Piano di Sviluppo Banda Ultra Larga in Veneto 

Il 14 aprile 2016 è stato firmato
l’Accordo di Programma tra la
Regione del Veneto e il Ministero
dello Sviluppo Economico per lo
sviluppo della banda Ultra larga
sul territorio regionale
.

In particolare l’accordo prevede lo
stanziamento di circa
 400 milioni
di euro
 - 315 milioni di provenienza
statale e 83 di provvista regionale

derivanti dai fondi FESR e FEASR nelle località a fallimento di mercato non servite dagli operatori di telecomunicazione (le cosi dette aree bianche) con l’obiettivo di portare a tutti almeno i 30 Mbps e i 100 Mbps almeno al 70% della popolazione che risiede in tutti i Comuni con più di 2500 unità immobiliari.

Questo intervento riguarderà circa 1,6 milioni di veneti e almeno una località bianca per ogni comune del Veneto.

L’intervento finanziato dallo Stato e dalla Regione punta quindi a sopperire all’attuale fallimento di mercato e consisterà nel posare fibra ottica pubblica che poi verrà messa a disposizione degli operatori di telecomunicazione per l’erogazione dei servizi di connessione.

Con la firma della Convenzione Operativa il 27 maggio 2016 è stato approvato il Piano Tecnico che definisce l’elenco delle località oggetto di intervento consentendo al Veneto di essere inserito nel lotto delle prime 6 Regioni in cui partiranno i lavori già nei prossimi mesi alla conclusione della procedura di gara.

  



Data ultimo aggiornamento: 06/12/2017

Social Media


Data ultimo aggiornamento: 06/02/2018