vai al contenuto principale
Archivio Comunicati
Notizia n. 832 del 24/05/2019

NUOVO POLICLINICO DI PADOVA, OK DELL’INAIL A PROCEDURA PER FINANZIAMENTO DI 450 MILIONI.

24/mag/2019 | NUOVO POLICLINICO DI PADOVA, OK DELL’INAIL A PROCEDURA PER FINANZIAMENTO DI 450 MILIONI.

Notizia n. 831 del 24/05/2019

NUOVO RETTORE A VERONA. GOVERNATORE, “IL SUO ENTUSIASMO E LA SUA COMPETENZA ACCOMPAGNINO LA CRESCITA ORMAI ESPONENZIALE DEL POLO UNIVERSITARIO”

24/mag/2019 | NUOVO RETTORE A VERONA. GOVERNATORE, “IL SUO ENTUSIASMO E LA SUA COMPETENZA ACCOMPAGNINO LA CRESCITA ORMAI ESPONENZIALE DEL POLO UNIVERSITARIO”

Notizia n. 827 del 24/05/2019

NON AUTOSUFFICIENZA: VERSO NUOVO SISTEMA VENETO DI SERVIZI, OGGI AL LAVORO I TAVOLI TECNICI CON IPAB, GESTORI PRIVATI, ULSS E SINDACI SU FABBISOGNI E PROSPETTIVE RIFORMA

24/mag/2019 | NON AUTOSUFFICIENZA: VERSO NUOVO SISTEMA VENETO DI SERVIZI, OGGI AL LAVORO I TAVOLI TECNICI CON IPAB, GESTORI PRIVATI, ULSS E SINDACI SU FABBISOGNI E PROSPETTIVE RIFORMA

Notizia n. 829 del 24/05/2019

AVVIATA L’ORGANIZZAZIONE DEI CAMPIONATI NAZIONALI DI SCI 2020 DELLA PROTEZIONE CIVILE. ASSESSORE REGIONALE, “COMELICO E AURONZO ZONA STRATEGICA”

24/mag/2019 | AVVIATA L’ORGANIZZAZIONE DEI CAMPIONATI NAZIONALI DI SCI 2020 DELLA PROTEZIONE CIVILE. ASSESSORE REGIONALE, “COMELICO E AURONZO ZONA STRATEGICA”

Notizia n. 828 del 24/05/2019

OLIMPIADI 2026. PRESIDENTE VENETO SU RELAZIONE COMMISSIONE MORARIU, “LUCE VERDE ALL’ INTERTEMPO MA IL MURO FINALE E’ RIPIDO E INSIDIOSO. MANTENERE LA CALMA E DARE IL MASSIMO”

24/mag/2019 | OLIMPIADI 2026. PRESIDENTE VENETO SU RELAZIONE COMMISSIONE MORARIU, “LUCE VERDE ALL’ INTERTEMPO MA IL MURO FINALE E’ RIPIDO E INSIDIOSO. MANTENERE LA CALMA E DARE IL MASSIMO”

INTERVENTI DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO DI SUOLO E PER LA RIQUALIFICAZIONE EDILIZIA E AMBIENTALE: REGIONE FINANZIA BANDO CON 200 MILA EURO

Comunicato stampa N° 637 del 24/04/2019
 (AVN) – Venezia, 24 aprile 2019
 
La Giunta regionale, su proposta dell’assessore regionale al territorio, ha approvato una deliberazione che, in attuazione della L.R. 14/2017, “Disposizioni per il contenimento del consumo di suolo”, promuove il finanziamento, attraverso apposito bando, degli interventi di riqualificazione edilizia e ambientale, per la rigenerazione urbana attraverso la demolizione di opere incongrue, di elementi di degrado o di manufatti ricadenti in aree a pericolosità idraulica e geologica, o nelle fasce di rispetto stradale, con ripristino del suolo naturale o seminaturale.
 
Attraverso il bando pubblico saranno assegnati due tipi di finanziamento, a seconda se il valore stimato per gli interventi sia superiore o inferiore ai 100 mila euro. Nel primo caso il contributo massimo non può superare i 50 mila euro, nel secondo caso i 20 mila euro. In tutti i casi, il sostegno regionale sarà concesso nella misura massima del 50% delle spese strettamente connesse agli interventi di demolizione e ripristino del suolo. 
 
Ai finanziamenti possono accedere i Comuni, gli enti pubblici, gli organismi di diritto pubblico ed associazioni, singolarmente o in forma associata, nonché soggetti privati per interventi per i quali il Comune competente abbia accertato l’interesse pubblico e prioritario alla demolizione. Questi soggetti dovranno presentare ai Comuni, nel cui territorio ricade l’opera incongrua, la domanda di ammissione al finanziamento corredata dal progetto dell’intervento, al fine della valutazione dell’interesse pubblico. Per gli interventi da attuarsi direttamente dai Comuni, gli enti provvedono a redigere il progetto con i contenuti previsti dal bando ed esprimono la valutazione dell’interesse pubblico con deliberazione dell’organo competente. I Comuni, poi, trasmetteranno alla Regione il tutto.
 
Le domande di ammissione al finanziamento dovranno essere presentate utilizzando la modulistica che sarà pubblicata sul sito della Regione nella sezione “Bandi - Avvisi -
Concorsi” entro il termine di 30 giorni dalla data di pubblicazione del bando sul Bollettino Ufficiale. Le istanze dei soggetti privati dovranno essere inviate ai Comuni
dove è ubicata l’opera incongrua. 
 
Il provvedimento passerà ora all’esame della competente Commissione del Consiglio regionale.


Data ultimo aggiornamento: 24/04/2019

territorio cristiano corazzari urbanistica