Unità Organizzativa Famiglia, Minori, Giovani e Servizio Civile Unità Organizzativa Famiglia, Minori, Giovani e Servizio Civile

Siti tematici Siti tematici

Strutture residenziali e semiresidenziali
per minori 

IN COSTRUZIONE   


Le strutture di accoglienza per minori sono regolamentate dalla DGR n. 84 del 16 gennaio 2007 e dalla DGR n. 242 del 22 febbario 2012 e si suddividono in:

Unità d’offerta sociale
• comunità educativa per minori;
• comunità educativa per minori con pronta accoglienza;
• comunità educativa diurna;
• comunità educativa mamma-bambino
• comunità familiare;

Prestano un servizio educativo assistenziale volto alla supplenza temporanea del nucleo familiare e nel caso della comunità educativa mamma-bambino volto alla preparazione alla maternità e alla relazione con il figlio, al sostegno dell’autonomia personale e della capacità genitoriale. Autorizzate e accreditate da Comuni o A. ULSS se delegate.

Unità d’offerta socio-sanitarie
comunità educativa-riabilitativa per minori e adolescenti (C.E.R.).
Ha finalità educative, terapeutiche e riabilitative volte al recupero psico-sociale del minore/adolescente accolto. Gli interventi sono personalizzati, continuativi e definiti all’interno di un progetto educativo riabilitativo, individuale, specifico, monitorabile e verificabile, da parte dell’equipe multiprofessionale; accoglienza e dimissione è sempre programmata in UVMD (Unità valutativa multidimensionale distrettuale: strumento operativo per la realizzazione a livello distrettuale dell’integrazione socio-sanitaria)
Comunità educativa diurna che accoglie anche minori con disturbi psicopatologici.
Contesto ove il minore acquisisce, consolida e sviluppa esperienze e competenze relazionali, sociali e cognitive. Con riferimento ai minori con quadro psicopatologico, l’accoglienza è sempre programmata in UVMD.
Le prestazioni erogate rientrano nella DGR n. 3972 del 30 dicembre 2002, area materno infantile, prestazioni socio-riabilitative a sostegno di minori affetti da disturbi comportamentali di interesse neuropsichiatrico in regime semiresidenziale e residenziale. Autorizzate e accreditate dalla Regione del Veneto.

Unità d’offerta sanitarie
Comunità terapeutica riabilitativa protetta per minori e adolescenti
E’ una comunità residenziale per minori/adolescenti che ha finalità terapeutiche – riabilitative intensive ed estensive. Accoglie minori in dimissione da strutture ospedaliere o comunque in condizioni psicopatologiche che richiedono interventi importanti di protezione e cura.

Unità d’offerta non soggette ad autorizzazione, previste nel piano socio-sanitario, per le quali è sufficiente la comunicazione di avvio attività al Comune presso il quale hanno sede.
Comunità familiare mamma-bambino


La Regione del Veneto sostiene le strutture di accoglienza per minori attraverso l’assegnazione di contributi regionali a favore di Comuni con popolazione non superiore ai 20.000 abitanti per le spese sostenute per l’inserimento di minori in comunità di accoglienza a carattere residenziale: con DGR n. 745 del 28 maggio 2018 sono stati approvati i criteri di assegnazione ed erogazione di contributi regionali per l’anno 2018 per un importo complessivo pari a € 1.000.000,00 a parziale copertura della retta relativa all’inserimento di minori in unità d’offerta residenziali di cui alla DGR n. 84 del 16 gennaio 2007 e dalla DGR n. 242 del 22 febbraio 2012 a favore di n. 223 Comuni sulla base delle spese sostenute nell’anno 2017 per l’inserimento di n. 471 minori in comunità di accoglienza a carattere residenziale.
Con un analogo provvedimento, la DGR n. 1210 del 1 agosto 2017, erano stati approvati i criteri di assegnazione ed erogazione di contributi regionali per l’anno 2017 per un importo complessivo pari a € 1.000.000,00 a favore di n. 186 Comuni sulla base delle spese sostenute nell’anno 2017 per l’inserimento di n. 413 minori in comunità di accoglienza a carattere residenziale.
Inoltre, la Regione del Veneto sostiene le strutture di accoglienza per minori attraverso il finanziamento di progetti a favore delle comunità per minori: attualmente sono in corso n. 20 progetti approvati e finanziati con DDR n. 118 del 4 ottobre 2017 in attuazione della DGR n. 1315 del 28 luglio 2014 recante “Iniziative a favore dei servizi territoriali a carattere residenziale per le fragilità (comunità/residenze per minori)” finalizzate alla sperimentazione e alla realizzazione di nuove forme di accompagnamento dei bambini e dei ragazzi inseriti in comunità di accoglienza residenziali.
 

Torna all'area Minori



Data ultimo aggiornamento: 30 novembre 2018