P.A.: IN VENETO ATTIVATO ‘’MYPAY’’, NODO PER I PAGAMENTI TELEMATICI. IL BOLLO AUTO SI PAGA GIA’ ON LINE

Comunicato stampa N° 73 del 19/01/2016
(AVN) – Venezia, 19 gennaio 2016

“E’ partita la rivoluzione digitale dei pagamenti telematici per facilitare la vita ai cittadini attraverso “MyPay”, il portale web sviluppato dalla Regione del Veneto per contribuire a semplificare i rapporti tra cittadino e Pubblica Amministrazione quando devono essere fatti dei pagamenti”. A renderlo noto è il vicepresidente della Regione Gianluca Forcolin facendo presente che questo portale (http://mypay.regione.veneto.it) è utilizzabile per erogare servizi di pagamento telematico non solo dalla Regione ma anche da tutti gli enti veneti che vorranno aderire, senza alcun costo di hardware o software, erogando gratuitamente servizi elettronici di pagamento ai propri cittadini.

“In termini pratici – spiega Forcolin – in futuro si potrà pagare al Comune, ad esempio, la quota per il trasporto scolastico del figlio, piuttosto che qualsiasi altro tipo di pagamento verso la pubblica amministrazione, senza doversi più recare fisicamente presso l’Ente. Questo è possibile perché il Veneto è stata fra le prime regioni italiane a costituire un proprio nodo dei pagamenti telematici”,

La prima entrata ad essere riscossa dalla Regione del Veneto attraverso il portale è il bollo auto che riguarda circa 4 milioni di veicoli. Da inizio dicembre è entrato in funzione il pagamento on line sul sito internet regionale con carta di credito e addebito in conto corrente bancario. “I contribuenti – sottolinea Forcolin – possono così pagare comodamente da casa in pochi minuti, anche l’ultimo giorno utile, la tassa automobilistica calcolata direttamente sull’archivio regionale, risparmiando tempo, spese di commissioni, e possibilità di errori di calcolo o di imputazione, il tutto nella massima trasparenza di costi e con possibilità di non smarrire le ricevute di versamento che spesso non si riesce ad esibire a distanza di tempo in sede di accertamento regionale. Rispetto al passato, che dava già la possibilità di pagare con Carta di Credito, ora le commissioni si sono di molto abbassate e in alcuni casi azzerate!”. 

Ma Forcolin evidenzia anche che il Veneto metterà a disposizione dei propri cittadini i servizi di pagamento offerti da tutti i PSP (prestatori di servizi di pagamento, ossia banche ed altri istituti di pagamento) aderenti al nodo telematico dando la possibilità ai contribuente di pagare non solo con carte di credito e di debito, ma anche facendo bonifici online. La Regione sta valutando ulteriori possibilità di pagamento anche presso sportelli bancari, postali, tabaccherie, grande distribuzione. Nel corso del 2015 sono stati organizzati numerosi incontri formativi rivolti a funzionari e amministratori pubblici per illustrare le potenzialità della piattaforma e sono numerosi gli enti che hanno iniziato ad utilizzarla.


Data ultimo aggiornamento: 19/01/2016

amministrazione regionale gianluca forcolin adempimenti fiscali e tributari
Archivio Comunicati
Notizia n. 1289 del 25/09/2017

PFAS. DELL’ACQUA A GREENPEACE: “BENE LE VALUTAZIONI, MA SIAMO COMUNQUE PIU’ RESTRITTIVI DELLA SVEZIA”

25/set/2017 | Arpav PFAS DELL’ACQUA GREENPEACE RESTRITTIVI DELLA SVEZIA Regione del Veneto

Notizia n. 1287 del 25/09/2017

PFAS: PRESIDENTE VENETO. “DA OGGI UFFICIALI LIMITI PIU’ RESTRITTIVI DEL MONDO. GOVERNO MUTO PER 4 MESI NOI ABBIAMO AGITO IN 4 GIORNI”.

25/set/2017 | Pfas Zaia Bottacin Coletto Veneto fissa limiti bassissimi.

Notizia n. 1286 del 25/09/2017

“NONNO ASCOLTAMI!”: VERONA, PADOVA E TREVISO PROTAGONISTE A OTTOBRE DELLA CAMPAGNA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI DISTURBI DELL’UDITO

25/set/2017 | Assessore politiche sociali regione veneto Manuela Lanzarin Verona, Padova e Treviso sono le tre città venete protagoniste della campagna nazionale “Nonno ascoltami!” per la prevenzione dei disturbi dell’udito. La campagna, realizzata da otto anni dall’omologa associazione con il supporto dell’Organizzazione mondiale della sanità

Notizia n. 1284 del 23/09/2017

GOVERNO IMPUGNA LEGGE SULLA BANDIERA DEL VENETO. PRESIDENTE REGIONE: “TRATTATI COME L’ULTIMA COLONIA DELL’IMPERO. RESISTEREMO”

23/set/2017 | Bandiera Regione del Veneto presidente Luca Zaia impugnazione legge consiglio ministri governo resisteremo