Percorsi


Canoni demaniali

 


Tutti coloro che sono concessionari, anche in forma provvisoria ed extracontrattuale, per l’uso di beni del Demanio Idrico, nel territorio della Regione Veneto, quali concessioni di derivazione d'acqua o concessioni idrauliche (attraversamenti di corsi d'acqua con ponticelli e occupazioni di superfici o opere appartenenti al demanio idrico a qualsiasi titolo), sono tenuti a versare il canone di concessione alla Regione del Veneto. Il versamento dei canoni demaniali è previsto dall’articolo 83 della Legge Regionale 13 aprile 2001, n. 11.

Le tariffe dei canoni sono state determinate con la D.G.R. n. 1997 del 25.06.2004 per le concessioni idrauliche e dalle DD.GG.RR. n. 1942 del 25 giugno 2004, n. 2081 del 4 luglio 2006 per le derivazioni d’acqua e aggiornati annualmente dalle Deliberazioni di Giunta Regionale che recepiscono gli adeguamenti Istat.

Per gli utenti è attiva la funzionalità dei circuiti di pagamento dei canoni demaniali con scadenza al 31/07/2019. E’ quindi possibile utilizzare tutti i canali disponibili (sportelli bancari, sito internet MyPay, home banking) per effettuare il pagamento, usando gli avvisi di pagamento recapitati.


 
- Pagamento dei Canoni demaniali sul sito MYPAY (collegamento alla pagina dei pagamenti della Regione del Veneto) 

- Tutorial (istruzioni per il pagamento dei canoni demaniali)

- F.A.Q. (domande e risposte sul Portale dei Pagamenti della Regione del Veneto)

DOMANDE FREQUENTI (FAQ) SULLA MODALITA’ DI PAGAMENTO DEI CANONI DI CONCESSIONE DEL DEMANIO IDRICO E DI DERIVAZIONE D’ACQUA PUBBLICA

1) Cos’è il Sistema MyPay?
MyPay è il Portale per i Pagamenti dei cittadini verso le Pubbliche Amministrazioni adottato dalla Regione del Veneto. Si interfaccia al sistema nazionale pagoPA: un sistema di pagamenti elettronici realizzato per rendere più semplice, sicuro e trasparente qualsiasi pagamento verso la Pubblica Amministrazione https://www.agid.gov.it/it/piattaforme/pagopa

2) La mia banca non è presente nella lista degli istituti di credito che aderiscono al sistema pagoPA. Come posso pagare?
Per tutte le modalità di pagamento, ad esclusione dell’home banking, è possibile appoggiarsi ad uno qualsiasi degli istituti di credito aderenti al sistema pagoPA presenti nell’elenco. È possibile pagare online attraverso il portale MyPay utilizzando carte di credito/debito dei seguenti circuiti: Mastercard, Maestro, VISA, VISA Electron, AMERICAN EXPRESS. Inoltre, è possibile pagare utilizzando paypal, satispay, iconto, Bancomat pay. Infine, si può effettuare il pagamento anche tramite sportello, ad esempio presso i punti vendita di SISAL, Lottomatica e Banca 5. Qui è possibile reperire l’elenco dei prestatori di servizio di pagamento abilitati: https://www.agid.gov.it/it/piattaforme/pagopa/dove-pagare

3) Posso ancora utilizzare il MAV per i pagamenti?
No, il pagamento tramite MAV non è più disponibile.

4) Posso ancora utilizzare il conto corrente postale per i pagamenti?
No, i conti correnti postali sono stati chiusi.

5) Ho una carta di credito emessa da una banca che non è presente nell’elenco, posso utilizzarla per il pagare online?
Sì, previa verifica che la carta appartenga ad uno dei seguenti circuiti: Mastercard, Maestro, VISA, VISA Electron, AMERICAN EXPRESS.
Qui i loghi relativi da ricercare sulla carta:
carta-mastercard carta-maestro carta-visa carta-visa-electron carta-american-express

Per effettuare il pagamento, una volta arrivati nella schermata “Come vuoi pagare?”, scegliere “Carta di credito/debito” e quindi inserire i dati della carta richiesti.

6) Posso utilizzare la carta Multiservizi/CartaConto per pagare online?
Sì, se è stata precedentemente attivata, in quanto entrambe appartengono al circuito Mastercard.
Per effettuare il pagamento, una volta arrivati nella schermata “Come vuoi pagare?”, scegliere “Carta di credito/debito” e quindi inserire i dati della carta richiesti.

7) Ho ricevuto una mail che dice: “a seguito della Sua richiesta di pagamento effettuata tramite pagoPA (MyPay) per il codice IUV 00000000xxxxxxx di € xxxx,00 in scadenza il xx/xx/xxxx Le comunichiamo che la transazione ha avuto il seguente esito: La transazione si è conclusa nel seguente stato: RPT accettata dal Nodo dei Pagamenti”. Vuol dire che l’addebito è avvenuto?
No, la comunicazione ricevuta viene inviata automaticamente nel momento in cui la richiesta di pagamento è accettata dal nodo dei pagamenti, anche se si è solo visualizzato il sistema di pagamento. In quel momento non viene effettuato alcun addebito. Successivamente, se si completa l’operazione, si riceverà un’altra e-mail nella quale verrà comunicato che il pagamento è avvenuto con successo.

8) Se il lettore non legge il codice dell’avviso, c’è un’altra modalità per effettuare il pagamento?
Le informazioni che riporta il codice a barre (se presente) o il QR-code sono: il codice dell’avviso, il codice fiscale dell’ente e l’importo, tutte queste informazioni sono presenti in chiaro sull’avviso. L’operatore può quindi effettuare un inserimento manuale utilizzando i dati presenti.

9) Il pagamento non va a buon fine oppure visualizzo il messaggio “ricevuto FAULT dal Nodo dei Pagamenti” a cosa è dovuto?
Occorre verificare le condizioni indicate dal PSP (Prestatore dei Servizi di Pagamento) scelto per effettuare il pagamento. Probabilmente l’importo da pagare è superiore a quello consentito con le modalità di pagamento scelte.

10) Ho stampato l’Avviso di Pagamento, ora cosa devo fare per pagare?
Occorre recarsi presso uno sportello di un istituto bancario indicato nell’elenco pubblicato a pagina https://www.agid.gov.it/it/piattaforme/pagopa/dove-pagare oppure in una tabaccheria nella quale è attivo il servizio SisalPay o Lottomatica, ricordando di specificare che si vuole pagare tramite pagoPA.

11) Devo inviare la ricevuta come prova del pagamento avvenuto?
No, pagoPA trasferisce le informazioni al nostro sistema informatico che aggiorna l’area personale entro le prime ore del giorno successivo al pagamento.

12) È possibile pagare con avviso di pagamento presso le poste italiane?
Non è possibile effettuare il pagamento allo sportello tramite l’avviso di pagamento.

13) È possibile utilizzare la Postepay?
Sì. Per effettuare il pagamento, una volta arrivati nella schermata “Come vuoi pagare?”, scegliere “Carta di credito/debito” e quindi inserire i dati della carta richiesti.

14) Come posso pagare un canone o più canoni arretrati?
Occorre contattare il Genio Civile di riferimento territoriale, chiedendo che tale importo sia fatturato tramite pagoPA.

15) Che differenza c’è tra CBILL e pagoPA?
CBILL è un logo commerciale delle banche che identifica la piattaforma di pagamento bancario, disponibile anche per gli Enti Creditori. La piattaforma di pagamento CBILL si può utilizzare attraverso l’Home Banking o gli ATM ed è integrata in pagoPA, nel senso che tutti i pagamenti effettuati attraverso CBILL, utilizzando il codice identificativo (IUV) del sistema pagoPA, sono gestiti dallo stesso pagoPA.

16) Ci sono differenze di costo tra i diversi Prestatori di Servizio a Pagamento?
Sì. Ogni istituto (Prestatore di Servizi di Pagamento) che gestisce pagamenti con pagoPA può applicare autonomamente differenti costi, a seconda delle proprie politiche commerciali e delle condizioni contrattuali dell’utente.
 

 

LA REGIONE DEL VENETO NON RICHIEDE ALL’UTENTE ALCUN IMPORTO AGGIUNTIVO PER IL PAGAMENTO TRAMITE PIATTAFORMA MYPAY/SISTEMA PAGOPA.






 


 

Data ultimo aggiornamento: 03/06/2019