Archivio Comunicati
Notizia n. 1182 del 19/07/2019

PARI OPPORTUNITÀ: REPORT SUL LAVORO IN VENETO, PIÙ DONNE AL LAVORO E PIÙ DONNE AI VERTICI LUNEDÌ 22 LUGLIO PRESENTAZIONE ALL’UNIVERSITÀ DI PADOVA (ORE 14.30)

19/lug/2019 | PARI OPPORTUNITÀ: REPORT SUL LAVORO IN VENETO, PIÙ DONNE AL LAVORO E PIÙ DONNE AI VERTICI LUNEDÌ 22 LUGLIO PRESENTAZIONE ALL’UNIVERSITÀ DI PADOVA (ORE 14.30)

Notizia n. 1178 del 18/07/2019

FINANZIAMENTI AI DISTRETTI DEL COMMERCIO. SUCCESSO DEL BANDO CON 57 PROGETTI PRESENTATI. MARCATO, “A SOSTEGNO DELL’ECONOMIA VENETA, RISPOSTE CONCRETE A OPERATORI ED ENTI LOCALI”

18/lug/2019 | FINANZIAMENTI AI DISTRETTI DEL COMMERCIO. SUCCESSO DEL BANDO CON 57 PROGETTI PRESENTATI. MARCATO, “A SOSTEGNO DELL’ECONOMIA VENETA, RISPOSTE CONCRETE A OPERATORI ED ENTI LOCALI”

Notizia n. 1176 del 18/07/2019

IROSO. IL MESSAGGIO DI ZAIA AI PARTECIPANTI ALLA SEPOLTURA DELLE CENERI, “VECCHIO ALPINO E VECCHIO AMICO, PER CHI CREDE NEI VALORI DELLE PENNE NERE”

18/lug/2019 | IROSO. IL MESSAGGIO DI ZAIA AI PARTECIPANTI ALLA SEPOLTURA DELLE CENERI, “VECCHIO ALPINO E VECCHIO AMICO, PER CHI CREDE NEI VALORI DELLE PENNE NERE”

Notizia n. 1175 del 18/07/2019

UNIVERSITA’ DI VERONA PROTAGONISTA DI RILEVANTE RICERCA INTERNAZIONALE IN CAMPO ONCOLOGICO. PRESIDENTE ZAIA, “ORGOGLIOSO PER CONFERMA DEL LIVELLO DELLA NOSTRA SANITA’ NON SOLO NELLA CURA”

18/lug/2019 | UNIVERSITA’ DI VERONA PROTAGONISTA DI RILEVANTE RICERCA INTERNAZIONALE IN CAMPO ONCOLOGICO. PRESIDENTE ZAIA, “ORGOGLIOSO PER CONFERMA DEL LIVELLO DELLA NOSTRA SANITA’ NON SOLO NELLA CURA”

Notizia n. 1173 del 17/07/2019

CAMILLERI. ZAIA, “MAIGRET E SHERIDAN, ANCORA PRIMA DI MONTALBANO, HANNO FATTO CRESCERE UNA GENERAZIONE. PERDIAMO QUALCOSA DI NOSTRO”

17/lug/2019 | CAMILLERI. ZAIA, “MAIGRET E SHERIDAN, ANCORA PRIMA DI MONTALBANO, HANNO FATTO CRESCERE UNA GENERAZIONE. PERDIAMO QUALCOSA DI NOSTRO”

POSTO DI TELECONDUZIONE DI PONTE NELLE ALPI. BOTTACIN, “DOCUMENTO COMUNE PER RAFFORZARE LA POSIZIONE DEL TERRITORIO”

Comunicato stampa N° 1140 del 12/07/2019
(AVN) Venezia, 12 luglio 2019

“Già lo scorso febbraio avevo espresso formalmente all’amministratore delegato di Enel Spa estrema preoccupazione per la ventilata ipotesi che l’azienda volesse ridurre da cinque a tre il numero dei posti di teleconduzione presenti sul territorio nazionale. Tra questi infatti c’è anche quello di Ponte nelle Alpi, che rappresenta l’unico centro di controllo degli impianti idroelettrici di tutto il Nordest”. 

A dirlo è l’assessore regionale alla Protezione Civile Gianpaolo Bottacin che oggi, insieme a consiglieri regionali e parlamentari bellunesi, ha incontrato sul tema i sindacati.

“A tale mia sollecitazione, in maggio, era stato risposto che ogni decisione era sospesa – aggiunge Bottacin - ma, vista la preoccupazione espressa anche dal mondo sindacale, ho proposto di sottoscrivere un documento comune firmato da tutti i parlamentari e consiglieri regionali, oltre che dalla Provincia e dai sindacati bellunesi, da inviare a Enel esprimendo una posizione forte ed univoca”.

“Il Nordest è un’area in cui insistono numerosissimi impianti idroelettrici installati in corsi d’acqua a regime torrentizio che quindi, in caso di fenomeni meteo rilevanti, hanno tempi di risposta rapidissimi dal punto di vista idraulico – fa notare l’Assessore. In caso di chiusura del posto di teleconduzione di Ponte nelle Alpi non si tratterebbe perciò solo del venir meno di un presidio per la gestione a distanza degli impianti e delle opere idrauliche in condizioni normali, ma soprattutto di un monitoraggio prezioso nelle emergenze, che in territori come il nostro sono sempre dietro l’angolo. Lo abbiamo tristemente visto anche lo scorso autunno con Vaia”.

“Sono certo che una posizione unitaria - conclude Bottacin - sia il miglior viatico per tenere la posizione con successo”.


Data ultimo aggiornamento: 12/07/2019