CONTROLLI PER LA BALNEAZIONE. ASSESSORE ALL'AMBIENTE: “ACQUE VENETE AL TOP”

Comunicato stampa N° 739 del 19/05/2017
 (AVN) Venezia, 19 maggio 2017 
 
“Anche quest’anno, fin dal primo riscontro effettuato attraverso la campagna di monitoraggio delle acque di balneazione del Veneto prima dell’avvio della stagione 2017, possiamo garantire che dappertutto si potrà fare il bagno in acque pulite, sia in mare che in lago”. Lo afferma l’assessore regionale all’ambiente dopo aver visionato i dati fornitigli da ARPAV, l’Agenzia regionale per la prevenzione e protezione ambientale del Veneto, che ha effettuato le verifiche.
 
“In questo controllo preventivo prima dell’avvio della stagione, come per i successivi – specifica l’assessore –, è stata prevista l’analisi di parametri microbiologici indicatori di contaminazione fecale legata soprattutto agli apporti dei reflui urbani. Ovviamente non ci fermiamo qui, ma proseguiremo per tutta la stagione con controlli periodici”. 
 
Per il 2017 i controlli saranno effettuati su 174 acque di balneazione (95 sul mare Adriatico, 65 sul lago di Garda, 4 sul lago di Santa Croce, 1 sul lago del Mis, 4 sul lago di Centro Cadore, 2 sul lago di Lago, 2 sul lago di Santa Maria e 1 sullo specchio nautico di Albarella) con cadenza almeno mensile durante tutta la stagione balneare per un totale di 147 Km di costa controllata adibita alla balneazione (tra mare e laghi) e di 1.044 campioni programmati, per un totale di 2.088 analisi, senza contare gli eventuali campioni aggiuntivi effettuati in caso di riscontro di anomalie per verificare la persistenza o meno del fenomeno inquinante e identificarne le eventuali cause.
 
“Continua quindi il trend positivo delle nostre acque – sottolinea l’assessore –, che possiamo definire al top visto che negli ultimi anni su un totale di 169 acque di balneazione prese  in esame in Veneto, ben 163 sono risultate di classe ‘eccellente’ e le restanti 6 di classe comunque ‘buona’”.
 
La prossima campagna di monitoraggio, la prima durante la stagione balneare, sarà realizzata tra il 29 e il 31 maggio per il mare Adriatico, per il lago di Garda e per lo specchio nautico di Albarella e tra il 5 e il 7 giugno per i laghi del bellunese e del trevigiano.
 
Come negli anni scorsi, i risultati delle analisi effettuate sulle acque di balneazione saranno regolarmente resi disponibili in tempo reale al pubblico sul sito di Arpav (www.arpa.veneto.it/acqua/htm/balneazione.asp) oltre che inseriti nel “Portale acque di balneazione” del Ministero della Salute (www.portaleacque.salute.gov.it).
 


Data ultimo aggiornamento: 19/05/2017

gianpaolo bottacin ambiente
Archivio Comunicati
Notizia n. 210 del 23/02/2018

ASSESSORE VENETO ALL’AMBIENTE: “L’USO DEL CSS NON LO HA VOLUTO LA REGIONE, NOI APPLICHIAMO LE NORME COMUNITARIE E STATALI E NON IN MODO INDISCRIMINATO”

23/feb/2018 | Gianpaolo Bottacin assessore ambiente regione veneto CSS combustibile ottenuto dal trattamento dei rifiuti solidi urbani norma europea 2013 legge nazionale italiana indistintamente applicato con prudenza attente valutazioni e verifiche autorizzazioni impianti sono di competenza delle Province

Notizia n. 209 del 23/02/2018

METEO. STATO DI ATTENZIONE PER NEVE E PER VENTO IN PIANURA

23/feb/2018 | meteo attenzione neve forte vento ghiaccio protezione civile

Notizia n. 208 del 23/02/2018

REGIONE VENETO E ANAS FIRMANO ACCORDO PROGRAMMATICO E PROTOCOLLO D’INTESA PER COLLABORAZIONE NELLO SVILUPPO INFRASTRUTTURALE E PER LA GESTIONE DELLA RETE STRADALE REGIONALE

23/feb/2018 | Luca Zaia Elisa De Berti Si è svolto oggi a Palazzo Balbi a Venezia l’incontro per la firma di un Accordo Programmatico e di un Protocollo di intesa tra Regione Veneto e Anas, che rafforzano la reciproca collaborazione in materia di infrastrutture viarie. L’Accordo Programmatico sottoscritto tra il Presidente della Regione Veneto e l’Amministratore Delegato di Anas, Gianni Vittorio Armani, prevede una serie di azioni che saranno attivate per promuovere e garantire la migliore fruibilità della rete stradale in Veneto, assicurando adeguati investimenti per la riqualificazione della rete esistente e individuando nuovi investimenti per l’ammodernamento della stessa

Notizia n. 207 del 22/02/2018

SANITA’. MEF SBLOCCA 86 MILIONI PER IL VENETO. ASSESSORE REGIONE “NESSUN REGALO. GUADAGNATI CON LA VIRTUOSITA’. RESTITUITO L’1% CHE IL MINISTERO TRATTIENE OGNI ANNO SUL FONDO SANITARIO NAZIONALE”

22/feb/2018 | SANITA’. MEF SBLOCCA 86 MILIONI PER IL VENETO. ASSESSORE REGIONE “NESSUN REGALO. GUADAGNATI CON LA VIRTUOSITA’. RESTITUITO L’1% CHE IL MINISTERO TRATTIENE OGNI ANNO SUL FONDO SANITARIO NAZIONALE”