Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

 

ViviPass - Risposte alle FAQ (webinar del 7 febbrario 2021)

 

Tipologie di domande

A - Applicazione ViviPass
B - Adesione Circuito ZTL Network e Attivazione ViviPass
C - Referenti e Operatori
D - Stampa Contrassegno

 

A - Applicazione ViviPass

  1. Per la gestione del rilascio dei pass disabili è obbligatorio utilizzare ViviPass?
    No. Regione Veneto offre una soluzione a tutti quei Comuni che non hanno un proprio prodotto per la gestione dei PassBlu. Ogni Comune è libero di scegliere ed utilizzare lo strumento che preferisce purché lo stesso sia in grado di conferire le targhe al circuito.

     
  2. Un contrassegno può essere abbinato a più targhe?
    Sì.

     
  3. Poiché un disabile potrebbe essere trasportato dalle diverse auto dei familiari se si inseriscono tutte le targhe le vetture potrebbero transitare in ztl anche se non hanno il disabile a bordo.
    Sì, ciò attualmente può capitare. Nella prossima versione di ViviPass dovrebbe essere introdotto il concetto della “finestra temporale” che limita la validità di una sola targa nel periodo di date indicato.

     
  4. Se un utente disabile vende l'auto autorizzata, come viene gestita la cosa?
    E’ responsabilità del proprietario della vettura o della persona disabile comunicare la vendita, il cambio targa o la cessazione della medesima.

     
  5. Se in una certa data non è disponibile il veicolo la cui targa è associata al pass come devo procedere per potermi spostare/muovermi?
    Il cittadino deve comunicare all’ufficio competente la targa del veicolo che sarà utilizzato per lo spostamento.
    E’ in previsione una app (ViviVeneto) che permetterà al cittadino di farlo in autonomia.

     
  6. Noi piccoli comuni non abbiamo mai chiesto le targhe dei veicoli.
    E’ vero. Non esisteva il circuito e neppure l’indice quindi non aveva senso raccoglierle. Oggi la vostra amministrazione aderendo al circuito può erogare un servizio di inclusione sociale nei confronti dei propri cittadini portatori di handicap. Con l'applicazione gratuita ViviPass potete gestire tutto il ciclo di vita dei contrassegni e registrare le targhe associate.

     
  7. Trovo difficoltà nell'inserimento della stessa targa in un due titolari di contrassegni di invalidità.
    Attualmente non è possibile associare la stessa targa a due contrassegni diversi, ma stiamo procedendo ad un aggiornamento di ViviPass per far si che ciò possa avvenire.

     
  8. La notifica di scadenza del contrassegno arriva anche su App IO?
    Attualmente la funzionalità non è prevista. E’ oggetto di valutazione inserirla nella prossima  versione di ViviPass.

     
  9. Quante targhe possono essere associate al contrassegno?
    ViviPass non pone un limite di targhe associate al contrassegno. E’ quindi libera scelta del singolo Comune fissare tale limite. Si auspica che gli enti aderenti al circuito si uniformino.

     
  10. L’utente può modificare la targa attiva?
    Non modificare ma comunicare. Sarà possibile modificarla in autonomia quando sarà disponibile l’app ViviVeneto.

     
  11. La finestra temporale può essere una soluzione ma implica una gestione più gravosa per l'ente.
    Sì, fino a quando non potrà gestirla direttamente il cittadino.

     
  12. Alla scadenza in occasione del rinnovo è necessario registrare un nuovo contrassegno oppure è possibile modificare quello scaduto?
    Non è obbligatorio registrare un nuovo contrassegno poiché si possono modificare i dati di quello esistente in quanto in  ViviPass è presente l’apposita funzionalità di “Rinnovo”.

     
  13. Per la comunicazione del cambio targa è necessario che il cittadino si rechi nel Comune dove è stato rilasciato il contrassegno?
    Per il momento sì. Sempre che il Comune non accetti un'altra forma di comunicazione ad es: PEC.

     
  14. I moduli attualmente utilizzati non prevedono il numero di targa. E’ necessario modificare il modulo cartaceo di domanda che avvisi anche della questione targa in ztl e del sistema ViviPass.
    Sì. E’ comunque disponibile un modello standard che può essere direttamente adottato o utilizzato come modulo di esempio.

     
  15. Per il cittadino disabile è prevista una applicazione che si colleghi a ZTL Network per gestire in autonomia le targhe dei veicoli che utilizza al bisogno?
    Si, tale funzionalità sarà disponibile con l’app ViviVeneto.
     
  16. C'è la possibilità di interfacciare ViviPass con i dati della richiesta inseriti direttamente dall'utente attraverso uno sportello telematico o bisogna necessariamente inserire i dati del richiedente a mano?
    Si, tale funzionalità sarà disponibile con l’app ViviVeneto.

     
  17. Di solito oltre al rilascio del pass deve essere rilasciata anche un'autorizzazione firmata dal responsabile, viene gestita da ViviPass?
    La versione attuale non gestisce i moduli di autorizzazione. E’ oggetto di valutazione inserirla nella prossima versione.
     
  18. Come è possibile verificare quali sono i Comuni con varchi ZTL che hanno aderito al circuito?
    On line è disponibile sul portale del circuito ZTL una specifica pagina che può essere consultata.

     
  19. Si possono caricare gli i contrassegni rilasciati negli anni passati?
    Sì, è possibile. Chi dovesse avere questa necessità può fare richiesta scrivendo a circuitoztl@regione.veneto.it gli verrà inviato un tracciato CSV nel quale copiare i dati così da poter procedere ad un caricamento massivo in ViviPass.
[ top]

 

B - Adesione Circuito ZTL Network e Attivazione ViviPass

  1. Per utilizzare ViviPass è obbligatorio aderire al circuito ZTL?
    Si, poiché ViviPass oltre a consentire la gestione dei contrassegni disabili è integrato con il circuito Ztl Network per il conferimento delle targhe.
    La richiesta di attivazione di ViviPass pèuò essere fatta contestualmente alla richiesta di adesione al circuito.

    - per l’adesione al circuito
    - per l’attivazione dell’applicazione

     
  2. Il mio Comune non ha aree ZTL, questo non consente l'utilizzo di ViviPass?
    ViviPass è stato progettato e realizzato per la gestione dei contrassegni è può essere quindi  essere utilizzato da tutti i Comuni che ne fanno richiesta, indipendentemente dall’avere o meno zone ztl.

     
  3. Io ho la necessità di emettere i contrassegni per parcheggio disabili, quindi non per il transito su aree ztl, comunque è possibile utilizzare questa piattaforma?
    Sì. ViviPass è stato progettato e realizzato per soddisfare tutte le necessità legate legate alla gestione dei contrassegni.

     
  4. Per poter utilizzare ViviPass bisogna aderire al circuito Ztl, quest'ultimo ha costi per l'ente?
    Nessun costo. Adesione al circuito e utilizzo di ViviPass sono gratuiti.

     
  5. Come vengono gestite le Unioni/Federazioni di Comuni in cui un capofila gestisce centralmente il servizio?
    Nel caso di Unione di Comuni ogni singolo Comune deve richiedere ViviPass singolarmente. In questo caso possono essere nominati uno o più operatori che potranno operare su più Comuni dell’Unione. L’operatore di volta in volta sceglierà su quale comune operare. Attualmente non è prevista la stampa di un logo personalizzato, poiché si presuppone che la stampa avvenga su prestampati. Tuttavia viste le numerose richieste stiamo predisponendo per la prossima versione di ViviPass la possibilità di stampare l’Anteprima con il relativo logo dell’Ente.

     
  6. Come posso fare per aderire?
    Le istruzioni per aderire sono disponibili in questa pagina
    Per chiedere l'attivazione di Vivipass, trovarte indicazioni a questa pagina
    Per ulteriori informazione è possibile scrivere alla seguente casella email:
    circuitoztl@regione.veneto.it
     
  7. Il circuito regionale è integrato con una banca dati centralizzata per gestire le ZTL nazionali?
    Attualmente no. E’ in corso presso il Ministero un tavolo di lavoro, in cui è presenta anche Regione del Veneto, rivolto allo studio per la realizzazione del circuito nazionale.

     
  8. Il nostro Comune è già inserito nel city pass città di Verona. Ci saranno cambiamenti per noi?
    No, i Comuni del Veronese che utilizzano CityPass continueranno ad utilizzare tale prodotto che è comunque integrato al circuito ZTL e non utilizzeranno ViviPass.
[ top]

 

C - Referenti e Operatori

  1. Quali sono i sistemi autorizzati per l'autenticazione?
    Per autenticarsi a ViviPass è necessario avere un’utenza SPID nazionale oppure un’utenza MYID, ossia sistema di autenticazione regionale.

     
  2. Il referente può inserire più utilizzatori?
    Sì.

     
  3. Ogni comune deve iscriversi su MyExtranet?
    Sì, ogni Comune deve individuare un “referente dell’Ente” per richiedere l’attivazione di ViviPass, durante la procedura lo stesso dovrà poi indicare il “Referente del prodotto”. Il Referente dell’Ente successivamente potrà inserire nuovi operatori.

     
  4. Il referente deve essere uguale a chi opera effettivamente?
    No, referente e operatore sono ruoli differenti che possono non coincidere.
[ top]

 

D - Stampa Contrassegno

  1. Una volta generato il pass, come avviene la fase di stampa? Verrà fornita apposita stampante?
    Non è necessaria una stampante particolare. Sono previste dall’applicazione ViviPass delle funzionalità di configurazione per ottenere la stampa corretta del contrassegno.

     
  2. Come viene gestito l'ologramma anticontraffazione se stampo il contrassegno?
    Può essere applicato successivamente alla stampa del contrassegno che poi verrà plastificato.

     
  3. La fotografia deve avere solo estensione PNG oppure si può caricare una foto con altra estensione?
    Qualsiasi estensione compatibile con i formati immagine più diffusi (es. jpg, gif etc.).

     
  4. Il contrassegno una volta stampato necessita di eventuali firme, timbri o adesivi per renderlo autenticato?
    ViviPass non detta nessuna regola diversa dalle usuali procedure che avete attuato fino ad oggi.

     
  5. La stampa del pass blu si realizza sui modelli cartacei già acquistati?
    Sì, si possono utilizzare. Sono previste dall’applicativo ViviPass delle funzionalità di configurazione per ottenere la stampa corretta del contrassegno.

     
  6. E’ facoltà del comune scegliere se utilizzare o meno la funzione di stampa o è necessario passare per questa fase per completare l'iter?
    Non è necessario.

     
  7. Si potrebbe prevedere di stampare tutto il contrassegno (quindi non solo i dati del titolare) con ViviPass?
    Sì. E’ una funzionalità che potrebbe essere implementata su richiesta dei Comuni.

     
  8. In assenza di stampante a colori è possibile stampare il cartellino senza allegare la foto che verrà attaccata sul cartellino successivamente?
    Sì, è sufficiente non allegare la fototessera nella sezione “Anagrafica”.
[ top]