Servizio Civile Universale
    

 

SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE - Comunicate le modalità per la riattivazione dei progetti, attraverso l'utilizzo della nuova funzionalità di Helios. 
E' stata aggiornata la procedura che consente agli enti di dare comunicazione al Dipartimento in merito ai progetti già attivi e da riattivare dopo un periodo di temporanea interruzione.
In questa versione è possibile:
- ripristinare le sedi di progetto temporaneamente interrotte indicando le informazioni previste ed in particolare la data di ripresa del servizio
- aggiornare le informazioni indicate sul sistema relativamente alle sedi di progetto già riattivate (ad esclusione del numero di volontarie/i con consenso)
- indicare lo stato di riattivazione delle sedi di progetto per le quali non si era data comunicazione in precedenza anche se si tratta di una interruzione o di attività mai sospesa

Il nuovo manuale d'uso relativo è disponibile su Helios dal menu Utilità->Manuali Utente
Il Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale ha pubblicato la Circolare del 4 aprile 2020 recante le indicazioni agli enti circa l’impiego delle/gli operatrici/ori volontarie/i del servizio civile universale nell’ambito dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.  La presente Circolare produce effetti a far data dal 4 aprile 2020 fino al 31 luglio 2020, attuale termine dello stato di emergenza epidemiologica COVID-19. 
Il Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale, attraverso i suoi canali social (Facebook, Instagram, Twitter), lancia la campagna di comunicazione con l'hashtag #noirestiamoconvoi per raccontare le storie delle/i giovani del servizio civile che, grazie agli enti presenti sui territori, hanno scelto di rimanere in servizio, impegnandosi in progetti ed attività utili a fronteggiare l’emergenza sanitaria da Covid-19, sempre nel rispetto delle misure di sicurezza, #distantimauniti.

Con il D.lgs. n.40 del 6 marzo 2017 il servizio civile da nazionale è diventato universale, con l'obiettivo di renderlo un'esperienza aperta a tutte/i le/i giovani che desiderino svolgerlo. 
La normativa primaria di riferimento del servizio civile nazionale è rappresentata dalla L. n. 64 del 6 marzo 2001 e dal D.lgs n. 77 del 5 aprile 2002, modificato ed integrato dalla L. n. 43 del 31 marzo 2005, cui fa riferimento la ricca normativa secondaria che ha regolamentato la materia del servizio civile nazionale.

Finalità

La Legge n. 64 del 06/03/2001, con cui è stato istituito il Servizio Civile Nazionale prevede all’art.1 il raggiungimento delle seguenti finalità:

  • concorrere, in alternativa al servizio militare obbligatorio, alla difesa della Patria con mezzi ed attività non militari
  • favorire la realizzazione dei principi costituzionali di solidarietà sociale
  • promuovere la solidarietà e la cooperazione, a livello nazionale ed internazionale, con particolare riguardo alla tutela dei diritti sociali, ai servizi alla persona ed alla educazione alla pace fra i popoli
  • partecipare alla salvaguardia e tutela del patrimonio della Nazione, con particolare riguardo ai settori ambientale, storico-artistico, culturale e della protezione civile
  • contribuire alla formazione civica, sociale, culturale e professionale dei giovani mediante attività svolte anche in enti ed amministrazioni operanti all'estero.

La legge ha visto convivere, in una prima fase, due forme di servizio civile: obbligatorio, per gli obiettori di coscienza e, su adesione volontaria, per le giovani donne secondo alcuni requisiti previsti dalla normativa.
La sospensione della leva obbligatoria, prevista dalla legge n. 226 del 23 agosto 2004, ha decretato nel 2005 la seconda fase di applicazione della norma; la partecipazione al servizio civile nazionale è rivolta ai giovani di entrambi i sessi ed esclusivamente tramite adesione volontaria.

Cos'è il Servizio Civile Universale?

E’ impegnarsi in un progetto finalizzato alla difesa, non armata e nonviolenta, della Patria, all’educazione, alla pace tra i popoli e alla promozione dei valori fondativi della Repubblica italiana, con azioni concrete per le comunità e per il territorio. E’ un impegno per le/gli altre/i, è una partecipazione di responsabilità, è una occasione per crescere confrontandosi, è un modo per conoscere diverse realtà, per capire e condividere, è una crescita professionale, è uno strumento di pace e di integrazione, è una forma di aiuto a chi vive in disagio o ha minori opportunità, è un atto di amore e di solidarietà verso le/gli altre/i, è una occasione di confronto con altre culture, è una risorsa per il Paese, è una esperienza utile per avvicinarsi al mondo del lavoro.
Il servizio civile universale rappresenta, inoltre, un’importante occasione di formazione e di crescita personale e professionale per le/i giovani, che sono un’indispensabile e vitale risorsa per il progresso culturale, sociale ed economico del Paese.

Oltre che in Italia, il servizio civile universale può essere svolto anche all'estero, presso le sedi ubicate in paesi esteri degli Enti iscritti all'Albo.

Settori di intervento

  • assistenza
  • protezione civile
  • patrimonio ambientale e riqualificazione urbana
  • patrimonio storico, artistico e culturale
  • educazione e promozione culturale, paesaggistica, ambientale, dello sport, del turismo sostenibile e sociale
  • agricoltura in zona di montagna, agricoltura sociale e biodiversità, promozione della pace tra i popoli, della non violenza e della difesa non armata, promozione e tutela dei diritti umani, cooperazione allo sviluppo, promozione della cultura italiana all’estero e sostegno alle comunità di italiane/i all’estero.

Attori

  • le/i volontarie/i, giovani che decidono di dedicare un periodo della propria vita al Paese e alle/gli altre/i, svolgendo le attività di servizio civile nel settore di intervento prescelto
  • lo Stato, attraverso il Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale, le Regioni e le Province autonome che gestiscono l’intero sistema
  • gli Enti promotori dei progetti, soggetti pubblici e privati iscritti all’Albo del servizio civile universale
  • l'intera comunità, che raccoglie i benefici grazie alla realizzazione dei progetti di servizio civile.

Piano triennale 2020-2022 e Piano annuale 2020

Per dare concreta attuazione alla riforma del 2017, il Ministro per le politiche giovanili e lo sport, con delega anche in materia di servizio civile universale, ha firmato il 4 novembre 2019 il decreto che approva il Piano triennale 2020-2022 e il Piano annuale 2020 per la programmazione del servizio civile universale.

 

Cliccando qui troverete le risposte alle domande più frequenti.
A questa pagina sono disponibili tutte le informazioni in merito al servizio civile universale.


 

 

Normativa Servizio Civile Universale e Nazionale

Archivio Avvisi/Bandi e graduatorie Servizio Civile Universale

Archivio Avvisi/Bandi e graduatorie Servizio Civile Nazionale

 

Torna al Servizio Civle



Data ultimo aggiornamento: 30 aprile 2020