Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

 

BANDI PER PREMI ALLE IMPRESE DANNEGGIATE DALL’EMERGENZA COVID

 

La domande di sostegno per i bandi Covid devono essere compilate e presentata esclusivamente per via telematica, attraverso il Sistema Informativo Unificato della Programmazione Unitaria (SIU) della Regione, la cui pagina dedicata è raggiungibile al seguente link:

https://siu.regione.veneto.it/DomandePRU/

Qualora l’interessato acceda per la prima volta al programma SIU, dovrà preventivamente accedere al modulo di accreditamento per la richiesta delle credenziali di accesso al sistema, al seguente link:

https://siu.regione.veneto.it/GUSI/

Al fine della presentazione delle domanda di sostegno, l’impresa deve essere iscritta all’Anagrafe del Settore Primario attraverso la costituzione del Fascicolo Aziendale di cui al D.P.R. n. 503/1999, secondo le modalità stabilite con D.G.R. n. 3758/2004 e con D.G.R. n. 4098/2005.

La costituzione del Fascicolo Aziendale e, ove necessario, il suo aggiornamento, deve essere effettuato almeno un giorno prima della presentazione della domanda. Il fascicolo deve trovarsi nello stato “valido”. In difetto non sarà possibile presentare la domanda di contributo tramite il Sistema Informativo Unificato della Programmazione Unitaria (SIU)

fascicolo aziendale imprese della pesca e acquacoltura

per ogni altra informazione si rimanda al sito web:

https://www.avepa.it/fascicolo-aziendale

 

 

  • DGR n. 1108 del 09 agosto 2021 “Approvazione bando e ottava apertura termini per la presentazione delle domande di sostegno a valere sulla Misura 2.55” di intervento del Capo II “Misure sanitarie” del Reg. (UE) n. 2020/560 Articolo 1, Modifiche del Regolamento (UE) n.508/2014. Deliberazione/CR n. 73 del 20 luglio 2021.

Il sostegno è riservato alle imprese acquicole che hanno subito una perdita di fatturato per la sospensione temporanea o la riduzione della produzione e delle vendite verificatasi nel periodo compreso tra il 1° febbraio e il 31 dicembre 2020 come conseguenza dell’epidemia di COVID-19   - Scadenza di presentazione domande ore 18:00 del 16/11/2021 - SCADENZA PROROGATA ALLE ORE 18:00 DEL 1 DICEMBRE 2021  (DDR 437  del 05/11/2021)

Bando Misura 2.55 par. 1 lett. b) - Misure sanitarie (MSCOV).pdf

 

LE DOMANDE PER LA MISURA 2.55 VANNO PRESENTATE ESCLUSIVAMENTE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI:

 

  1. L’impresa richiedente deve avere almeno un impianto di allevamento acquicolo attivo nel territorio della Regione del Veneto, identificato per mezzo del codice di registrazione attribuito dalla AULSS competente per territorio, sia alla data del 1° febbraio 2020 sia alla data di presentazione della domanda di sovvenzione.
  1. L’impresa richiedente, qualora conduca impianti di allevamento acquicoli in altre regioni oltre che nel Veneto, deve avere sede legale nel territorio della Regione del Veneto al momento della presentazione della domanda.

 

modulo attestazione perdita di fatturato - MOD. "A"

Le domande possono essere presentate fino alle ore 18:00 del 16/11/2021. 

FAQ su Misura 2.55 par. 1 lett. b) - Misure sanitarie

 

 

  • DGR n. 1043 del 28 luglio 2021  Approvazione bando e settima apertura termini per la presentazione delle domande di sostegno a valere sulla Misura 1.33 di intervento del Capo I "Arresto temporaneo delle attività di pesca" del Reg. (UE) n. 2020/560 Articolo 1, Modifiche del Regolamento (UE) n.508/2014. Deliberazione/CR n.63 del 22 giugno 2021.                      

Il sostegno è riservato agli armatori di imbarcazioni da pesca in mare che hanno effettuato l’arresto temporaneo delle attività di pesca nel periodo compreso tra il 1° febbraio e il 31 dicembre 2020 come conseguenza dell’epidemia di COVID-19.

DELEGA alla compilazione e presentazione telematica della Domanda di sostegno Misura 1.33-2

Bando Misura 1.33 par. 1 lett. d) - Arresto temporaneo delle attività di pesca (ATECOV).pdf

 

LE DOMANDE PER LA MISURA 1.33 VANNO PRESENTATE ESCLUSIVAMENTE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI :

 

  1. L’armatore deve avere preventivamente inviato all’Autorità Marittima l‘autodichiarazione di mancata effettuazione dell’attività di pesca per emergenza sanitaria, secondo le modalità di cui alla Circolare n. 6485 del 27/03/2020 del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali
  2. Il peschereccio doveva essere iscritto presso uno degli Uffici Marittimi del Veneto al momento in cui è stato effettuato l’arresto temporaneo dell’attività di pesca.
  3. Qualora l’impresa sia armatrice di più pescherecci, dovrà essere presentata una domanda distinta per ciascun peschereccio.

 

Le domande possono essere presentate fino alle ore 18:00 del 05/10/2021. 

FAQ su Misura 1.33 par. 1 lett. d) - Arresto temporaneo delle attività di pesca

 



Data ultimo aggiornamento: 09 novembre 2021