno avere una chiara dimensione europea.

IMPEGNO DEMOCRATICO E PARTECIPAZIONE CIVICA
Questa asse sosterrà attività che riguardano la partecipazione civica nel senso più ampio con un’attenzione particolare per quelle attività direttamente correlate alle politiche dell’Unione europea al fine di assicurare una partecipazione concreta al processo decisionale negli ambiti legati agli obiettivi del programma. Ciò può avvenire in tutte le fasi e con tutti gli interlocutori istituzionali e comprende in particolare: attività di definizione dell’agenda, perorazione di idee nella fase di preparazione e di negoziazione di proposte politiche, espressione di feedback sulle iniziative pertinenti che vengono attuate. Si prevede inoltre che le attività finanziate si avvalgano di metodi strutturazione per assicurare un effetto duraturo delle stesse. L’asse copre anche progetti e iniziative che sviluppano opportunità di comprensione reciproca, di apprendimento interculturale, solidarietà, impegno sociale e volontariato.

Impegno democratico e partecipazione civica comprende tre diverse misure:
• “Gemellaggi di città”: sostiene i progetti che mirano a far incontrare una pluralità di cittadini di città gemellate su tematiche in linea con gli obiettivi del programma. Tale misura si prefigge di promuovere la partecipazione civica al processo decisionale dell’Unione europea e di sviluppare opportunità d’impegno sociale e di volontariato riconoscendo come gemellaggi sia i comuni che hanno sottoscritto, o si sono impegnati a sottoscrivere, un accordo di gemellaggio sia i comuni che hanno aderito ad altre forme di partenariato volte ad intensificare la cooperazione ed i legami culturali;
 “Reti di città”: la costituzione di reti tra comuni su questioni d’interesse condiviso appare essere uno strumento importante per consentire lo scambio di buone pratiche e per assicurare una cooperazione strutturata, contribuendo a massimizzare l’impatto del programma. Il potenziale delle reti costituite da una serie di legami tra città gemellate andrebbe usato per sviluppare una cooperazione tematica e duratura tra le città. Le reti di città dovrebbero: integrare una gamma di attività attorno a tematiche d’interesse comune da affrontare nel contesto degli obiettivi del programma o delle sue priorità annuali; definire gruppi bersaglio per cui le tematiche selezionate risultino particolarmente rilevanti e coinvolgere membri della collettività attivi in tali ambiti; servire da base per iniziative e azioni future tra le città coinvolte, sulle questioni trattate o su ulteriori questioni di interesse comune;
• “Progetti della società civile”: sostiene progetti promossi da partenariati e reti transnazionali che mirano a coinvolgere e ad unire i cittadini di contesti diversi in attività direttamente legate alle politiche dell’Unione europea al fine di dare loro l’opportunità di partecipare concretamente al processo decisionale in ambiti legati agli obiettivi del programma. I progetti inviteranno i cittadini ad agire insieme e a dibattere sulle tematiche prioritarie annuali del programma a livello locale ed europeo, stimolando la riflessione, proponendo soluzioni concrete e assicurando una correlazione concreta con il processo decisionale. Questa misura sostiene progetti implementati da partenariati transnazionali che promuovono le opportunità di solidarietà, di impegno sociale e di volontariato. Un progetto della società civile deve comprendere almeno due dei seguenti tipi di attività: promozione dell’impegno sociale e della solidarietà (attività atte a promuovere il dibattito e le azioni su tematiche d’interesse comune nell’ambito dei diritti e delle responsabilità dei cittadini dell’Unione europea); raccolta di opinioni (attività volte a raccogliere le opinioni individuali dei cittadini su una tematica specifica da definire annualmente); volontariato (attività volte a promuovere la solidarietà tra i cittadini dell’Unione europea).
torna su

AZIONE ORIZZONTALE DI VALORIZZAZIONE
Quest’azione sarà applicata ad entrambe gli assi e la sua ragion d’essere consiste nella “valorizzazione” e nell’utilizzo dei risultati delle iniziative intraprese per assicurare il loro effetto duraturo. Essa comprenderà la “creazione di capacità”, cioè la messa in atto di misure di sostegno per lo scambio delle migliori pratiche, la condivisione delle esperienze degli attori ai livelli locale e regionale, compresi i pubblici poteri, e lo sviluppo di nuove competenze, ad esempio attraverso la formazione. Quest’ultima può comprendere scambi tra pari, la formazione dei formatori come anche, ad esempio, la creazione di strumenti informatici che forniscano informazioni sulle organizzazioni o sui progetti finanziati dal programma.
torna su

BUDGET 2014 - 2020
Il programma ha una dotazione complessiva di ca € 186 milioni per il periodo 2014-2020, così suddivisi:
• ca € 37 milioni (20%) per “Memoria Europea Attiva”;
• ca € 111 milioni (60%) per “Impegno democratico e partecipazione civica”;
• ca € 18,5 milioni (10%) saranno destinati all’azione orizzontale di valorizzazione.
I rimanenti stanziamenti sono erogati a copertura delle spese generali, amministrative e tecniche del programma.

torna_su

NORMATIVA DI RIFERIMENTO
Regolamento (UE) n. 390/2014 del Consiglio del 14 aprile 2014 che istituisce il programma “Europa per i cittadini” per il periodo 2014-2020.

LINK
Regolamento
Guida del programma
 
torna su



Percorsi


Siti tematici


Contenuto Html