Campagna "8 marzo, 3 donne 3 strade"

15/03/2017

Da una recente ricerca nazionale effettuata dall'Associazione Toponomastica Femminile di Roma (www.toponomasticafemminile.com) emerge che la percentuale di strade, piazze o aree pubbliche intitolate a figure femminili si aggira attorno al 3-7%, mentre le intitolazioni al maschile superano in alcuni casi il 50%.
L’Associazione ha lanciato la campagna "8 marzo, 3 donne 3 strade" per promuovere le intitolazioni di luoghi pubblici e di vie di circolazione alle donne che nel passato hanno contribuito con il loro impegno sociale, culturale, religioso e politico al progresso e allo sviluppo del nostro Paese.
L’iniziativa mira a riequilibrare i rapporti di genere anche nella toponomastica cittadina e, coinvolgendo le Commissioni Pari Opportunità e le associazioni femminili o di categoria, può rappresentare l’inizio di un percorso amministrativo volto a valorizzare, attraverso la memoria, il ruolo della donna nella storia.
La Commissione Regionale per le Pari Opportunità del Veneto ha riconosciuto il valore della Campagna e ha proposto ai Sindaci e alla Giunte Comunali di aderire all’iniziativa, attraverso una mozione da sottoporre al Consiglio Comunale, individuando tre aree di circolazione o edifici pubblici da intitolare alla memoria di altrettante donne.
Dovranno essere scelti i nomi, rispettivamente, di una donna veneta, di una Italiana e di una straniera, al fine di rappresentare le diverse sfaccettature della società femminile nella Regione Veneto. I Comuni coinvolti dovranno fare in modo che le nuove intitolazioni di vie, piazze, rotonde, piste ciclabili, ecc. riguardino in modo equilibrato uomini e donne, al fine di dare un segnale importante rispetto al tema delle Pari Opportunità.
Clicca qui per il testo della mozione.



Data ultimo aggiornamento: 15/03/2017