Assistenza Farmaceutica

 

Emergenza sanitaria COVID-19. Consegna a domicilio di farmaci e dispositivi medici

Con riferimento ai farmaci ad esclusiva  distribuzione ospedaliera o comunque non inclusi nell'Accordo unico regionale DPC/Farmacup, distribuiti ai sensi della L. 405/2001, dall'inizio dell'emergenza sanitaria, sono state fornite disposizioni alle Aziende Sanitarie affinchè prevedessero una riorganizzazione dell'erogazione diretta tale da riscontrare le esigenze dei pazienti, ovvero garantire una programmazione degli accessi dei pazienti presso i punti di distribuzione, favorendo quanto più possibile, il ritiro in prossimità del domicilio del paziente, sempre assicurando tutte le misure di sicurezza necessarie, o attivare percorsi di consegne a domicilio.

A riguardo, la Regione del Veneto con DGR N. 425 del 7 aprile 2020 ha altresì approvato uono schema di convenzione con l'Associazione della Croce Rossa Italiana - Organizzazione di Volontariato, Comitato regionale del Veneto per la consegna di farmaci o dispositivi medici/ausili al domicilio della popolazione con patologie correlate al virus Covid-19 o con patologie pregresse o comunque impossibilitata al ritiro dei farmaci o dispositivi medici/ausili oggetto di "distribuzione diretta".

In virtù della convenzione sottoscritta, i servizi ospedalieri e distrettuali di ciascuna Azienda Sanitaria, laddove ritenuto necessario, possono attivare il servizio di consegna a domicilio da parte degli operatori volontari della Croce Rossa Italiana - Comitato Regionale del Veneto concordandone le modalità con uno tra i 26 comitati territoriali che compongono la rete veneta della CRI.

Laddove una riorganizzazione interna e gli strumenti già resi disponibili dalla Regione non siano sufficienti a riscontrare la esigenze del territorio, le Aziende Sanitarie hanno facoltà di attivare per singoli pazienti e limitatamente al periodo dell'emergenza sanitaria, ulteriori convenzioni/accordi con l'Azienda Farmaceutica proponente. Tali convenzioni, riferite a singoli pazienti e limitate esclusivamente al periodo dell'emergenza sanitaria:

  • devono prevedere la consegna esclusivamente attraverso un distributore terzo che opera assicurando la riservatezza dei dati dei pazienti stessi;
  • NON possono riguardare pazienti per cui sono già attivi percorsi di assistenza domiciliare integrata;
  • NON devono includere farmaci erogati in DPC e nel canale convenzionale delle farmacie pubbliche e private convenzionate.

Somministrazione domiciliare di farmaci per malattie rare

La Regione del Veneto con Decreto del Direttore Generale Area Sanità e Sociale n. 15 del 1 marzo 2016 ha definito un percorso condiviso per la somministrazione domiciliare per infusione di medicinali ad alto costo per le malattie rare, nei casi consentiti dalle determine di autorizzazione AIFA o dall'RCP.

In considerazione dell'emergenza sanitaria e limitatatmente al periodo emergenziale, nel rispetto delle disposizioni contenute nel citato decreto, il Distretto Socio Sanitario, analizzati preventivamente i bisogni e le risorse ad oggi disponibili, ha facoltà di valutare eventuali offerte riguardanti l'attivazione di un servizio di somministrazione domiciliare finanziato da Aziende Farmaceutiche, che dovrà essere gestito esclusivamente da un soggetto terzo che opera assicurando la riservatezza dei dati dei pazienti stessi.

Nel caso, l'Azienda sanitaria dovrà stipulare le necessarie convenzioni, specificando altresì tutte le misure necessarie da adottare da parte del personale sanitario incaricato di effettuare la somministrazione domiciliare, così come definito dalle Aziende Ulss territorialmente competenti, per prevenire e contrastrare i rischi sanitari derivanti dalla diffusione del COVID-19.

Tali convenzioni NON possono riguardare pazienti per cui sono già attivi percorsi di assistenza domiciliare integrata.

 

 

 

 

Prescrizione di farmaci soggetti a limitazione 

 


Assistenza farmaceutica territoriale



Assistenza farmaceutica ospedaliera


Farmacovigilanza



 

Rischio clinico



Riutilizzo farmaci L.R. n. 23/2011



Sperimentazione clinica



Informazione scientifica sul farmaco

Nuova procedura appuntamenti Informatori Scientifici
Da Gennaio 2018 le richieste di appuntamento dovranno pervenire all'indirizzo mail assistenza.farmaceutica@regione.veneto.it compilando l'apposito modulo o scrivendo una mail dettagliata sull'argomento.
Sarà cura della Direzione identificare giorni e personale da coinvolgere, in modo da concentrare tutti gli argomenti di interesse.
Pertanto si pregano i signori informatori, al momento della compilazione del modulo, di essere precisi riguardo l'oggetto della richiesta di appuntamento.
Modello per la richiesta di appuntamento Informatori farmaceutici e di dispositivi medici (download doc)


 


Dispositivi medici e Assistenza Protesica


Prodotti destinati ad una alimentazione particolare e Dispositivi per diabetici



Distribuzione farmaci all'ingrosso, al dettaglio e Vendita on line

 


Bandi e concorsi



Limiti di costo per i beni sanitari e Obiettivi di salute e di funzionamento dei Servizi

 


Dati di prescrizione

I dati di prescrizione aggiornati sono disponibili al seguente link: monitoraggio farmaci, dispositivi medici, assistenza integrativa e assistenza protesica



Eventi Formativi

 

 



 

Contatti

Direzione Farmaceutico - Protesica - Dispositivi medici
Regione del Veneto
Segreteria
Tel. 041.279.3412
Tel. 041.279.3415
Tel. 041.279.3406
Fax 041.279.3468
mail assistenza.farmaceutica@regione.veneto.it
pec area.sanitasociale@pec.regione.veneto.it 

 

 



Data ultimo aggiornamento: 06 maggio 2020

Navigazione Navigazione

Innovazione in Sanità Innovazione in Sanità

 Arsenal.it - Centro Veneto Ricerca e Innovazione per la Sanità Digitale

Consorzio volontario delle Aziende Sanitarie della Regione del Veneto



Data ultimo aggiornamento: 06 novembre 2012