AUTORIZZAZIONE E ACCREDITAMENTO DELLE STRUTTURE SOCIO-SANITARIE 

La L.R. n. 22 del 16 agosto 2002 prevede che tutte le strutture sanitarie, socio-sanitarie e sociali per poter operare sul territorio regionale debbano essere in possesso di un'autorizzazione all'esercizio, che garantisca la qualità dell'assistenza rilasciata dalle varie strutture. Viene verificato che l’assistenza sia di elevato livello tecnico-professionale e scientifico, sia erogata in condizioni di efficacia ed efficienza, nonché di equità e pari accessibilità a tutti i cittadini e sia appropriata rispetto ai reali bisogni di salute, psicologici e relazionali della persona.

La L.R. 22/2002 ha definito anche i criteri per ottenere l’accreditamento istituzionale, che deve concorrere al miglioramento della qualità del sistema sanitario, socio-sanitario e sociale, garantendo ai cittadini adeguati livelli quantitativi e qualitativi delle prestazioni erogate.

Con la DGR n. 84 del 16 gennaio 2007 e relativi allegati la Giunta Regionale ha stabilito gli standard specifici per le strutture socio-sanitarie e sociali e con la DGR n. 2067 del 3 luglio 2007 ha approvato le procedure per l'applicazione della DGR n. 84/07.

 

 

ACCREDITAMENTO ISTITUZIONALE

 

ISTANZE

L’invio della domanda deve avvenire ESCLUSIVAMENTE VIA PEC all’indirizzo servizi.sociali@pec.regione.veneto.it

MODULISTICA

Domanda di accreditamento istituzionale - fac simile [file PDF, 37 Kb]

Modello A  [file Rtf, 12 Kb]

Modello B [file Rtf, 14 Kb] 

LISTE DI VERIFICA (ALLEGATO C alla DGR 84/2007)

Area Persone anziane [file ZIP, 583 Kb]
Definizione bagno assistito: nota Direzione Edilizia a Finalità collettive [file PDF, 77 Kb]

Area Disabili [file ZIP, 419 Kb]

IMPOSTA DI BOLLO

La domanda andrà presentata in conformità con la vigente normativa sull’imposta di bollo; a seguito dell’entrata in vigore della legge 24 giugno 2013, n. 71 (in G.U. 25/6/2013, n. 147) di conversione del Decreto Legge 26 aprile 2013, n. 43, le misure dell'imposta fissa di bollo sono rideterminate in € 16,00 (riferimento art. 7-bis, comma 3 del D.L. n. 43 del 2013). Il soggetto richiedente – fatte salve le esenzioni di legge - provvederà a indicare sul modello il numero identificativo (seriale) della marca da bollo utilizzata, nonché ad annullare la stessa conservandone l’originale che verrà successivamente verificato.

Oneri di accreditamento delle strutture socio-sanitarie

Il versamento degli oneri è dovuto dalle strutture a titolarità diversa da un'Azienda Ulss o un Comune (anche in forma associata) e con una capacità ricettiva superiore alle 30 unità.

Per il pagamento deve essere utilizzato esclusivamente PagoPA cliccare qui 

IMPORTI ONERI ACCREDITAMENTO STRUTTURE SOCIALI E SOCIO SANITARIE [file pdf, 5 Kb]

Principali Delibere di Giunta Regionale di Accreditamento delle strutture socio-sanitarie

DGR n. 316 del 18 marzo 2021

DGR n. 201 del 24 febbraio 2021

DGR n. 104 del 2 febbraio 2021

DGR n. 1875 del 29 dicembre 2020

DGR n. 1873 del 29 dicembre 2020

DGR n. 116 del 03 febbraio 2020

DGR n. 15 del 07 gennaio 2020

 

AUTORIZZAZIONE ALL'ESERCIZIO

 

ISTANZE

L’invio della domanda deve avvenire ESCLUSIVAMENTE VIA PEC all’indirizzo servizi.sociali@pec.regione.veneto.it

Domanda di autorizzazione all'esercizio - fac simile [file PDF, 37 Kb]

Modello A  [file Rtf, 12 Kb]

Modello B  [file Rtf, 14 Kb]

LISTE DI VERIFICA (ALLEGATO C alla DGR 84/2007)

Requisiti generali [file PDF, 56 Kb]

Per quanto riguarda i requisiti GENER06.AU.1.2 e 1.3, il rispetto degli stessi per tutto il personale è da intendersi obbligatorio, solo nel caso in cui la struttura, piccola e caratterizzata da ambiente familiare o domestico (strutture per minori tutte tranne la comunità riabilitativa, comunità alloggio per disabili, comunità alloggio per anziani, comunità familiare) non abbia adempiuto alle richieste del GENER06.AU.1.1, cioè proceduto tra gli altri alla valutazione dei rischi e all’individuazione degli addetti al primo soccorso e alle emergenze antincendio.

Area Persone anziane [file ZIP, 583 Kb]
Definizione bagno assistito: nota Direzione Edilizia a Finalità collettive [file PDF, 77 Kb]

Area Disabili [file ZIP, 419 Kb]

RINNOVO DELL’AUTORIZZAZIONE ALL’ESERCIZIO

Con DGR n. 1667 del 18 ottobre 2011 è stata approvata la possibilità del ricorso all'istituto dell'autocertificazione, nella forma della dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà (art. 47 DPR n. 445/2000) limitatamente alle strutture sanitarie , socio sanitarie e sociali, per rilasciare l'autorizzazione all'esercizio, ex L.R. 22 del 16 agosto 2002, limitatamente alle istanze di rinnovo.

- fac simile per l'autocertificazione delle strutture socio sanitarie e sociali [file PDF, 36 Kb]

- Modello A  [file Rtf, 12 Kb]

- Modello B  [file Rtf, 14 Kb]

- Nota esplicativa ARSS - Prot. n.750 del 2/2/2012 [file PDF, 1,36 Mb]

 

Controlli della veridicità delle dichiarazioni sostitutive di certificazioni ed atti di notorietà

Si procederà al controllo della veridicità delle dichiarazioni sostitutive di certificazioni ed atti di notorietà rese ai sensi del D.P.R. n. 445/2000

Tutela della privacy

Tutti i dati personali di cui l’Amministrazione venga in possesso in occasione dell’espletamento del presente procedimento saranno trattati nel rispetto della normativa vigente e del Regolamento 2016/679/UE (General Data Protection Regulation – GDPR) e secondo le finalità connesse all’espletamento del procedimento. Il trattamento dei dati sarà effettuato dall’Amministrazione in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, con strumenti cartacei ed informatizzati. Informativa privacy [file PDF, 97 Kb]

 

Classificazione delle strutture

Allegato 5 della DGR 2501/04 e successive modifiche da DGR 84/2007 [file PDF, 167 Kb]

 

CONTATTI

au.acc.nonautosufficienza@regione.veneto.it

servizi.sociali@pec.regione.veneto.it



Data ultimo aggiornamento: 28 aprile 2021