ERASMUS +



Presentazione
Descrizione
Budget 2014-2020
Normativa europea di riferimento
Link



ERASMUS+ è il nuovo programma dell’Unione europea per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport. Esso intende migliorare le competenze, le prospettive professionali e modernizzare l’istruzione, la formazione e l’animazione socio educativa. Erasmus+ accresce notevolmente i finanziamenti europei destinati allo sviluppo delle conoscenze e delle competenze concretizzando l’importanza della formazione e dell’istruzione nell’Unione europea e nelle agende politiche nazionali. Esso intende promuovere lo sviluppo personale dei cittadini e le loro prospettive lavorative.

Erasmus+ costituisce il risultato dell’integrazione di sette programmi già esistenti:
• Programmi di Apprendimento Permanente (Erasmus, Leonardo da Vinci, Comenius, Grundtvig);
• Gioventù in azione;
• Erasmus Mundus;
• Tempus;
• Alfa;
• Edulink;
• Programma di Cooperazione Bilaterale con i paesi industrializzati.
torna su

DESCRIZIONE
Erasmus+ è un programma più ambizioso rispetto al precedente programma Erasmus, ed ha una natura maggiormente strategica pur mantenendo gli obiettivi di fondo, intesi a migliorare le competenze, l’occupabilità ed il sostegno alla modernizzazione dei sistemi d’istruzione, formazione e gioventù.
Erasmus+ mira al conseguimento:
• degli obiettivi della strategia Europa 2020, compreso l’obiettivo principale in materia di istruzione;
• degli obiettivi del quadro strategico per la cooperazione europea nel settore dell’istruzione e della formazione (ET2020), compresi i corrispondenti parametri di riferimento;
• dello sviluppo sostenibile dei paesi partner nel settore dell’istruzione superiore;
• degli obiettivi generali del quadro rinnovato di cooperazione in materia di gioventù (2010 - 2018);
• dell’obiettivo dello sviluppo della dimensione europea dello sport, in particolare lo sport di base, conformemente al piano di lavoro dell’Unione europea per lo sport;
• della promozione dei valori europei a norma dell’articolo 2 del tratto sull’Unione europea.

Il programma, che svilupperà sinergie tra i diversi settori educativi e il mondo del lavoro, presenta le seguenti nuove caratteristiche:
• sistema di garanzia dei prestiti: un aiuto agli studenti iscritti a corsi di laurea magistrale per il finanziamento di un intero corso di studi all’estero finalizzato all’acquisizione delle competenze necessarie per accedere ai posti di lavoro ad alta intensità di sapere;
• alleanze della conoscenza: partenariati tra le istituzioni d’istruzione superiore e le imprese per promuovere la creatività, l’innovazione e l’imprenditorialità offrendo nuovi opportunità di apprendimento e qualifiche;
• alleanze delle abilità settoriali: partenariati tra gli erogatori d’istruzione e formazione professionali e le imprese per promuovere l’occupabilità e colmare i deficit di competenze attraverso lo sviluppo di curricula specifici per i diversi settori e forme innovative di insegnamento professionale;
• integrazione degli attuali programmi separati che trattano della dimensione internazionale dell’istruzione superiore e conseguente determinazione di un aumento della mobilità nel campo dell’istruzione superiore verso e da Paesi terzi, oltre alla realizzazione di progetti di capacity building con le istituzioni d’istruzione superiore nei Paesi terzi laddove ciò sarà possibile.

Erasmus+ mira ad accrescere la qualità e la pertinenza delle qualifiche e delle competenze. Due terzi dei suoi finanziamenti serviranno a erogare borse in favore di più di 4 milioni di persone offrendo loro la possibilità di studiare, ricevere una formazione, lavorare o fare attività di volontariato all’estero nel periodo 2014 - 2020.
In materia d’istruzione e formazione il programma persegue i suoi obiettivi mediante i seguenti tipi di azione:
azione chiave 1 - Mobility of individuals;
azione chiave 2 - Cooperation for innovation and the exchange of good practises;
azione chiave 3 - Support for policy reforms;
Jean Monnet Activities;
sport.
torna su

Azione chiave 1 - Mobility of individuals
Sostiene le seguenti attività:
• Mobility of learners and staff: mobilità degli studenti, apprendisti, giovani, volontari e insegnanti che può esplicarsi nello studio presso un istituto partner, un tirocinio o nell’acquisizione di esperienza quale apprendista, assistente o tirocinante all’estero;
• Joint Master Degrees: mobilità internazionale degli studenti e del personale da e verso i paesi partner per quanto riguarda l’istruzione superiore, nonché la mobilità organizzata sulla base di diplomi congiunti, doppi o multipli di alta qualità;
• Master Student Loan Guaranteed: mobilità che consente di preparare un master, sostenuto attraverso lo strumento di garanzia per i prestiti destinati agli studenti.
torna su

Azione chiave 2 - Cooperation for innovation and the Exchange of good practises
Sostiene le seguenti attività:
• Strategic partnerships tra organizzazioni e/o istituti che svolgono attività di istruzione e di formazione o attività in altri settori rilevanti tesi a sviluppare e realizzare iniziative congiunte e a promuovere l’apprendimento tra pari e gli scambi di esperienze;
• Partenariati su larga scala tra istituti d’istruzione e formazione e il mondo del lavoro;
• Piattaforme informatiche: eTwinning, the European Platform for Adult Learning (EPALE), European Youth Portal, che consentono l’apprendimento, la mobilità virtuale e gli scambi di buone prassi;
• Cooperazione con Paesi terzi e Paesi di vicinato per sostenere le istituzioni/organizzazioni nell’ammodernamento e nell’internazionalizzazione dei loro processi.
torna su

Azione chiave 3 - Support for policy reforms
Sostiene le seguenti attività:
• attuazione dell’agenda politica dell’Unione europea in materia d’istruzione e formazione nel contesto del Open Methods of Coordination in education, training and youth;
• attuazione degli strumenti di trasparenza e di riconoscimento dell’Unione europea;
• dialogo politico con le parti europee interessate nel settore dell’istruzione e della formazione per lo sviluppo di politiche innovative;
• cooperazione e dialogo con le organizzazioni internazionali e i paesi partner.
torna su

Jean Monnet Activities
Le attività si propongono di:
• promuovere l’insegnamento e la ricerca sull’integrazione europea, attraverso l’istituzione di cattedre Jean Monnet ed altre attività accademiche;
• promuovere il dibattito politico e gli scambi tra i membri del mondo accademico europeo ed extraeuropeo e i rappresentanti del mondo politico in relazione alle priorità politiche dell’Unione europea creando un network per lo scambio di informazioni e esperienze;
• sostenere le attività degli istituti accademici o delle associazioni che svolgono studi in materia d’integrazione europea e favorire l’istituzione del contrassegno per l’eccellenza Jean Monnet;
• sostenere le istituzioni che perseguono una finalità d’interesse europeo.
torna su

Sport
Le attività si propongono di sostenere:
• collaborative Partnerships a tutela dell’integrità dello sport, contrastando minacce transnazionali come il doping, le partite truccate, la violenza e tutte le forme d’intolleranza e discriminazione;
• Not-for-Profit European sport events: promozione di eventi sportivi europei senza scopo di lucro che coinvolgono i diversi Paesi che aderiscono al programma;
• lo sviluppo di un network europeo di conoscenze comprovate per la definizione di politiche attraverso l’organizzazione di conferenze e seminari;
• il dialogo con gli steakholder europei interessati, in particolare durante l’annuale EU Sport Forum, al quale prendono parte oltre trecento steakholder europei.

Il programma è destinato a qualsiasi organismo pubblico o privato attivo nei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport di base e i gruppi di giovani che sono attivi nell’ambito dell’animazione socio educativa, anche se non necessariamente nel contesto di un’organizzazione giovanile.
torna su

BUDGET 2014 - 2020
Il programma dispone di un bilancio di ca € 14,7 miliardi, il 40% in più rispetto al programma precedente, riflettendo l’impegno dell’Unione europea ad investire in questi settori. L’importo è assegnato alle azioni del programma secondo la ripartizione seguente, con un margine di flessibilità non superiore al 5% per ciascun importo stanziato:
• ca € 11,4 miliardi (77,5%) all’istruzione e alla formazione. Di tale percentuale sono assegnati gli stanziamenti minimi: ca € 4,8 miliardi (43%) all’istruzione superiore; ca € 2,5 miliardi (22%) all’istruzione e alla formazione professionale; ca € 1,7 miliardi (15%) all’istruzione scolastica; ca € 0,57 miliardi (5%) all’apprendimento degli adulti;
• ca € 1,4 miliardi (10%) alla gioventù;
• ca € 0,51 miliardi (3,5%) allo strumento di garanzia per i prestiti destinati agli studenti;
• ca € 0,28 miliardi (1,9%) all’iniziativa Jean Monnet;
• ca € 0,26 miliardi (1,8%) allo sport;
• ca € 0,5 miliardi (3,4%) quali sovvenzioni di funzionamento destinate alle agenzie nazionali;
• ca € 0,28 miliardi (1,9%) alle spese amministrative da coprire.
torna su

NORMATIVA DI RIFERIMENTO
Regolamento (UE) n. 1288/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio dell’11 dicembre 2013 che istituisce “Erasmus+”: il programma dell’Unione per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport e che abroga le decisioni n. 1719/2006/CE, n. 1720/2006/CE e n. 1298/2008/CE.

LINK
Guida al programma
Regolamento
 

torna su




Percorsi


Siti tematici


Contenuto Html