vai al contenuto principale
Archivio Comunicati
Notizia n. 832 del 24/05/2019

NUOVO POLICLINICO DI PADOVA, OK DELL’INAIL A PROCEDURA PER FINANZIAMENTO DI 450 MILIONI.

24/mag/2019 | NUOVO POLICLINICO DI PADOVA, OK DELL’INAIL A PROCEDURA PER FINANZIAMENTO DI 450 MILIONI.

Notizia n. 831 del 24/05/2019

NUOVO RETTORE A VERONA. GOVERNATORE, “IL SUO ENTUSIASMO E LA SUA COMPETENZA ACCOMPAGNINO LA CRESCITA ORMAI ESPONENZIALE DEL POLO UNIVERSITARIO”

24/mag/2019 | NUOVO RETTORE A VERONA. GOVERNATORE, “IL SUO ENTUSIASMO E LA SUA COMPETENZA ACCOMPAGNINO LA CRESCITA ORMAI ESPONENZIALE DEL POLO UNIVERSITARIO”

Notizia n. 827 del 24/05/2019

NON AUTOSUFFICIENZA: VERSO NUOVO SISTEMA VENETO DI SERVIZI, OGGI AL LAVORO I TAVOLI TECNICI CON IPAB, GESTORI PRIVATI, ULSS E SINDACI SU FABBISOGNI E PROSPETTIVE RIFORMA

24/mag/2019 | NON AUTOSUFFICIENZA: VERSO NUOVO SISTEMA VENETO DI SERVIZI, OGGI AL LAVORO I TAVOLI TECNICI CON IPAB, GESTORI PRIVATI, ULSS E SINDACI SU FABBISOGNI E PROSPETTIVE RIFORMA

Notizia n. 829 del 24/05/2019

AVVIATA L’ORGANIZZAZIONE DEI CAMPIONATI NAZIONALI DI SCI 2020 DELLA PROTEZIONE CIVILE. ASSESSORE REGIONALE, “COMELICO E AURONZO ZONA STRATEGICA”

24/mag/2019 | AVVIATA L’ORGANIZZAZIONE DEI CAMPIONATI NAZIONALI DI SCI 2020 DELLA PROTEZIONE CIVILE. ASSESSORE REGIONALE, “COMELICO E AURONZO ZONA STRATEGICA”

Notizia n. 828 del 24/05/2019

OLIMPIADI 2026. PRESIDENTE VENETO SU RELAZIONE COMMISSIONE MORARIU, “LUCE VERDE ALL’ INTERTEMPO MA IL MURO FINALE E’ RIPIDO E INSIDIOSO. MANTENERE LA CALMA E DARE IL MASSIMO”

24/mag/2019 | OLIMPIADI 2026. PRESIDENTE VENETO SU RELAZIONE COMMISSIONE MORARIU, “LUCE VERDE ALL’ INTERTEMPO MA IL MURO FINALE E’ RIPIDO E INSIDIOSO. MANTENERE LA CALMA E DARE IL MASSIMO”

FRANA DELLA BUSA DEL CRISTO. LA REGIONE PRECISA

Comunicato stampa N° 1845 del 20/11/2018
(AVN) – Venezia, 20 novembre 2018

In relazione all’evacuazione dalle loro case di alcuni cittadini del comune di Perarolo (Belluno) a seguito del movimento franoso sulla Busa del Cristo, differentemente da alcune dichiarazioni apparse sulla stampa da parte del sindaco, le strutture tecniche della Protezione Civile e della Difesa del Suolo della Regione del Veneto precisano che non spetta alla Regione la decisione sull’eventuale rientro dei cittadini nelle proprie abitazioni.

Il monitoraggio finanziato e posto in essere dalla Regione evidenzia infatti i livelli di soglia che portano all’indicazione, in caso di allerta rossa, di evacuazione, ma tali livelli sono stati determinati dal CNR e dal professor Casagli del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze, tra i massimi esperti in materia, e non dalla Regione.

Purtroppo, come tutti gli esperti hanno da sempre confermato, il movimento franoso sulla Busa del Cristo, pur posto sotto controllo e limitabile negli effetti, appare irreversibile e strettamente connesso con criticità di ordine idraulico relative alla possibile concomitanza con una piena del Boite, sostenendo altresì che l’unica soluzione, alternativa al monitoraggio con il rischio di evacuazione in caso di superamento dei livelli di soglia (disposta dal sindaco in quanto autorità di protezione civile), possa essere delocalizzare in altra area il nucleo abitato ai piedi della frana.


Data ultimo aggiornamento: 20/11/2018

difesa del suolo frana protezione civile